Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I batteri specifici dell'intestino possono predire lo sviluppo di ipertensione arteriosa polmonare

I ricercatori hanno identificato una collezione distinta di batteri trovati nell'intestino che può contribuire a e predice lo sviluppo di ipertensione arteriosa polmonare (PAH), secondo la nuova ricerca pubblicata oggi nell'ipertensione del giornale dell'associazione americana del cuore.

Il PAH è una malattia cronica e progressiva in cui le arterie che forniscono il sangue ai polmoni sono restrette, con conseguente sintomi come dispnea, le palpitazioni cardiache, la fatica ed altre. In PAH, l'ipertensione nelle arterie del polmone fa funzionare con insistenza la destra del cuore troppo duro per pompare il sangue, con conseguente infarto parte di destra-rivestito (incapacità del cuore di pompare adeguatamente sangue). È molto meno comune che la pressione sanguigna sistematica, che rappresenta la forza di sangue che si muove tramite i vasi sanguigni in tutto l'intero organismo.

Ognuno ha una collezione di batteri nel loro intestino - conosciuto come il microbiota - quell'aiuto nella digestione. I ricercatori hanno trovato che quello che ha un profilo specifico di microbiota nel loro intestino ha predetto la presenza di PAH con accuratezza di 83%.

Abbiamo indicato per la prima volta che i batteri specifici nell'intestino sono presenti nella gente con il PAH. Mentre i trattamenti correnti del PAH mettono a fuoco sui polmoni, osservare l'asse intestino/del polmone potrebbe aprire la porta alle nuove terapie concentrate nell'apparato digerente.„

Mohan Raizada, Ph.D., autore di studio del cavo e professore distinto nel dipartimento di fisiologia e di genomica funzionale all'università di istituto universitario di Florida di medicina a Gainesville, Fla.

Per lo studio, i campioni di feci sono stati raccolti da 18 pazienti e da 12 persone del PAH senza una cronologia della malattia cardiopolmonare. Il DNA di microbiota dai campioni di feci è stato isolato ed ordinato stato. La prova ha rivelato un gruppo di batteri unici nei pazienti del PAH che sono stati associati con il PAH.

Ciò è il primo collegamento fra una collezione specifica di batteri e un'ipertensione arteriosa polmonare. Tuttavia, non è la prima volta che i batteri dell'intestino sono stati connessi alle condizioni mediche. Vari profili differenti di microbiota dell'intestino sono stati collegati a varie malattie cardiovascolari compreso ipertensione.

“Molto siamo stati sorpresi vedere una tal associazione all'interno di piccolo gruppo di oggetti di studio,„ ha detto Raizada. “Richiede solitamente ai centinaia di pazienti di raggiungere tale significato.„

Il microbiota dell'intestino sta cambiando costantemente, secondo cui mangiamo, il nostro ambiente e particolarmente il nostro trucco genetico. Tuttavia, Raizada ha detto che i batteri connessi con il PAH sono unici e non sembrano cambiare: “Crediamo che questi batteri particolari siano costanti.„

Se i risultati sono convalidati in un più grande studio, i ricercatori hanno detto che il profilo batterico unico potrebbe contribuire a diagnosticare presto il PAH, possibilmente sostituendo la cateterizzazione dilagante del cuore che è usata oggi per diagnosticare la malattia. Inoltre, i nuovi tipi di trattamento messi a fuoco sull'alterazione del microbiome dell'intestino dei pazienti del PAH hanno potuto essere sviluppati, fornendo la nuova speranza per la fermata della progressione della malattia.

Un'altra domanda importante da ricercare è come i batteri dell'intestino urta i polmoni dei pazienti del PAH. “Non sappiamo se e come i batteri ed i virus dell'intestino fanno il loro modo ai polmoni,„ ha detto Raizada. “Alcuni studi hanno indicato un'incidenza aumentata nella dispersione intestinale fra la gente con ipertensione polmonare, che può permettere che alcuni batteri intestinali entrino nella circolazione sanguigna e circolino ai polmoni in cui possono causare l'infiammazione e piombo ai cambiamenti vascolari.„

“C'è ancora la domanda se il microbiota specifico connesso con il PAH è la causa o il risultato della malattia, quindi, la più ricerca è necessario,„ di Raizada conclusivo.