I ricercatori scoprono il potenziale antibiotico nascosto del composto della cannabis

Le agenzie di salute pubblica universalmente hanno identificato la resistenza a antibiotici dei batteri malattia-causanti come una delle sfide più critiche dell'umanità. Tuttavia, gli scienziati non hanno scoperto una nuova classe di antibiotici durante più di 30 anni. Ora, i ricercatori che riferiscono nelle malattie infettive di ACS hanno scoperto il potenziale antibiotico nascosto di un composto non psicoattivo della cannabis chiamato cannabigerol (CBG), che ha aiutato le infezioni meticillina-resistenti di staphylococcus aureus di controllo (MRSA) in mouse.

Per secoli, gli impianti della cannabis sono stati utilizzati nella medicina piega. Oggi, gli scienziati stanno cominciando soltanto a studiare se i composti differenti della cannabis potrebbero essere usati per trattare varie malattie. Gli studi iniziali hanno indicato che alcuni cannabinoidi possono rallentare la crescita dei batteri gram-positivi, quali i batteri s.aureus, Ma non gram-negativi, quale Escherichia coli. Eric Brown e colleghi ha voluto verificare i beni antibatterici di parecchi cannabinoidi contro sia MRSA che i batteri gram-negativi.

I ricercatori hanno verificato l'attività antibatterica di 18 molecole cannabis-derivate, compreso il cannabidiol (CBD), il tetrahydrocannabinol (THC) e CBG, contro MRSA. Egualmente hanno verificato la capacità di queste sostanze di impedire la formazione di biofilms sulle superfici e di uccidere “il persistor„ dormiente MRSA che sono altamente resistenti agli antibiotici. CBG ha eseguito il meglio in queste prove, in modo dai ricercatori hanno scelto di studiarlo più ulteriormente. Quando hanno trattato i mouse MRSA-infettati con CBG, lavorato composto come pure vancomicine, un antibiotico potente. I ricercatori hanno scoperto che CBG mira alla membrana cellulare dei batteri gram-positivi e da sè, non è efficace contro i batteri gram-negativi, che hanno una membrana esterna supplementare. Tuttavia, hanno trovato che se dessero CBG con un'altra droga che colpisce i fori in questa membrana esterna, CBG potrebbe raggiungere la membrana interna ed uccidere i batteri gram-negativi.

Source:
Journal reference:

Farha, M.A., et al. (2020) Uncovering the Hidden Antibiotic Potential of Cannabis. ACS Infectious Diseases. doi.org/10.1021/acsinfecdis.9b00419.