Esposizione alle onde di calore associate a un aumentato rischio della consegna prematura

Più appena causando il disagio, le onde di calore regionali sono state associate con una serie di rischi sanitari, specialmente per i bambini e gli anziani.

Un nuovo studio dai ricercatori all'università di California San Diego ha identificato un altro gruppo a rischio importante: la gente che è incinta ed i loro infanti futuri. Lo studio, pubblicato l'11 febbraio 2020 nell'internazionale dell'ambiente, trovata che esposizione alle onde di calore durante la settimana prima che la nascita sia collegata forte ad un rischio aumentato di consegna prematura -- più calda la temperatura o più lunga l'onda di calore, maggior il rischio. In particolare, le onde di calore più lunghe della durata sono state associate con l'elevato rischio di una nascita prematura.

Abbiamo esaminato l'esposizione acuta al calore estremo durante la settimana prima della nascita, per vedere se avviasse una consegna più iniziale. Abbiamo trovato un reticolo coerente: l'esposizione al calore estremo aumenta il rischio. E, d'importanza, abbiamo trovato che questo era vero per parecchie definizioni “dell'onda di calore. “„

Sindana Ilango, primo autore, uno studente di PhD nel programma di laurea unito nella salute pubblica a Uc San Diego e San Diego State University

“Abbiamo saputo dagli studi precedenti che l'esposizione al calore estremo durante l'ultima settimana della gravidanza può accelerare il lavoro,„ abbiamo detto Tarik senior Benmarhnia autore, PhD, assistente universitario dell'epidemiologia alla scuola di medicina di Uc San Diego ed istituzione di Scripps di oceanografia. “Ma nessuno aveva provato a capire esattamente che generi di circostanze potrebbero avviare le nascite premature. È la temperatura? È la combinazione della temperatura e dell'umidità? È la durata dell'onda di calore? È importante chiedere a queste domande per sapere quando dobbiamo intervenire ed informare la gente incinta per restare dentro e restare freschi.„

La nascita prematura è definita come nascita prima di 37 settimane della gravidanza, che dura normalmente almeno 40 settimane. Mentre la differenza non potrebbe sembrare significativa, la nascita prematura può causare vari problemi sanitari in infanti, dai disturbi respiratori e cardiaci e dalla temperatura corporea gestente della difficoltà al rischio aumentato per le emorragie cerebrali e le preoccupazioni a lungo termine di salubrità come paralisi cerebrale, le difficoltà di apprendimento e la visione e problemi udito.

“Identificare i fattori di rischio che possono contribuire ai tassi di natalità prematuri aumentati è un pezzo importante di miglioramento dei risultati della nascita,„ Ilango ha detto. Mentre i simili studi precedentemente erano stati intrapresi in altri paesi, compreso il Canada, la Cina e l'Australia, questo è il primo del suo genere da completare negli Stati Uniti.

I ricercatori egualmente hanno compreso le informazioni su umidità ambientale nei loro dati, che pregiudicano “ritengono come„ la temperatura in una regione.

“Nella California costiera, dovuto mutamento climatico, stiamo vedendo le onde termiche più umide,„ ha detto Benmarhnia. “L'aria umida giudica il calore più lungo, che può tenere alto di notte delle temperature, contribuendo alle onde di calore più lunghe. Ciò ha potuto essere importante per le raccomandazioni date alla gente incinta -- non potrebbe essere abbastanza da restare dentro appena durante il giorno, noi potrebbe dovere pensare a cui fare per le temperature di notte, anche.„

I ricercatori hanno usato i dati raccolti dal ministero della California della salute pubblica che ha compreso le informazioni su ogna singolo nascita nello stato della California fra 2005 e 2013, comprendente quasi 2 milione nati vivi durante i mesi dell'estate. Poi hanno categorizzato le persone basate sul loro codice postale ed hanno confrontato i dati di risultato della nascita alle registrazioni ambientali per quell'area quando la persona è entrato in lavoro.

“La California è una regione interessante per questo studio perché ha una popolazione molto diversa sparsa attraverso un'ampia varietà di microclimi, fornente molta variazione nei dati per aiutarci a prendere in giro a parte la relazione fra le temperature elevate ed i tassi di natalità prematuri,„ ha detto Benmarhnia.

Lo studio ha trovato che mentre la tariffa del riferimento della nascita prematura era intorno 7 per cento di tutte le gravidanze, nell'ambito della definizione più conservatrice che classifica un'onda di calore (una temperatura massima media uguale a o maggior del novantottesimo percentile, stante in media 98,11 gradi e durante almeno quattro giorni), il rischio di nascita prematura è stato aumentato di 13 per cento.

Mentre i risultati erano in conformità con l'ipotesi dei ricercatori, “era sorprendente quanto forte la tendenza era,„ ha detto Ilango. “Era così chiaro che poichè la temperatura e la durata di un'onda di calore sono andato su, così ha fatto il rischio di nascita prematura.„

“Egualmente siamo stati sorpresi notare che la durata dell'onda di calore sembra essere più importante della soglia della temperatura,„ Benmarhnia aggiunto. “Abbiamo pensato che la temperatura importasse più, ma risulta che ha più da fare con quanto tempo siete attaccato con le temperature elevate piuttosto che come il piccante è fuori.„

Questi risultati potrebbero essere utilizzati per le raccomandazioni direttamente d'informazione per le famiglie state minacciate dalle temperature elevate nella loro regione, come il tempo regionale di uso delle comunità tende per determinare come definiscono un'onda di calore e quando pubblicare gli avvisi affinchè la gente incinta restasse negli spazi condizionati aria. La ricerca futura esaminerà gli effetti di altre condizioni ambientali collegate a mutamento climatico sui risultati della nascita, compreso l'esposizione al fumo di incendio violento e che cosa i ricercatori hanno chiamato “il micro effetto dell'isola del calore„ -- l'impatto che spazi verdi come le soste e fa il giardinaggio può avere sui microclimi locali.

“Vogliamo pensare alla grande maschera,„ ha detto Ilango. “Oltre a diminuire l'esposizione personale, città debba considerare gli interventi di pianificazione di città che possono diminuire gli impatti delle onde di calore come pure altre pianificazioni per attenuarsi ed adattarsi a mutamento climatico per proteggere le sanità.„

Source:
Journal reference:

Ilango, S.D., et al. (2020) Extreme heat episodes and risk of preterm birth in California, 2005–2013. Environment International. doi.org/10.1016/j.envint.2020.105541.