Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Mappatura del genoma della cannabis per migliorare agricoltura e le sanità

Aprire la piena capacità della cannabis per l'agricoltura e le sanità richiederà uno sforzo scientifico coordinato per montare e mappare il genoma della cannabis, dice uno studio internazionale appena pubblicato piombo dall'università di ricercatori di Saskatchewan.

In un'analisi statistica importante dei dati attuali e degli studi pubblicati nella rassegna annuale di biologia dell'impianto, gli autori concludono là sono grandi lacune nella conoscenza scientifica di questo ventriglio molto richiesto e multiuso.

“Tenendo conto dell'importanza di genomica nello sviluppo di tutto il ventriglio, questa analisi sottolinea l'esigenza di uno sforzo coordinato per quantificare la diversità genetica e biochimica del questo specie,„ lo stato degli autori.

Il gruppo, che include gli scienziati nei Paesi Bassi, in Germania e negli Stati Uniti, trovato che meno di 50 per cento del genoma della cannabis sono mappati esattamente, con circa 10 per cento del genoma che manca ed altri 10 - 25 per cento unmapped.

Ciò significa che manchiamo delle fondamenta su cui costruire un allevamento molecolare programmi per la cannabis comparabile a che cosa esiste per altri ventrigli.

Sviluppare un materiale genetico di alta qualità fornirebbe le particelle elementari per all'l'allevamento basato a genomica e le applicazioni a salute degli animali e dell'essere umano, mentre rinforzando le associazioni di università-industria.„

Tim Sharbel, autore principale, botanico nell'istituto universitario di USask di agricoltura e Bioresources

I risultati serviranno da pietra angolare per vari tipi di ricerche condotti con dall'l'iniziativa guidata USask della ricerca di cannabinoido di Saskatchewan (CRIS), hanno detto Sharbel. Il gruppo pluridisciplinare egualmente ha fatto partecipare i ricercatori di USask dall'istituto universitario della farmacia e della nutrizione, dall'istituto universitario di medicina e dal banco dell'ambiente e del sostentamento economico.

“Questi dati sono cruciali per l'installazione della collezione di base dei genotipi che possono essere usati per studiare i vari tratti della cannabis,„ lui hanno detto.

Sharbel ha notato che l'accettazione sociale e governativa recente della cannabis ha stimolato l'interesse crescente dalle società nelle applicazioni mediche di uso della cannabis. Sta cercando i partner dell'industria della pianta medicinale per contribuire a costituire un fondo per la ricerca accademica che mapperà, confronterà ed utilizzerà pienamente i genoma strettamente connessi delle cannabis, della canapa e del luppolo.

“Questa iniziativa si trasformerebbe in in parte di uno sforzo guidato dall'industria per scambiare le risorse e migliorare la cannabis, canapa e luppolo per i beni medicinali ed industriali,„ ha detto.

“Se possiamo pubblicare gli studi finalizzati per indicare che determinati composti possono trattare i disordini umani con significato statistico, poi entrante tali informazioni nel sistema di assistenza sanitaria statale--per esempio, come una base per un numero di identificazione della droga definito ad un prodotto di droga prima che possa essere commercializzato nel Canada--sia di notevole vantaggio alle società.„

Prima dell'aggiunta del USask, Sharbel ha lavorato alle piante medicinali con sia i partner dell'industria che accademici per 15 anni in Europa, studianti gli effetti dell'erba tedesca della camomilla sui disordini digestivi e del mosto di malto di St John su demenza.

“Le piante medicinali sono enorme importanti alla società, hanno uso tradizionale lungo in tutto storia dell'umanità e rappresentano le motivazioni importanti proteggere la biodiversità. L'emergenza dell'industria della cannabis è un buon driver per un più grande scopo di introdurre le piante medicinali tradizionali nella corrente principale,„ ha detto.

Gli autori hanno trovato, nei dati limitati che esistono, nel contributo alle indennità-malattia potenziali delle cannabis, compreso i trattamenti per dolore, spasticità nella sclerosi a placche e riduzione di uso dell'opioide. L'analisi egualmente cita gli effetti a breve termine negativi di THC, il composto psicoattivo principale in cannabis, quali la funzione conoscitiva diminuita, ansia e fatica migliorata e conseguenze a lungo termine potenziali quale perdita permanente di memoria, intelligenza, fuoco mentale e giudizio come pure dipendenza.

“È critico riconoscere la cannabis ed i cannabinoidi come droghe con i vantaggi potenziali ed associato rischia, come sia l'argomento per l'indagine su tutta la droga novella,„ lo stato degli autori.

Il gruppo celebre là è egualmente prova per sviluppare la cannabis canapa tipa come sorgente dell'alimento ricco di proteine altamente digeribile e che sarebbe improbabile da causare una reazione allergica.

Source:
Journal reference:

Kovalchuk, I., et al. (2020) The Genomics of Cannabis and Its Close Relatives. Annual Review of Plant Biology. doi.org/10.1146/annurev-arplant-081519-040203.