Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I livelli nocivi di metallo collegati a danno del DNA hanno trovato nell'urina degli utenti della e-sigaretta

I ricercatori all'università di California, riva del fiume, hanno terminato uno studio umano settoriale che confronta i biomarcatori e le concentrazioni nel metallo nell'urina degli utenti della e-sigaretta, dei non-fumatori e dei fumatori.

Hanno trovato che i biomarcatori, che riflettono l'esposizione, effettuano ed il danno potenziale, sia è elevato negli utenti della e-sigaretta confrontati agli altri gruppi che collegati per metal l'esposizione ed il danno ossidativo del DNA.

Il nostro studio ha trovato che utenti della e-sigaretta è esposta alle concentrazioni aumentate di livelli potenzialmente nocivi di metalli -- particolarmente zinco -- quello è correlato a danno ossidativo elevato del DNA.„

Prue Talbot, professore di biologia cellulare, università di California, riva del fiume

Zinco, una sostanza nutriente dietetica, ruoli chiave dei giochi nella crescita, funzione immune e guarigione della ferita. Troppo poco di questo oligoelemento essenziale può causare la morte; troppo di può causare la malattia. La sua carenza come pure il suo eccesso, causano lo sforzo ossidativo cellulare, che, se deselezionato, può piombo alle malattie quali aterosclerosi, la coronaropatia, la fibrosi polmonare, la leucemia linfoblastica acuta ed il cancro polmonare.

Le sigarette elettroniche consistono di una batteria, unità d'atomizzazione e riempiono il liquido. I metalli in aerosol della e-sigaretta vengono pricipalmente dalle componenti del metallo nell'atomizzatore-- collegare del nicromo, giunzioni della lega per saldatura dello stagno, morsetti d'ottone, guaine isolanti e stoppini -- così come i e-liquidi che gli atomizzatori riscaldano.

Lo studio, che compare nella ricerca respiratoria aperta di BMJ, traccia la prima volta i ricercatori hanno esaminato e biomarcatori urinarii quantificati di effetto e di danno di potenziale relativamente ai metalli negli utenti della e-sigaretta.

Un biomarcatore è una caratteristica quantificabile di un trattamento biologico. I biomarcatori permettono che i ricercatori ed i medici misurino una sostanza biologica o chimica che è indicativa dello stato fisiologico di una persona. Gli studi precedenti della e-sigaretta con gli esseri umani hanno esaminato i biomarcatori dell'esposizione -- per esempio, nicotina o metaboliti del nicotina -- ma nessuno hanno studiato i biomarcatori di danno potenziale o hanno indicato come questo danno correla con l'esposizione del metallo.

I biomarcatori studiati dai ricercatori della riva del fiume del UC erano 8 hydroxydeoxyguanosine (8-OHdG), un biomarcatore di danno ossidativo del DNA; 8 isoprostane, un indicatore della degradazione ossidativa dei lipidi; e metallothionein, una proteina di risposta del metallo. Tutti e tre i biomarcatori sono stati elevati significativamente negli utenti della e-sigaretta confrontati alle concentrazioni nei fumatori.

“I nostri risultati riaffermano che l'uso della e-sigaretta non è danno libero,„ hanno detto Shane Sakamaki-Ching, un dottorando nella cella, nel programma laureato di biologia dello sviluppo e molecolare ed autore della pubblicazione nel primo. “Effettivamente, l'uso prolungato può piombo alla progressione di malattia.„

I ricercatori consigliano i medici di esercitare l'avvertenza quando raccomanda le e-sigarette ai loro pazienti. Gli aerosol elettronici della sigaretta contengono i prodotti chimici potenzialmente nocivi, i prodotti chimici citotossici di sapore, i metalli, le particelle ultrafine ed i prodotti della reazione. l'uso della E-sigaretta è stato collegato agli effetti sulla salute avversi quali le malattie respiratorie, il rischio aumentato per la malattia cardiovascolare e la ferita alterata che guarisce dopo la chirurgia.

“Le donne incinte, in particolare, non dovrebbero essere incoraggiate ad usare le e-sigarette,„ Talbot ha detto. “L'eccesso di zinco nei loro organismi può piombo alla nausea ed alla diarrea. Dato le morti recenti e le malattie polmonari si è riferito ad uso della e-sigaretta, ognuno dovrebbe essere informato dei rischi sanitari potenziali collegati ad uso della e-sigaretta.„

Source:
Journal reference:

Sakamaki-Ching, S., et al. (2020) Correlation between biomarkers of exposure, effect and potential harm in the urine of electronic cigarette users. BMJ Open Respiratory Research. doi.org/10.1136/bmjresp-2019-000452.