Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori di Purdue creano le spirali portabili e stretchable per lo scansione migliorato di MRI

Chiunque che abbia avuto un mammogramma o un MRI sa scomodo e maldestro le prove possono essere. Ora, i ricercatori di Purdue University hanno catturato la tecnologia utilizzata nella difesa e nelle industrie aerospaziali per creare un modo novello di fare un certo imaging biomedico.

Una ragione che le prove sono scomode è che utilizzano spesso le spirali rigide (RF) di radiofrequenza per individuare i segnali dall'organismo. Ora, il gruppo di Purdue ha sviluppato le spirali di rf che sono formable e stretchable.

Imagine che vanno per una sessione della rappresentazione ed essi attaccano su un fabbricato comodo con le spirali incassate dentro. Abbiamo creato un fabbricato adattabile, portabile e stretchable ricamato con i thread conduttivi che fornisce il rapporto segnale-rumore eccellente per lo scansione migliorato di MRI.„

Joseph Rispoli, assistente universitario di assistenza tecnica biomedica ed elettrico e di ingegneria informatica nella facoltà di ingegneria di Purdue

Il lavoro del gruppo di Purdue è comparso nelle transazioni di IEEE del giornale su assistenza tecnica biomedica.

Gli approcci correnti a migliorare il rapporto segnale-rumore, conosciuto come SNR, comprendono la modellatura ricevono le schiere della spirale per comprendere un modulo generalizzato della parte del corpo di interesse, ma questi sono spesso rigidi e richiedono il paziente sono posati in un modo specifico. La spirale flessibile e stretchable del Purdue ha potuto essere collocata vicino all'interfaccia su un'area o su una giunzione, indipendentemente dal suo posizionamento.

La tecnologia del thread utilizzata nell'innovazione di Purdue è simile a quella trovata nelle domande di industrie di difesa e di spazio aereo. Rispoli ha detto che la tecnologia egualmente è applicabile al petto MRI ed a migliorare la comunicazione dell'apparecchio medico facendo uso delle antenne portabili o impiantabili.

“La nostra manifestazione preliminare di risultati un'unità completa sarà superiore in tutti gli aspetti della prova diagnostica, compreso la sensibilità aumentata e meno falsi positivi,„ Rispoli ha detto.

Gli innovatori stanno lavorando con l'ufficio delle fondamenta di ricerca di Purdue della commercializzazione della tecnologia per brevettare la tecnologia. L'ufficio recentemente è entrato nel centro di convergenza per innovazione e nella collaborazione nel distretto della sosta di scoperta, situati sul lato ovest della città universitaria di Purdue.

I ricercatori stanno cercando i partner per continuare a sviluppare la loro tecnologia. Per ulteriori informazioni su opportunità d'autorizzazione ed altre, contatti Patrick Finnerty di OTC a [email protected] e citi il codice 2019-RISP-68630 del cingolo.

Gli istituti della sanità nazionali hanno costituito un fondo per alcuno del lavoro sulla tecnologia. Gli innovatori di Purdue egualmente hanno presentato la tecnologia alla società internazionale per a risonanza magnetica nella riunione annuale della medicina e nell'assistenza tecnica internazionale di IEEE nella conferenza di biologia e della medicina.

Rispoli egualmente è un membro della consegna della droga e del programma di percezione molecolare al centro di Purdue University per ricerca sul cancro, dove lavora alle tecnologie per diagnosticare e riflettere il cervello, il petto ed altri cancri.

Source:
Journal reference:

Vincent, J & Rispoli, J.V. (2019) Conductive Thread-Based Stretchable and Flexible Radiofrequency Coils for Magnetic Resonance Imaging. IEEE Transactions on Biomedical Engineering. doi.org/10.1109/TBME.2019.2956682.