I ricercatori rivelano i nuovi dettagli circa come l'infiammazione della giunzione si evolve nell'artrite reumatoide

I ricercatori dell'istituto di Eliza e di Walter Corridoio hanno rivelato i nuovi dettagli circa come l'infiammazione della giunzione si evolve nell'artrite reumatoide e le celle che prolungano l'attacco infiammatorio.

Sia nei modelli del laboratorio che in campioni clinici umani, il gruppo di ricerca ha segnato le celle con esattezza immuni chiamate celle di uccisore (NK) naturali come sorgente inattesa della proteina infiammatoria GM-CSF nell'artrite reumatoide, la prima bugna che queste celle contribuiscono alle malattie autoimmuni infiammatorie. La ricerca anche spiegata come GM-CSF segnala ad altre celle immuni per prolungare l'infiammazione unita e come GM-CSF che segnala alle celle immuni è tenuto dentro controlla le giunzioni sane.

Queste scoperte hanno potuto indicare i nuovi obiettivi terapeutici potenziali per infiammazione della giunzione di diminuzione nell'artrite reumatoide ed hanno potuto potenzialmente diminuire l'infiammazione nell'altra malattia autoimmune quale la sclerosi a placche.

La ricerca è stata pubblicata nel giornale di medicina sperimentale da un gruppo guidato co dal professor Ian Wicks, dal professor Nicholas Huntington e dal Dott. Cynthia Louis, con il Dott. Fernando Souza-Fonseca-Guimaraes.

Con un'occhiata

  • La proteina GM-CSF di segnalazione delle cellule causa l'infiammazione che si presenta in giunzioni durante l'artrite reumatoide.
  • I nostri ricercatori hanno identificato le celle di uccisore (NK) naturali come sorgente importante di GM-CSF nell'artrite reumatoide, la prima volta queste celle sono state implicate in una malattia autoimmune.
  • Il gruppo egualmente ha identificato la proteina CIS come freno molecolare chiave che inumidisce l'attività e l'infiammazione di GM-CSF, rivelante un nuovo viale terapeutico potenziale per le malattie infiammatorie.

Una sorgente sorprendente di GM-CSF

L'artrite reumatoide è una malattia autoimmune infiammatoria cronica in cui il sistema immunitario attacca erroneamente le giunzioni ed altri tessuti, causanti l'infiammazione, il dolore ed il danno unito a lungo termine.

GM-CSF originalmente è stato scoperto all'istituto di Eliza e di Walter Corridoio come fattore di crescita per i globuli, ma sempre più è riconosciuto come mediatore infiammatorio chiave che determina una serie di malattie autoimmuni.

Il professor Wicks ha detto che la ricerca più iniziale del suo gruppo, insieme ai colleghi all'università di Melbourne, aveva identificato la proteina GM-CSF di segnalazione come contributore importante ad infiammazione unita nell'artrite reumatoide.

Quando abbiamo eliminato GM-CSF, potremmo vedere una riduzione dell'infiammazione. Ciò che trova ha sostenuto lo sviluppo ed i test clinici correnti degli inibitori della segnalazione di GM-CSF come approccio nuovo a trattare l'artrite reumatoide.

Sebbene sappiamo che la segnalazione di GM-CSF era importante nell'infiammazione unita, che le celle stavano producendo GM-CSF all'interno delle giunzioni ed in come questa proteina segnalata dopo avere legato al suo ricevitore su altre celle immuni, non era buono capita.„

Il professor Ian Wicks

Il Dott. Louis ha detto che il gruppo ha scoperto che GM-CSF nelle giunzioni infiammate di artrite è stato prodotto dalle celle immuni chiamate celle di uccisore (NK) naturali. “Questa era una sorpresa perché, finora, le celle di NK sono state pensate soprattutto per essere importanti per annullare infettato da virus o cellule tumorali,„ ha detto. “Questo è la prima volta le celle di NK sono state trovate per contribuire ad infiammazione del tessuto nelle malattie autoimmuni quale l'artrite reumatoide.

“Come pure esaminando il nostro modello del laboratorio dell'artrite, abbiamo esaminato le celle dalle giunzioni della gente con l'artrite reumatoide ed abbiamo confermato che le celle di NK sono effettivamente una sorgente significativa di GM-CSF in pazienti.

“Questa scoperta ha risolto una parte del puzzle circa come l'infiammazione si presenta nell'artrite reumatoide,„ il Dott. Louis ha detto.

Riempiendo nelle lacune

Il gruppo ha rivelato che la proteina CIS è importante per “la commutazione fuori„ dalla segnalazione di GM-CSF, un meccanismo critico per reprimere l'infiammazione distruttiva nell'artrite.

“In assenza di CIS, abbiamo veduto il hyperactivation della segnalazione di GM-CSF ed artrite più severa,„ il Dott. Louis ha detto.

“Questa ricerca ha indicato che se una nuova droga che imita CIS dovesse essere diventata, può contribuire a diminuire gli effetti debilitanti di GM-CSF nell'artrite reumatoide, ma anche in altre malattie infiammatorie determinate da GM-CSF, quale la sclerosi a placche.„

Il professor Wicks ha detto i nuovi aspetti rivelatori la ricerca della segnalazione delle cellule che hanno autorizzato l'indagine successiva. “Siamo molto emozionanti progredire la nostra comprensione dell'artrite reumatoide e potenzialmente altre malattie infiammatorie,„ ha detto.