Una proteina altamente conservata contribuisce a percepire il dolore meccanico, manifestazioni di studio

I ricercatori alla McGill University hanno scoperto che una proteina trovata nella membrana dei nostri neuroni sensoriali è compresa nella nostra capacità di ritenere il dolore meccanico, gettante la base per lo sviluppo di nuovi analgesici potenti.

Lo studio, pubblicato in cella, è il primo alla manifestazione che TACAN, una proteina altamente conservata fra i vertebrati di cui la funzione è rimanere poco chiara, in effetti è compreso nella rilevazione del dolore meccanico convertendo le pressioni meccaniche in segnali elettrici.

Facendo uso degli approcci molecolari e cellulari con l'elettrofisiologia, Reza Sharif-Naeini, un professore nel dipartimento di McGill della fisiologia e del suo gruppo poteva stabilire che TACAN fosse trovato sulla membrana di dolore che percepisce le celle in cui forma il tunnel come i pori, una struttura conosciuta come un canale ionico.

I ricercatori egualmente hanno creato un modello del mouse in cui TACAN potrebbe “essere spento,„ rendente gli animali significativamente meno sensibili agli stimoli meccanici dolorosi.

“Questo dimostra che TACAN contribuisce a percepire il dolore meccanico,„ dice Sharif-Naeini, che è egualmente l'autore senior dello studio.

Una ricerca decennale

Circa 70 anni fa, gli scienziati hanno immaginato che i sensori minuscoli potrebbero essere responsabili del fornire al nostro cervello le informazioni utili circa il nostro ambiente, spiegando il nostro tatto o la nostra capacità ritenere il dolore una volta pizzicati.

Questi sensori da allora sono stati scoperti per essere canali ionici - poro come le strutture capaci di traduzione delle pressioni meccaniche esercitate su una cella nei segnali elettrici che viaggiano al cervello da elaborare - un fenomeno conosciuto come il mechanotransduction.

Questo fenomeno è stato indicato per essere centrale in parecchi trattamenti fisiologici quali l'audizione, il tocco e la sensazione di sete. Ma l'identità del sensore responsabile di dolore meccanico è rimanere evasiva.

Poiché “la maggior parte del dolore che riteniamo - un pizzico o un dito del piede sradicato - è meccanico in natura,„ Sharif-Naeini ha detto che la concorrenza trovare il sensore recentemente scoperto era feroce.

Con il problema sfrenato dell'opioide esageri, l'individuazione ha implicazioni pratiche per la gente che soffre da dolore cronico. I pazienti con i termini quali l'osteoartrite, l'artrite reumatoide o il dolore neuropatico sviluppano spesso il allodynia meccanico, un termine dove i ricevitori meccanici di dolore diventano eccessivamente sensibili. Le cose irrilevanti quali la camminata o un tocco leggero diventano così estremamente dolorose, piombo ad una riduzione significativa della qualità delle loro vite.

Ora che abbiamo identificato il sensore connesso con dolore meccanico, possiamo cominciare progettare i nuovi analgesici potenti che possono bloccare il suo atto. Questa scoperta è realmente emozionante e porta la nuova speranza per il trattamento novello di dolore.„

Reza Sharif-Naeini, professore nel dipartimento di McGill di fisiologia

“TACAN è un canale ionico in questione nella percezione del dolore meccanico„ da Lou che Beaulieu-La Roche et al. è stata pubblicata in cella.

Source:
Journal reference:

Beaulieu-Laroche, L., et al. (2020) TACAN Is an Ion Channel Involved in Sensing Mechanical Pain. Cell. doi.org/10.1016/j.cell.2020.01.033.