Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Due nuove concessioni aiuteranno i ricercatori a studiare il neurotechnology, delivery system della droga

Due concessioni costituiranno un fondo per la ricerca interdisciplinare all'istituto di Beckman per scienza e tecnologia avanzata, compreso uno sguardo a come i neuroni e le celle di muscolo comunicano a vicenda ed anche mettere a punto un delivery system della droga per il trattamento del morbo di Alzheimer.

La concessione dal National Science Foundation faciliterà lo studio di come i neuroni e le celle di muscolo comunicano a vicenda.

Il mio gruppo è interessato nell'organizzazione del muscolo funzionale e nel usando per montare i sistemi autonomi di bioactuator.

Il muscolo costruito in vitro non è lo stesso dei muscoli nel nostro organismo perché il sistema non ha alcuni motoneuroni innervanti. Questo progetto è di capire come possiamo facilitare lo stimolo dei neuroni nel muscolo.„

Hyunjoon Kong, un professore di Robert W. Schafer di assistenza tecnica chimica e biomolecolare

Il laboratorio di Kong collaborerà con Gabriel Popescu, un professore di elettrico e di ingegneria informatica e Martha Gillette, un professore della cella e della biologia dello sviluppo. Tutti sono affiliati con l'istituto di Beckman.

Oltre a studiare come i neuroni e le celle di muscolo comunicano, il gruppo di Kong egualmente esaminerà l'interazione fra i neuroni e le celle glial, che influenzano l'attività di un neurone. “Sebbene le celle glial non siano caratterizzata buona, sono conosciute per fornire determinati segnali che fanno i neuroni trasmettere i loro segnali elettrici,„ Kong hanno detto.

“Lavorerò con il gruppo di Martha Gillette, che sono esperti in neurobiologia e possono guidarci in che tipo di celle neurali da esaminare,„ Kong ho detto. “I membri del gruppo di Popescu sono esperti agli eventi intracellulari della rappresentazione e vogliamo usare le loro tecniche di rappresentazione per dimostrare l'interazione fra i neuroni e le celle di muscolo.„

I membri del gruppo di Kong sperano che lo studio permetta loro di capire come i neuroni possono essere riattivati in muscolo danneggiato, che può contribuire a migliorare il trattamento di vari disordini neuromuscolari e delle lesioni acute del muscolo.

La seconda concessione, dalle fondamenta del Alzheimer, costituirà un fondo per la ricerca dal gruppo di Kong in collaborazione con Hee Jung Chung, un professore associato della fisiologia molecolare ed integrante e docente dell'istituto di Beckman.

La concessione studierà come una droga che ha il potenziale di trattare il morbo di Alzheimer può essere consegnata nell'organismo. La droga è stata sviluppata per mirare ai proteina tau che, con le proteine dell'β-amiloide, causano la malattia. “Storicamente, i ricercatori sono stati messi a fuoco sui trattamenti che diminuiscono le proteine dell'β-amiloide. Tuttavia, un grande gruppo di pazienti non reagisce a quei trattamenti perché i proteina tau sono egualmente responsabili,„ Kong ha detto.

Il gruppo di Kong spera di unire lo sforzo di ricerca che ora sta mettendo a fuoco sulla sintetizzazione dei portafili nano di taglia della droga che possono mirare al proteina tau. “La droga che mira ai proteina tau non può corrente essere usata perché è idrofoba e quindi non può dissolversi in acqua,„ Kong ha detto. “Di conseguenza, non potete consegnarlo oralmente o attraverso l'iniezione.„ Il gruppo proverà a risolvere il problema incapsulando la droga in un sistema di nanoparticella che può essere usato per mirare alle regioni malate del cervello.