Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'invecchiamento e la concorrenza per le sostanze nutrienti determinano i cambiamenti nei batteri dell'intestino

Due studi con le scoperte sorprendenti: negli anziani, il batterio Escherichia coli si evolve in un modo che può diventare potenzialmente patogeno ed aumenta il rischio di malattia e, secondo i dati ottenuti in altro studio, il metabolismo dello stesso batterio presente nel microbiota si evolve diversamente se è solo o accompagnato da altri batteri. I gruppi di ricerca da Instituto Gulbenkian de Ciência (IGC) quelle evoluzione, immunità e microbiologia di studio hanno pubblicato due articoli nell'ultima edizione di BIOLOGIA CORRENTE.

Guidato tramite la scoperta dei meccanismi connessi con il microbiota (l'insieme dei microbi che compongono la flora intestinale) ed il suo impatto su salubrità, i due articoli scientifici ora pubblicati sono il risultato di lavoro precedentemente sviluppato al IGC e che fa partecipare tre gruppi di ricerca. Nel 2014, quando i ricercatori in primo luogo hanno rend contoere che il batterio Escherichia coli, una volta presentato nel host, nelle mutazioni genetiche sviluppate con velocità e nella frequenza mai prima preveduta, nuove domande è sorto: Che cosa è l'influenza delle altre specie di batteri nell'intestino in questo trattamento? Che influenza ospita l'invecchiamento ha sul trattamento? Che impatto l'infiammazione ha sull'evoluzione del microbiota? Che mutazioni genetiche accadono e come accadono?

Facendo uso del mouse come modello animale (host) e del batterio Escherichia coli, un colonizzatore ben esaminato dell'intestino umano che è suscettibile delle mutazioni nel tratto intestinale, i gruppi di ricerca hanno rivelato due nuovi meccanismi nel microbiota.

Il gruppo di ricerca piombo da Isabel Gordo è interessato nella comprensione come i batteri si evolvono. Sapendo che la vecchiaia piombo ai cambiamenti nella composizione dei batteri dell'intestino, le popolazioni guardate ora pubblicate di studio di giovani e vecchi mouse e howE. coli si è evoluto in entrambe le comunità.

Supporre che la vecchiaia è associata con un deterioramento progressivo del host funziona, il fatto sorprendente che è derivato da questo lavoro indica che Escherichia coli si evolve negli anziani per fare fronte all'ambiente stressante, diventante potenzialmente patogeno e potenzialmente aumentante il rischio di malattia.

L'infiammazione connessa con la vecchiaia del host fornisce un fattore di stress aggiunto al batterio nell'intestino, inducente lo a evolversi in una versione potenzialmente più pericolosa alla salubrità del host.

Per Isabel Gordo, guida del gruppo di ricerca, “era affascinante osservare che in appena un mese di colonizzazione di vecchi mouse, l'evoluzione di Escherichia coli ha rivelato la sua versatilità nell'acquisto delle mutazioni capaci di adattamento alla pressione imposta tramite l'infiammazione aumentata dell'intestino„.

Le scoperte ora fatte permetteranno l'inizio di nuova ricerca messa a fuoco sullo studio su questi meccanismi nella gente con la malattia di viscere infiammatoria. Nelle influenze sole e infiammatorie del Portogallo di viscere di malattia (quali colite ulcerosa ed il morbo di Crohn) circa 7000 a 15000 persone e negli impatti la loro qualità di vita.

Sapendo che Escherichia coli si evolve diversamente in giovani ed in anziani, poiché nell'intestino degli anziani il tipo di specie di colonizzazione differisce dal tipo che colonizza il più giovane, i ricercatori hanno voluto capire come questo batterio agisce quando da solo o quando di accompagnamento.

Il gruppo di ricerca piombo da Karina Xavier, responsabile dello studio delle funzionalità di segnalazione dei batteri, trovate che il metabolismo di Escherichia coli differisce se è solo o nella società di altri batteri.

Una volta presentato nel host da solo, Escherichia coli è risultato essere un colonizzatore eccellente, guadagnante molto spazio nel suo ambiente e consumante gli amminoacidi. Quando è presentato nella società degli altri batteri dal microbiota, i coccoides di Blautia, la ricerca hanno rivelato che i cambiamenti genetici del batterio sono accaduto più velocemente e in un mora differenziasse il modo dovuto l'interazione: c'è concorrenza affinchè le sostanze nutrienti disponibili e gli inizio di Escherichia coli consumi altre sostanze nutrienti, solo disponibile fatto dovuto la presenza di coccoides del B.

Questo lavoro indica che l'evoluzione di Escherichia coli nell'intestino del mouse sta rispondendo soprattutto all'interazione con altri membri del microbiota.

Secondo la guida del gruppo di ricerca, Karina Xavier:

I nostri dati dimostrano che la presenza di specie in competizione nell'intestino di ospite altera l'ambiente metabolico dell'intestino ed i batteri si adattano rapidamente al nuovo ambiente metabolico rimodellando il loro metabolismo “.

Quando da solo nell'intestino Escherichia coli si è evoluto per essere più efficiente in amminoacidi di consumo, come queste erano le sostanze nutrienti più abbondanti negli intestini. In presenza di un membro degli amminoacidi di microbiota diventi insufficiente e gli zuccheri semplici rilasciati dal metabolismo dei membri di micobiota diventano disponibili e così selezione favorita evoluzione per i mutanti che sono migliori nel consumo dei questi composti. In futuro “studieremo come il microbiota reagisce e si evolve in presenza dei comportamenti differenti ospite, quale il tipo di dieta e come questo è riflesso nella salubrità o nella patogenicità.„