Il trattamento combinatorio mirato a della droga ripara la beta funzione delle cellule in mouse

La perdita dell'identità delle celle beta disecrezione nell'isolotto di Langerhans, dedifferentiation anche chiamato delle cellule di trattamento un beta, è stata proposta per essere un motivo principale per lo sviluppo del diabete. Se e come le beta celle dedifferentiated possono essere mirate a tramite intervento farmacologico per beta rigenerazione delle cellule è sconosciuto. In un nuovo studio in mouse, Helmholtz Zentrum München in collaborazione con Novo Nordisk, ha dimostrato per la prima volta che un trattamento combinatorio mirato a della droga può riparare la beta funzione delle cellule, raggiunge il beta redifferentiation delle cellule e quindi i nuovi modi potenzialmente aperti per la remissione del diabete.

A certe condizioni, le beta celle possono perdere la loro identità e regredire ad uno stato di meno differenziato in cui perdono la maggior parte delle loro funzioni priori. È stato proposto che questo dedifferentiation contribuisse ad un trattamento degenerante in corso di beta disfunzione delle cellule. I trattamenti farmacologici correnti del diabete non possono fermare il declino di beta perdita funzionale della massa delle cellule. Più presto questo declino può essere impedito, idealmente già quando i primi sintomi diabetici compaiono, la quantità elevata ed il livello di beta funzione delle cellule che sarà conservato.

Nuovo obiettivo: Beta celle Dedifferentiated

Per studiare se le beta celle dedifferentiated possono essere mirate a farmacologicamente per riparare la beta funzione delle cellule, i ricercatori hanno utilizzato dal il diabete indotto streptozotocin in mouse. Streptozotocin uccide le beta celle producenti insulina e causa il diabete severo. Una volta iniettate nelle dosi basse multiple, tuttavia, alcune beta celle sopravvivono a che ripiega il declino nella funzione che i ricercatori hanno voluto stabilire per il loro esperimento. Facendo uso di RNA unicellulare ordinare i ricercatori ha potuto indicare che dopo il trattamento di streptozotocin, il dedifferentiate beta delle cellule della sopravvivenza in uno stato disfunzionale. La semplicità del modello usato (nessun lesioni né autoimmunità genetiche) le aiuterebbe per migliorare il video l'effetto del trattamento farmacologico.

Una buona corrispondenza: GLP-1/estrogen e l'insulina hanno effetti additivi nei modelli preclinici

Il gruppo poi ha verificato i trattamenti a loro potenziale di riparare la beta funzione delle cellule. A questo scopo, hanno stratificato sette gruppi dei mouse severamente diabetici e li hanno trattati quotidiano per i 100 giorni con singola e farmacologia combinatoria. I ricercatori hanno indicato che un coniugato del tipo di glucagone stabile di peptide-1 (GLP-1) /estrogen (fornito da Novo Nordisk) permette alla consegna mirata a e selettiva del carico nucleare dell'ormone alle beta celle. La combinazione di GLP-1/estrogen e di insulina sostituta lunga era superiore ai mono-trattamenti ad entrambe normalizza il glycemia, tolleranza del glucosio, per aumentare il contenuto pancreatico dell'insulina e per aumentare il numero di beta celle. D'importanza, l'amministrazione delle dosi elevate di GLP-1/estrogen non ha dato segni della tossicità sistematica in ratti, un presupposto per alcuna prova clinica futura. In una collaborazione con la società InSphero di Biotech, i ricercatori potrebbero anche indicare che GLP-1/estrogen, ma non GLP-1 o estrogeno da solo, funzione umana delle cellule di aumenti beta quando gli isolotti pancreatici umani sono esposti allo sforzo di citochina, che è conosciuto per alterare la beta funzione umana delle cellule.

Non solo il nostro studio descrive i percorsi e trattamenti di beta dedifferentiation delle cellule, egualmente dimostra il potenziale di singoli e trattamenti combinatori della droga di raggiungere la remissione del diabete mirando alle beta celle dedifferentiated. Ciò è il primo studio che mostra il beta redifferentiation delle cellule con farmacologia mirata a eseguita da un gruppo interdisciplinare che ha usato la tecnologia unicellulare dell'avanguardia, la biologia di calcolo di biologia, di farmacologia e di rigenerazione.„

Prof. Dott. Heiko Lickert, Direttore dell'istituto per ricerca di rigenerazione e del diabete a Helmholtz Zentrum München e di professore di beta biologia cellulare alla scuola di medicina di TUM

Lickert insieme a Susanna M. Hofmann, Theis da temporeggiatore e Timo D. Müller a Helmholtz Zentrum München piombo questo progetto di ricerca.

Studi clinici futuri?

Questo studio ha riunito gli scienziati da Helmholtz Zentrum München (centro ed istituto del diabete di Helmholtz per biologia di calcolo), il centro tedesco per la ricerca del diabete (DZD), università di Monaco di Baviera tecnica (TUM) come pure InSphero AG e Novo Nordisk allo scopo per esplorare i vantaggi terapeutici potenziali del trattamento di GLP1/estrogen nei modelli di un animale ed in cellule umane in vitro. I risultati da questo studio come pure gli studi di futuro per supportare la traduzione agli esseri umani ed alla sicurezza del composto possono aprire la strada per gli studi clinici che usano GLP-1 come un peptide dei portafili per estrogeno ma potenzialmente anche altro, carichi novelli direttamente mirare alle beta celle per la remissione a ricupero del diabete e di terapia.

Source:
Journal reference:

Sachs, S., et al. (2020) Targeted pharmacological therapy restores β-cell function for diabetes remission. Nature Metabolism. doi.org/10.1038/s42255-020-0171-3.