Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

COVID-19 non è trasmesso dalle madri incinte ai bambini, lo studio suggerisce

Per concludere, le certe buone notizie sono emerso circa il coronavirus novello che si è sparso a circa 50 paesi attraverso il mondo. Professori cinesi riferiscono nelle frontiere del giornale nella pediatria che non sembra che l'infezione virale sia trasmissibile dalle madri incinte ai neonati alla nascita.

Lo studio è il secondo dalla Cina entro l'ultimo mese per confermare che le madri infettate con la malattia 2019 (COVID-19) di coronavirus durante la gravidanza non hanno infettato i loro bambini.

Tutte e quattro le madri nello studio corrente, che ha messo a fuoco sulla salubrità dei neonati, hanno dato alla luce all'ospedale del sindacato di Wuhan mentre infettate. Wuhan nella provincia di Hubei è creduta per essere l'epicentro dello scoppio corrente che ha nauseato più di 100,000 persone universalmente ed è uccisa più di 3.400 -- la maggior parte di loro in Cina.

Nessuno degli infanti hanno sviluppato tutti i sintomi seri connessi con COVID-19 quali febbre o la tosse, sebbene tutti inizialmente fossero isolati nelle unità di cure intensive neonatali e nella formula data. Tre dei quattro hanno verificato la quantità negativa ad infezione respiratoria che segue un tampone della gola, mentre la madre del quarto bambino ha rifiutato l'autorizzazione per la prova.

Si neonato ha avvertito un'emissione respirante secondaria per i tre giorni che è stata trattata tramite ventilazione meccanica non invadente. Due bambini, compreso quello con un problema respiratorio, hanno avuti eruzioni dell'organismo che finalmente sono scomparso da sè.

È impossible da concludere se c'è una connessione fra questi altri emissioni e COVID-19 medici. “Non siamo sicuri l'eruzione eravamo dovuto l'infezione del COVID-19 della madre,„ ha detto il Dott. Yalan Liu del co-author di studio all'università di Huazhong di scienza e tecnologia. Egualmente lavora nel dipartimento di pediatrico all'ospedale del sindacato.

Tutti e quattro gli infanti rimangono in buona salute e le loro madri anche completamente recuperate.

Nello studio retrospettivo precedente su nove madri incinte infettate con COVID-19, i ricercatori egualmente non hanno trovato prova che l'infezione virale potesse passare al bambino. Tutte e nove le nascite sono state fatte dalla sezione cesarean. Tre delle quattro gravidanze nello studio corrente egualmente sono stati portati per definire dalla C-sezione.

Per evitare le infezioni causate dalla trasmissione perinatale e postnatale, i nostri ostetrici ritengono che la C-sezione possa essere più sicura. Soltanto una madre incinta ha adottato la consegna vaginale a causa dell'inizio del trattamento di lavoro. Il bambino era normale. Forse la consegna vaginale è GIUSTA. Ha bisogno di ulteriore studio.„

Dott. Yalan Liu, co-author di studio, università di Huazhong di scienza e tecnologia

Negli scoppi precedenti di coronavirus, gli scienziati non hanno trovato prova della trasmissione virale dalla madre al bambino, ma il SAR e MERS erano entrambe l'associato con “la malattia materna critica, l'aborto spontaneo, o persino la morte ostetrica,„ secondo Liu.

Globalmente, i 3,4 per cento stimato dei casi riferiti COVID-19 sono morto, secondo gli ultimi dati dall'organizzazione mondiale della sanità. In confronto, l'influenza stagionale uccide generalmente ben più poco di 1 per cento di quelle infettato. Tuttavia, COVID-19 non sembra spargersi facilmente quanto l'influenza. Si noti che la trasmissione ed i tassi di mortalità sono corrente conforme a cambiamento ed alla revisione come la più ricerca è effettuata sul virus.

Gli autori hanno detto che le indagini successive in altri aspetti dell'infezione potenziale COVID-19 in neonati ed in bambini sono necessarie. Per esempio, la sensibilità del test diagnostico corrente per la rilevazione del virus è circa 71 per cento, in modo da suggeriscono di valutare la sua affidabilità in bambini.

Verso quell'estremità, i ricercatori stanno raccogliendo i campioni supplementari dai neonati, compreso placenta, liquido amniotico, sangue neonatale e liquido gastrico, tra l'altro, per individuare i ricevitori possibili per il virus.

Source:
Journal reference:

Chen, Y., et al. (2020) Infants Born to Mothers With a New Coronavirus (COVID-19). Frontiers in Pediatrics. doi.org/10.3389/fped.2020.00104.