Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La radioterapia intensa e mirata a ha potuto rallentare la progressione dei carcinoma della prostata sicuri

Un nuovo studio ha identificato che altamente mirato a e le forti dosi di un tipo di radiazione ablativa stereotactic chiamata la radioterapia (SABR) potrebbero rallentare la progressione di malattia in un sottogruppo di uomini che hanno a carcinoma della prostata ormone sensibile che si è sparso soltanto ad alcune altre parti del corpo.

radioterapiaCrediti di immagine: Thomas Hecker/Shutterstock.com

I risultati sono basati sui risultati primari di una fase ORIOLE chiamato test clinico ripartito con scelta casuale II. Lo studio, che ha cominciato nel 2016 e piombo dai ricercatori al centro del Cancro di Johns Hopkins Kimmel, ha paragonato l'efficacia “dell'approccio dell'orologio e di attesa„ al trattamento di SABR fra gli uomini con carcinoma della prostata oligometastatic di ricorso.

“È stato una domanda di lunga durata, particolarmente importante ora nell'era di immunoterapia, se qualunque tipo di radiazione e SABR specificamente, può stimolare il sistema immunitario,„ dice la guida Phuoc Tran di studio.

Tran, che è un professore delle scienze molecolari di radiazione alla scuola di medicina di Johns Hopkins University è co-direttore della metastasi del centro “del programma di invasione del Cancro e„, con post-documenti Andrew Ewald e Ashani Weeraratna. Lo scopo del programma è di studiare e capire il trattamento della metastasi del cancro per migliorare sopra o sviluppare le terapie per il trattamento dei cancri avanzati.

Ora, Tran dice: “La nostra prova offre i migliori dati fin qui per suggerire che SABR possa causare una risposta immunitaria sistematica.„

Circa i cancri oligometastatic

Un cancro oligometastatic è uno che si è sparso dal sito primario della malattia altre ad una - tre parti del corpo

Il carcinoma della prostata è il terzo la maggior parte del cancro prevalente universalmente ed il cancro più comune fra gli uomini negli Stati Uniti, in cui uccidono circa 30.000 ogni anni.

I 1,3 milione uomini stimati globalmente sono diagnosticati con carcinoma della prostata ogni anno. Di quelle casse recentemente diagnosticate, circa venti per cento hanno una malattia che si è sparsa (metastasi), sebbene non sia conosciuto esattamente quanto di loro hanno cancro oligometastatic.

Il carcinoma della prostata metastatico non può essere essiccato e gli uomini che soffrono ai dai cancri ormone sensibili ricorrenti possono scegliere ritardare ricevere il trattamento standard (terapia di privazione dell'androgeno) perché causa comunemente una serie di effetti secondari avversi, compreso disfunzione erettile, diminuita densità ossea, fratture, perdita del muscolo, stanchezza, perdita di resistenza e ginecomastia (crescita del tessuto del petto).

Che cosa i ricercatori hanno trovato?

Come riportato nell'oncologia di JAMA del giornale, la prova di ORIOLE ha trovato che fra 54 pazienti (invecchiati una media di 68 anni) con carcinoma della prostata oligometastatic ricorrente, la progressione di malattia è stata osservata entro sei mesi per sette di 36 partecipanti (di 19%) che hanno ricevuto SABR, rispetto a 11 di 18 partecipanti (di 61%) che hanno subito “l'approccio di osservazione dell'orologio e di attesa„.

Tran ed il gruppo egualmente hanno trovato che a sei mesi dall'iscrizione, il rischio per i nuovi cancri che si sviluppano era significativamente più basso fra il gruppo di SABR che fra il gruppo di osservazione, a 16% contro 63%.

I partecipanti non hanno riferito alcune differenze significative del fra-gruppo negli effetti secondari o il dolore ritenuto relativamente ai due regimi terapeutici.

Che cosa sono le implicazioni dello studio?

Sull'analizzare le celle immuni in campioni di sangue prelevati dai pazienti, i ricercatori hanno trovato che l'approccio di SABR è stato associato con l'espansione delle popolazioni a cellula T. Tran dice che questo suggerisce che la radioterapia abbia indotto una risposta immunitaria sistematica ai cancri.

Lo studio egualmente suggerisce che potrebbe essere clinicamente utile accoppiare SABR con altre immunoterapie come approccio del trattamento ai cancri ricorrenti, ma Tran egualmente avverte che tali vantaggi potenziali in primo luogo dovrebbero provare nei test clinici.

I ricercatori egualmente hanno identificato un insieme delle mutazioni genetiche del tumore che sono conosciute per partecipare alla soppressione di cancro e la presenza di questa impronta mutational è stata associata con un rischio aumentato per la progressione di malattia, includente fra gli uomini che hanno ricevuto SABR.

“Questa può essere un'impronta molecolare che è indicativa della biologia di fondo del cancro del paziente.„

Il professor Tran Phuoc, scuola di medicina di Johns Hopkins University

Aggiunge che questo biomarcatore potenziale potrebbe contribuire ad indicare ai clinici “che i pazienti stanno andando trarre giovamento il la maggior parte da una metastasi hanno diretto la terapia come SABR„ confrontato ad un trattamento sistemico quale la chemioterapia.„

Ancora, Tran dice che i risultati egualmente suggeriscono che il trattamento con SABR possa diminuire o persino eliminare la segnalazione delle cellule che promuove i micrometastases nei casi di carcinoma della prostata oligometastatic ricorrente, rispetto alla malattia semplicemente esitante finché i tumori metastatici non diventino ancora grandi.  

Dopo, i ricercatori intendono intraprendere ulteriori studi di fase II per vedere se possono rallentare la progressione di malattia in più pazienti.

Il gruppo egualmente sta conducendo un'altra prova chiamata RAVENS che mirano alle lesioni metastatiche formate di recente dell'osso con una combinazione di SABR e della droga radium-23.

Source:

Intense form of radiation slows disease progression in some men with prostate cancer. EurekAlert! 2020. Available at: https://www.eurekalert.org/emb_releases/2020-03/jhm-ifo032320.php

Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally has a Bachelor's Degree in Biomedical Sciences (B.Sc.). She is a specialist in reviewing and summarising the latest findings across all areas of medicine covered in major, high-impact, world-leading international medical journals, international press conferences and bulletins from governmental agencies and regulatory bodies. At News-Medical, Sally generates daily news features, life science articles and interview coverage.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2020, March 26). La radioterapia intensa e mirata a ha potuto rallentare la progressione dei carcinoma della prostata sicuri. News-Medical. Retrieved on January 28, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200326/Intense-and-targeted-radiotherapy-could-slow-progression-of-certain-prostate-cancers.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "La radioterapia intensa e mirata a ha potuto rallentare la progressione dei carcinoma della prostata sicuri". News-Medical. 28 January 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200326/Intense-and-targeted-radiotherapy-could-slow-progression-of-certain-prostate-cancers.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "La radioterapia intensa e mirata a ha potuto rallentare la progressione dei carcinoma della prostata sicuri". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200326/Intense-and-targeted-radiotherapy-could-slow-progression-of-certain-prostate-cancers.aspx. (accessed January 28, 2021).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2020. La radioterapia intensa e mirata a ha potuto rallentare la progressione dei carcinoma della prostata sicuri. News-Medical, viewed 28 January 2021, https://www.news-medical.net/news/20200326/Intense-and-targeted-radiotherapy-could-slow-progression-of-certain-prostate-cancers.aspx.