Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'alta assunzione delle bevande zuccherate può influenzare il rischio per la dislipidemia

Gli adulti di mezza età e più anziani che hanno bevuto il quotidiano zuccherato delle bevande erano al maggior rischio di sviluppare i livelli anormali del trigliceride e del colesterolo confrontati a coloro che ha bevuto raramente quelle bevande, secondo un nuovo studio epidemiologico pubblicato oggi nel giornale dell'associazione americana del cuore.

Lo studio, piombo dagli scienziati al centro di ricerca dell'alimentazione umana di Jean Mayer usda su invecchiamento alla Tufts University (HNRCA), trovata che gli adulti che hanno bevuto almeno un quotidiano zuccherato della bevanda durante il periodo più recente di seguito, che era di approssimativamente quattro anni prima della valutazione dei livelli di lipidi, hanno avuti una probabilità più d'altezza 98 per cento di sviluppare il buon) colesterolo basso di HDL (e una probabilità più d'altezza 53 per cento di sviluppare gli alti trigliceridi, una volta confrontato al gruppo che ha consumato raramente le bevande zuccherate. I ricercatori hanno osservato risultati simili quando hanno esaminato le assunzioni a lungo termine delle bevande zuccherate durante il tempo di seguito di circa 12 anni.

Il colesterolo ed i trigliceridi fa parte di che cosa si riferisce a comunemente come prova completa del colesterolo. Quando alcuni elementi della prova sono anormali, la circostanza è chiamata dislipidemia, che pregiudica approssimativamente la metà degli adulti americani. Il cattivo) colesterolo elevato ed i trigliceridi di LDL (, con i bassi buoni livelli del colesterolo, indicano un elevato rischio per la malattia di cuore.

I risultati indicano quell'alta assunzione delle bevande con lo zucchero aggiunto, quale soda, perforazione di frutta o della limonata, possono influenzare il rischio per la dislipidemia mentre invecchiamo. Una strategia dietetica da contribuire a mantenere i livelli più sani del colesterolo e del trigliceride di sangue può essere di evitare le bevande con gli zuccheri aggiunti.„

Nicola McKeown, corrispondere ed ultimo autore, epidemiologo nutrizionale al HNRCA

I ricercatori egualmente hanno trovato che l'alta assunzione zuccherata della bevanda è stata associata con i livelli del colesterolo e del trigliceride di HDL che, misurati ad intervalli approssimativamente quadriennali, stavano muovendo nella direzione sbagliata fra i bevitori zuccherati quotidiani della bevanda una volta confrontati a coloro che ha bevuto raramente le bevande con lo zucchero aggiunto - anche per un gruppo di adulti di cui l'età media era nel loro 40s.

“Con questi più giovani partecipanti, abbiamo veduto i cambiamenti sfavorevoli, ma erano troppo giovane probabile durante il breve periodo di seguito per sapere se finalmente sviluppassero la dislipidemia,„ hanno detto prima Danielle Haslam autore. “I nostri risultati contribuiscono alle prove crescenti che le bevande zuccherate dovrebbero essere evitate per contribuire a mantenere la salubrità a lungo termine.„ Haslam era uno studente di laurea al Gerald J. ed a Dorothy R. Friedman School di scienza e di polizza di nutrizione alla Tufts University che lavora nel programma nutrizionale dell'epidemiologia al HNRCA ai tempi dello studio.

I ricercatori egualmente hanno studiato le bevande del succo e di dieta di frutta di 100%, sostituzioni comuni per le bevande zucchero-zuccherate, ma non hanno trovato associazioni coerenti con i cambiamenti avversi in colesterolo ed hanno aumentato il rischio di dislipidemia. Eppure, i ricercatori sollecitano la moderazione.

“Siamo più ricchi estiguendo la nostra sete con acqua. La ricerca emergente su consumo a lungo termine di soda di dieta su salubrità è inconcludente, in modo da è prudente da dire che bevande di dieta dovrebbe soltanto essere un'indulgenza occasionale,„ ha detto McKeown. “Per quanto riguarda il succo di frutta di 100%, limitare il più bene consumo e consumare l'intera frutta una volta possibile, come raccomandato dalle 2015-2020 linee guida dietetiche per gli Americani.„

“I nostri risultati indicano che che cosa mettiamo in nostro vetro può contribuire al maggior rischio di malattia cardiovascolare via il peggioramento dei livelli di lipidi. Che gestiscono di sangue il colesterolo e del trigliceride i livelli è uno scopo importante e una strategia di promessa per impedire attacco di cuore e colpo,„ McKeown ha detto.

Come previsto e coerente con la ricerca precedente, il consumo di bevande zuccherato non è stato collegato per rischiare per il cattivo) colesterolo superiore di LDL (, gli autori hanno detto.

I ricercatori hanno analizzato i dati da più di 5,900 persone, confrontando cambiano nelle concentrazioni nel colesterolo e nel trigliceride di sangue fra gli esami. I partecipanti sono stati categorizzati secondo i tipi e la frequenza di bevande che hanno consumato. I partecipanti di studio sono stati esaminati ad intervalli di quattro anni in media e sono stati seguiti per circa 12 anni come componente dello studio del cuore di Framingham, che ha riflesso le generazioni multiple per identificare i contributori alla malattia cardiovascolare. Nella loro analisi statistica, i ricercatori hanno registrato per ottenere altri fattori conosciuti alle concentrazioni nel colesterolo e nel trigliceride di influenza, quali l'obesità, la qualità globale di dieta, l'attività fisica, l'ingestione di alcol e l'uso di colesterolo-abbassamento delle droghe.

Ci sono alcune limitazioni allo studio, compreso l'uso dei dati auto-riferiti dell'alimento dai questionari di frequenza dell'alimento. I risultati sono egualmente soltanto generalizzabili agli adulti di mezza età o più anziani di origine europea. dovuto la sua progettazione d'osservazione, lo studio non riflette una relazione causale fra il consumo zuccherato della bevanda ed i livelli anormali del trigliceride e del colesterolo.

Source:
Journal reference:

Haslam, D.E., et al. (2020) Beverage Consumption and Longitudinal Changes in Lipoprotein Concentrations and Incident Dyslipidemia in US Adults: The Framingham Heart Study. Journal of the American Heart Association. doi.org/10.1161/JAHA.119.014083.