Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli esperti in assistenza tecnica del MTU fanno parte del movimento del ventilatore di open source per sormontare COVID-19

Mentre COVID-19 continua a spargersi, la comunità di ricerca sta cercando le soluzioni. Oltre a lavoro sui vaccini e sulla medicina, la tecnologia medica è necessaria. In casi gravi di COVID-19, la malattia attacca l'apparato respiratorio ed uno dei gravi ostacoli principali nel trattamento sta avendo abbastanza ventilatori.

La comunità del hardware di open source vuole cambiare quella.

Joshua Pearce, Richard Witte ha dotato professore di scienza dei materiali e l'assistenza tecnica e un professore di elettrico e di ingegneria informatica, è un esperto nel hardware di open source e un co-editore-in-capo di HardwareX, un giornale scientifico principale del hardware di open source.

“La ricerca sui ventilatori di open source non è nuova, ma quando ha cominciato una decade fa la tecnologia non era là. Ora è ed abbiamo motivazione sostanziale e dobbiamo appena riunire tutte le informazioni,„ Pearce ha detto, spiegando che il hardware del laboratorio 3D-printed e l'altra tecnologia di open source possono essere redditizi ed incoraggia il miglioramento di progettazione. “Neppure gli apparecchi medici complessi non saranno fuori del regno della possibilità più.„

Pearce, che dirige il laboratorio aperto della tecnologia di sostentamento economico di tecnologia del Michigan (PIÙ), ha unito l'iniziativa Open Source di tecnologia del Michigan, che collabora con i gruppi come i forti ingegneri utili 9.000+, composti dei creatori, dei pirati informatici, del personale medico, degli ingegneri e di altri ricercatori intorno al mondo. Molte prospettive convergono su un singolo scopo: ottenere 3D-printed, i ventilatori di open source e l'altro hardware medico in cui sono necessari sormontare COVID-19.

Tuttavia, la competenza tecnologica non è la stessa come la competenza medica (e prova chiave di convalida per i ventilatori di open source richiede un laboratorio con un polmone sintetico -; non qualcosa che la maggior parte della gente tenga intorno al loro makerspace). Lo scopo finale è medico-grado, progettazioni a basso costo, che possono essere fatte facendo uso delle tecnologie di fabbricazione distribuite, come i sistemi di stampa 3D o di fresatura del circuito, da chiunque che li abbia bisogno di localmente. Per usarli, la comunità medica ha bisogno della certezza che una progettazione di open source gestirà come previsto e non arreca danni.

Come gli editori di HardwareX scrivono nel loro annuncio, “questo numero speciale è dedicato a controllare le caratteristiche tecniche e la riproducibilità di hardware medico aperto che può aiutare durante questa pandemia globale.„

Egualmente notano che, dovuto l'urgenza, Elsevier ha reso a platino di HardwareX l'accesso aperto per il numero speciale, significare tutti gli articoli pari-sarà esaminato rapido ed accesso aperto pubblicato sopra l'accettazione e tutte le spese di trattamento dell'articolo saranno rinunciate. O, poichè Pearce lo mette per hardware aperto, “dobbiamo provarlo, lo controlliamo e lo inviamo fuori all'universo.„

Il lavoro non è chiaro o facile. Oltre a dare la priorità al lavoro remoto ed al sociale che distanziano come gran parte del mondo di funzionamento, un'altra limitazione a combattere COVID-19 è accesso a hardware. Ciò include i ventilatori, le stanze di pressione negativa (stanze disperse nell'aria di isolamento di infezione), i concentratori dell'ossigeno, gli ossimetri di impulso, i flusso-separatori per i rifornimenti di ossigeno, i flussometri, i forconi nasali/cannulae nasali, i cateteri nasali flessibili, le maschere di ossigeno, i termometri senza contatto, i respiratori N95 ed i respiratori alimentati e ad aria purificata.

Anche con incertezza circa se le aziende manifatturiere sono disposte a lasciare open source aiutare fuori, c'è pressione immensa ottenere una progettazione un -; e digiuni. Come precisato dal redattore capo di scienza, il successo del ripristino del mondo dipende da cui la comunità di ricerca può capire, attenuarsi ed applicare.

La tecnologia permettendo a molti noi di lavorare a casa è la stessa tecnologia che connette la comunità globale di open source. Le loro conversazioni stanno accadendo nell'allentamento, su Facebook e con molti, molti email. I lotti delle opportunità di ottenere implicati esistono.