Le conferenze integrate di cura diminuiscono la lunghezza della degenza in ospedale per i pazienti di COPD

Gli ospedali possono diminuire drammaticamente la lunghezza del soggiorno di un paziente (da fino a 67%) quando i loro gruppi del fornitore tengono le conferenze integrate di cura (ICCs), una riunione quotidiana affinchè i fornitori dividano le informazioni immediatamente. Tuttavia, il concetto apparentemente ovvio è applicato raramente, secondo i ricercatori nel giornale dell'associazione osteopatica americana.

I pazienti ammessi richiedono ai gruppi pluridisciplinari di fornire la cura, compreso gli infermieri, gli assistenti sociali, i farmacisti e più. La maggior parte dei ospedali la lasciano fino al medico primario per fare il lavoro di cosciotto di coordinazione della quella cura via i diversi email, le telefonate ed in persona le riunioni.

Quando in primo luogo ho incontrato un ospedale con ICCs, ero awestruck da quanto più facile e tutto ha eseguito efficientemente. Alla vasta maggioranza degli ospedali, è lasciato fino al medico primario per cercare e coordinare fisicamente i servizi di sostegno.„

Ryan Shilian, FA, collega adulto e pediatrico immunologia/di allergia con il centro medico di Cleveland degli ospedali universitari e autore principale su questo studio

Una pratica intuitiva con i risultati drammatici

Il Dott. Shilian ha precisato per quantificare il risparmio di temi di ICCs confrontando le durate del soggiorno per i pazienti di COPD a due impianti dell'ospedale universitario. Ciascuno ha avuto la simili assunzione di personale e risorse come pure popolazioni pazienti. La differenza chiave era una mantenuta un ICC quotidiano in cui i rappresentanti da ogni gruppo del curante si sono incontrati per discutere il progresso paziente e per indirizzare le barriere ad uno scarico sicuro. L'altro non ha fatto.

La durata del soggiorno media per i pazienti con COPD all'ospedale con ICCs era dei 3,37 giorni, confrontati ai 5,55 giorni nell'ospedale senza di loro. Ulteriormente, nell'ospedale con ICCs quotidiano, i pazienti invecchiati 40 - 69 anni hanno avuti un'ammissione più breve 67% ed i pazienti hanno invecchiato 70 - 99 anni o più vecchio ha fatto rispetto una durata del soggiorno più breve 36% ai pazienti all'ospedale senza quelle riunioni.

Il Dott. Shilian dice che il modello più comune di coordinamento di cura--senza ICCs--è non solo più lento ma permette più opportunità per miscommunication e le lacune nel trattamento. Aggiunge quello che diminuisce la lunghezza delle degenze in ospedale risparmierà la moneta e migliorerà i risultati pazienti poichè i pazienti avranno meno esposizione ai rischi come le infezioni secondarie ed altre complicazioni.

La vasta maggioranza degli ospedali conduce i giri pluridisciplinari (MDRs) in cui il medico di partecipazione visualizza ogni paziente con un seguito dei residenti, gli studenti di medicina, gli infermieri, i clinici dipendenti ed il personale per discutere le diagnosi e le pianificazioni del trattamento. Il Dott. Shilian nota che MDRs è tenuto spesso al lato del letto, lasciando pochi spazio e tempo affinchè il grande gruppo abbia la discussione significativa e/o input.

Aggiunge che ICCs è tenuto in un auditorium che può accomodare il personale richiesto, ma egualmente fornisce un ambiente più di collaborazione che dedica il tempo per ogni input del membro di gruppo. ICCs piombo tipicamente curando i supervisori, che rappresentano il la maggior parte punto diretto di cura ed è messo a fuoco sul progresso dei pazienti e sull'identificazione dei punti necessari a convincere ogni abbastanza sano paziente per scaricare.

Source:
Journal reference:

Shilian, R., et al. (2020) Daily Integrated Care Conferences to Reduce Length of Hospital Stay for Patients With Chronic Obstructive Pulmonary Disease. The Journal of the American Osteopathic Association. doi.org/10.7556/jaoa.2020.027.