La tecnologia UV elimina più di 96% degli agenti patogeni in ORs e su attrezzatura medica

La tecnologia (UV) ultravioletta sviluppata dal PurpleSun Inc. costante con sede a New York elimina più di 96 per cento degli agenti patogeni nelle sale operatorie (ORs) e su attrezzatura medica, confrontati a 38 per cento facendo uso dei metodi di pulizia manuali che contano sui prodotti chimici per disinfettare le superfici, secondo uno studio pubblicato questo mese nel giornale americano di controllo di infezione (AJIC).

La sanità è nella battaglia costante per mantenere un ambiente pulito e senza agente di cura paziente. Per migliorare la qualità e diminuire il rischio, l'uso degli ospedali ha stabilito i protocolli per la pulizia e la disinfezione del ORs e l'attrezzatura medica con le strofinate chimiche dopo ogni caso. L'attrezzatura medica varia dai robot, dai microscopi e dagli scanner chirurgici ai letti ed alle barelle pazienti.

La sfida da un punto di vista di controllo di infezione è che i microbi ed i batteri sono invisibili all'occhio umano e c'è potenziale per gli errori nel trattamento manuale della disinfezione e di pulizia, se è attribuibile all'assunzione di personale insufficiente, all'addestramento difficile, alla mancanza di aderenza alle istruzioni dei produttori o all'altro errore umano. Tra altri fattori, per esempio, disinfettanti può avere la diluizione sbagliata, è incompatibile con i materiali utilizzati per pulire, non può essere in contatto con la strumentazione abbastanza a lungo, o i prodotti chimici possono essere memorizzati impropriamente, diminuendo la loro efficacia agente-distruggente.„

Donna Armellino, Marina militare, DNP, vice presidente della prevenzione di infezione a salubrità di Northwell, autore principale su questo studio

Per valutare il livello corrente di pulizia e della disinfezione in ORs, i clinici di Northwell teamed con PurpleSun, che ha sviluppato un multivector messo a fuoco, unità (FMUV) ultravioletta che è utilizzata per completare la pulizia manuale. FMUV richiede 90 secondi completamente per disinfettare le superfici. Hanno valutato il livello corrente di pulizia nel O con e senza l'uso di FMUV.

Come componente dello studio, i ricercatori hanno valutato la presenza dell'agente patogeno eseguendo le prove su strumentazione che è stata riferita fuori in unità formanti colonie (CFUs). CFUs rappresenta gli agenti patogeni che potrebbero potenzialmente aumentare il rischio di infezione ospedale-acquistata. La prova è stata fatta prima di pulizia manuale, dopo pulizia del manuale-prodotto chimico e la disinfezione e dopo la tecnologia automatizzata dell'indicatore luminoso di FMUV facendo uso di una tecnica di valutazione cinque punti. La disinfezione seguente aggregata del manuale-prodotto chimico di CFUs confrontata alla prepulizia ha mostrato un'efficacia di 38 per cento agli agenti patogeni di uccisione, mentre il trattamento facendo uso di FMUV era 96,5 per cento efficaci a diminuire il livello di CFUs riferito.

“Lo studio supporta il fatto che le sale operatorie sono pulite, ma il pulito come vorremmo seguire la pulizia chimica e la disinfezione manuali. FMUV ha il potenziale per il cambiamento della pulizia delle sale operatorie,„ ha detto il Dott. Armellino. Lei co-author sullo studio era Kristine Goldstein, Marina militare e Linti Thomas, Marina militare, dell'ospedale nordico di Westchester; e Thomas J. Walsh, MD e Vidmantas Petraitis, MD, entrambi la medicina di Weill Cornell della Cornell University.

Source:
Journal reference:

Armellino, D, et al. (2019) Comparative evaluation of operating room terminal cleaning by two methods: Focused multivector ultraviolet (FMUV) versus manual-chemical disinfection. American Journal of Infection Control. doi.org/10.1016/j.ajic.2019.10.009.