Capendo come l'isolamento sociale giovanile potrebbe modellare i risultati comportamentistici a lungo termine

I ricercatori di monte Sinai trovano l'isolamento sociale durante i cambiamenti a lungo termine delle unità inerenti allo sviluppo chiave delle finestre ai reticoli di attività dei neuroni coinvolgere nell'inizio dell'approccio sociale in un modello animale.

Autore corrispondente: Hirofumi Morishita, MDPhD, insieme alla scuola di medicina di Schahram Akbarian MDPhD Icahn al monte Sinai, a New York e ad altri co-author (prima Lucy Bicks autore).

Riga inferiore: La solitudine sempre più sta riconoscenda come una grave minaccia alla salute mentale e benessere nella nostra società. Il nostro studio in un modello animale indica che l'isolamento sociale durante l'adolescenza piombo alle rotture a lungo termine nel comportamento sociale ed alle rotture ai reticoli di attività di un tipo di neurone inibitorio nel cervello, che sono interrotti frequentemente nei disordini psichiatrici compreso la schizofrenia. I reticoli di attività di questi neuroni inibitori sono sufficienti per salvare i deficit sociali indotti tramite isolamento sociale giovanile.

Risultati: Il comportamento sociale è composto di interazioni dove i mouse attivamente stanno esplorando il conspecifics o passivamente è esplorato. Troviamo una popolazione dei neuroni, parvalbumin che esprime i neuroni inibitori, aumenti nell'attività prima di un attivo, ma non un'interazione sociale passiva. La breve attività di questi neuroni è sufficiente per promuovere il comportamento sociale attivo aumentato. L'isolamento sociale giovanile durante l'adolescenza interrompe l'attività di questi neuroni, piombo ad un disaccoppiamento della loro attività ed inizio attivo successivo di comportamento sociale. L'attività aumentante di questi neuroni in animali adulti che sono stati isolati socialmente durante l'adolescenza ripara il comportamento sociale normale.

Perché la ricerca è interessante: I risultati ci aiutano a capire come l'esperienza sociale durante le finestre chiave dello sviluppo potrebbe modellare i risultati comportamentistici a lungo termine attraverso i cambiamenti ai circuiti specifici nel cervello. Capendo come i risultati sociali di forme di esperienza possono aiutarci a sormontare i deficit sociali nei casi del trauma iniziale di vita o nei disordini neurodevelopmental e psichiatrici con i deficit sociali.

Chi: Modelli del mouse sfavoriti di esperienza sociale durante il periodo giovanile.

Quando: I mouse sono stati privati di esperienza sociale durante la fase giovanile ed il loro comportamento e fisiologia sono stati esaminati nell'età adulta.

Che cosa: L'attività misurata studio del parvalbumin che esprime i neuroni inibitori durante l'unità sociale dell'input come pure di interazione a questi neuroni.

Come: Abbiamo misurato il parvalbumin che esprime l'attività inibitoria del neurone durante il comportamento sociale ed abbiamo manipolato l'attività di questi neuroni facendo uso delle tecnologie avanzate.

Conclusioni di studio: L'esperienza sociale presto nella vita altera i reticoli specifici del parvalbumin che esprimono i neuroni inibitori in corteccia prefrontale. Questo reticolo di attività è essenziale per comportamento sociale attivo di approccio in mouse.

Titolo di un articolo: I interneurons prefrontali di parvalbumin richiedono l'esperienza sociale giovanile di stabilire il comportamento sociale adulto.

Source:
Journal reference:

Bicks, L.K., et al. (2020) Prefrontal parvalbumin interneurons require juvenile social experience to establish adult social behavior. Nature Communications. doi.org/10.1038/s41467-020-14740-z.