Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuova promessa immunotherapeutic di manifestazioni di strategia combattere fuori i biofilms contagiosi

Lo stesso bicarbonato di sodio di modo riparte il grasso e la sporcizia, rendente le superfici più facili pulire, ricercatori alla scuola di medicina di Lewis Katz alla Temple University (LKSOM) ora indica che una nuova molecola terapeutica può separare le comunità dei batteri nocivi, aprenti la strada per gli antibiotici di batterio-uccisione a più efficacemente cambia aria le infezioni.

Le Comunità dei batteri conosciuti come i biofilms sono rinomate per la formazione sugli apparecchi medici impiantati, quali i cateteri e la protesi e sui tessuti nell'organismo, in cui provocano le infezioni croniche ed a volte pericolose in pazienti. I Biofilms sono estremamente difficili da sradicare, perché, unito ad una matrice impermeabile, i microbi possono resistere agli antibiotici e ad altri agenti che li eliminerebbero altrimenti.

La nuova molecola, un tipo di anticorpo monoclonale, tuttavia, può aprire questi biofilms, causanti la loro dissociazione. È il primo agente del suo genere per mostrare la promessa come strategia immunotherapeutic combattere fuori i biofilms contagiosi.

Con questo nuovo anticorpo, apriamo la porta per le migliori strategie del trattamento per i pazienti che soffrono dalle infezioni croniche connesse con gli apparecchi medici impiantati o che soffrono dalle infezioni ricorrenti, quali le infezioni ripetute dell'apparato urinario.„

Cagla Tukel, PhD, professore associato nel dipartimento di microbiologia e di immunologia a LKSOM ed autore senior sul nuovo studio

Lo studio è stato pubblicato online nelle comunicazioni della natura del giornale.

Il nuovo anticorpo, nominato 3H3, è stato isolato da un soggetto umano in buona salute da Scott K. Dessain, il MD, il PhD, un professore all'istituto di Lankenau per ricerca medica ed il co-author sul nuovo studio. DRS. Dessain e Tukel sono stati intrigati da capacità 3H3's di fissare ad beta-amiloide, una proteina appiccicosa quella funziona anormalmente nel morbo di Alzheimer. Un modulo del curli chiamato amiloide è secernuto dalle celle batteriche ed è una componente importante dei biofilms. Il curli batterico dell'amiloide agisce come colla, permettendo alle celle batteriche di aderire ad una un altra e di formare una pellicola continua sopra una superficie.

Negli esperimenti con i biofilms di Typhimurium serovar di enterica contagioso della salmonella, che forma i biofilms nel tratto intestinale umano e sugli apparecchi medici, il gruppo del Dott. Tukel ha trovato che l'associazione dell'amiloide da 3H3 ha interrotto la formazione del biofilm, causante la separazione di celle batteriche all'interno del biofilm. I ricercatori poi hanno provato l'anticorpo in mouse infettati con il biofilm catetere-associato di S. Typhimurium. In questi animali, le iniezioni 3H3 egualmente piombo a dissociazione del biofilm e, una volta seguite dalla terapia antibiotica, permessa l'estirpazione rapida di diverse celle batteriche dagli animali.

Non ci sono corrente terapie attuali che sono usate clinicamente ai biofilms dello smembramento. Qui il gruppo del Dott. Tukel ha indicato che mentre 3H3 rompe il biofilm, egualmente ha impedito ai batteri di dissociazione di entrare nella circolazione, dove potrebbero causare la sepsi. 3H3 è stato trovato per legare alle diverse celle batteriche che facilitano il loro assorbimento dalle celle immuni. Di conseguenza, questo approccio novello ha il potenziale di diminuire il rischio di sepsi.

“Siamo molto emozionanti circa questi risultati,„ il Dott. Tukel ha detto. “C'è grande esigenza di un'immunoterapia che può essere utilizzata accanto agli antibiotici più bassi della dose o ad altri antimicrobici a sicuro e efficacemente sradicare i biofilms nelle impostazioni contagiose.„

Il Dott. Tukel e colleghi pianificazione accanto alla prova 3H3 su un'ampia varietà di biofilms. Altrettanti batteri patogeni importanti producono il curli o gli amiloidi del tipo di curli nei loro biofilms, quali Escherichia coli, lo staphylococcus aureus e Pseudomonas aeruginosa, questa immunoterapia novella ha il potenziale di applicarsi ad un'ampia varietà di infezioni.

“Egualmente stiamo sviluppando un approccio clinico,„ il Dott. Tukel abbiamo notato. “I nostri risultati preclinici in animali stanno promettendo ed abbiamo identificato un chiaro percorso allo sviluppo clinico.„

Source:
Journal reference:

Tursi, S.A., et al. (2020) Salmonella Typhimurium biofilm disruption by a human antibody that binds a pan-amyloid epitope on curli. Nature Communications. doi.org/10.1038/s41467-020-14685-3.