Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori studiano perché il tumore del colon è più letale in pazienti adulti pediatrici e giovani

Il tumore del colon è più probabile essere letale in bambini ed in giovani adulti che gli adulti di mezza età. In uno studio dell'unico istituzione, i ricercatori al centro del Cancro di Anderson di MD dell'università del Texas, Houston, Tex., trovata che le differenze nei tassi di mortalità persistono indipendentemente da se i pazienti adulti pediatrici, adolescenti e giovani (invecchiati 24 e più giovane) nascevano con una predisposizione per le anomalie o la malattia del colon e per la prima volta concludono che i giovani sono più probabili avere metastasi fuori del colon, nell'intercapedine addominale, quando sono diagnosticati. I loro risultati mettono le famiglie, clinici e chirurghi sull'avviso da essere sicuro che i reclami addominali in giovani sono valutati completamente e con attenzione quando in primo luogo riferiti e trattati aggressivamente se il cancro è scoperto. I risultati di studio compare “in un articolo in stampa„ sul giornale dell'istituto universitario americano del sito Web dei chirurghi prima della stampa.

Il tumore del colon è raro nel minorenne 25 delle persone. La prevalenza della malattia nel minorenne 20 dei pazienti è 0,2 per cento. Mentre il programma di sorveglianza, dell'epidemiologia e di risultati finali (SGOMBRO) stima più di 145.000 nuovi casi di tumore del colon per 2019, solo circa 290 casi sono preveduti in bambini ed in giovani adulti.

La diagnosi di tumore del colon in bambini ed i giovani adulti è ritardata spesso. La maggior parte (di bambino di 70 per cento) e di giovani pazienti adulti in un'indagine 2019 da Cancro colorettale Alliance sono stati diagnosticati con la malattia della fase 3 o della fase 4. Al contrario, i pazienti più anziani sono più probabili essere diagnosticati con le fasi 1 o malattia 2.

I bambini con tumore del colon possono cadere attraverso le crepe. Possono essere veduti da un oncologo che cura gli adulti ma chi non sa curare i bambini. O possono essere veduti da un pediatra che conosce tutti circa curare i bambini ma da niente circa tumore del colon.„  

Andrea Hayes-Giordania, MD, FACS, autore principale del documento e Chirurgo-in-Capo dell'ospedale pediatrico di North Carolina, università di North Carolina, Chapel Hill

Era un capo di sezione e di professore di ambulatorio pediatrico al MD Anderson quando gli studi sono stati intrapresi.

Il risultato non è chiaro percorso per la cura dei bambini con il tumore del colon, all'infuori della fornitura dello stesso trattamento degli adulti. Ancora, i risultati di studio indicano chiaramente che questi tipi di interventi non sono efficaci. “Fase per la fase, prezzi dei bambini 5 - 6 volte peggio con il trattamento. Così un bambino con la malattia della fase 4 ha una probabilità più alta 6 volte della morte che un adulto con la stessa fase di cancro,„ il Dott. Hayes-Giordania ha detto.

Per lo studio, i ricercatori hanno paragonato i risultati retrospettivi per 94 pazienti pediatrici curati al MD Anderson fra 1991 e 2017 ad un database futuro mantenuto dei risultati per i pazienti adulti che sono stati curati per tumore del colon. La sopravvivenza globale e senza ricaduta triennale ha differito contrassegnato: 90 per cento e 78 per cento per gli adulti contro 42 per cento e 32 per cento per i bambini. Eccezione fatta per i pazienti con la malattia della fase 1, un confronto della fase-per-fase indicato i tassi di sopravvivenza molto più bassi per i bambini. La sopravvivenza globale quinquennale nella fase 2 era 90 per cento per gli adulti contro 64 per cento per i bambini, nella fase 3, in 85 per cento per gli adulti contro 58 per cento per i bambini e nella fase 4, in 55 per cento per gli adulti e in 16 per cento per i bambini.

la sopravvivenza senza ricaduta dalla fase era: 85 per cento per gli adulti contro 55 per cento per i bambini con la malattia della fase 2, 73 per cento per gli adulti e 31percent per i bambini con il cancro della fase 3 e 27 per cento per gli adulti contro 5 per cento per i bambini con la fase 4.

Sebbene alcune anomalie congenite siano state associate con tumore del colon in giovani, 71 per cento dei pazienti in questo studio non ha avuto sindrome della predisposizione. Questo studio egualmente è il primo per indicare che (dentro l'addome ma fuori del colon) la metastasi peritoneale è significativamente più alta (p=0.00001) in pazienti pediatrici, gli autori riferisce.

“Sebbene alcuni possano pensare che lo studio sollevi più questioni che risponde, illumina almeno il problema in modo da possiamo cominciare lavorare,„ il Dott. Hayes-Giordania ha detto.

Infatti, il Dott. Hayes-Giordania presto sarà co-principale un test clinico che riunirà il tessuto dagli adulti e dai bambini con la malattia peritoneale e condurrà le analisi genetiche per provare ad identificare le differenze in tumori in bambini ed a studiare le alternative del trattamento che avvantaggieranno questi pazienti.

Fino a conoscere più circa tumore del colon pediatrico, il Dott., Hayes-Giordania consiglia i genitori ed i clinici di essere vigilanti. “Sintomi iniziali, quale rigonfiamento, pienezza addominale, necessità addominale generale di disagio di essere catturato seriamente. Devono essere valutati con le scansioni di tomografia computerizzata o altre tecnologie dell'immagine per identificare il problema specifico e non allontanato come l'influenza di stomaco o dolore semplice della pancia dopo il cibo dell'alimento cattivo,„ ha detto.

Il Dott. Hayes-Giordania egualmente raccomanda un'asportazione aperta e chirurgica di procedura chirurgica che elimina tanto del tumore come possibile.

“I bambini non sono piccoli adulti. Dovrebbero essere curati con pensiero indipendente e valutazione attenta,„ ha concluso.