Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le esperienze avverse di infanzia si sono associate con la menopausa post-chirurgica di disfunzione esecutiva

La valutazione le esperienze avverse di infanzia e dei sintomi correnti della depressione e di ansia può contribuire a facilitare l'emergenza conoscitiva in donne che hanno subito una menopausa chirurgica per rischio-riduzione del cancro, o in RRSO, secondo un nuovo studio pubblicato nella menopausa.

I ricercatori, compreso il Dott. Neill Epperson dell'università di città universitaria medica di colorado Anschutz, hanno raccolto a distanza gli estesi dati conoscitivi dalle donne attraverso la nazione. 552 donne che sono portafili di mutazione BRCA1 e BRCA2 ed hanno subito RRSO hanno completato le valutazioni, che hanno misurato la funzione esecutiva (un processo conoscitivo che permette che le persone gestiscano le informazioni in un planful contro il modo reattivo), l'esposizione allo sforzo iniziale di vita e sintomi di umore.

I risultati indicano che le esperienze avverse di infanzia (ACE) sono state associate con i sintomi più severi di disfunzione esecutiva e delle prestazioni peggiori sulla menopausa post-chirurgica di mansioni conoscitive. I cambiamenti nell'umore, quali ansia ed i sintomi depressivi, parzialmente hanno mediato le associazioni di ACE sulle misure soggettive ed obiettive della funzione esecutiva. Questi risultati indicano che quella valutare la cronologia di forza maggiore di infanzia e sintomi correnti della depressione e di ansia può aiutare per identificare le donne che avvertiranno i reclami conoscitivi esecutivi dopo menopausa chirurgica.

Questa ricerca sottolinea l'importanza di considerazione dello stato psicologico durante le altre procedure mediche.

Non possiamo cambiare l'esperienza per le donne che hanno avvertito le forze maggiori serie di infanzia quali abuso, negligenza, il divorzio, l'abuso di sostanza parentale, o l'esposizione a violenza domestica, ma possiamo identificare una popolazione paziente che è valutata facilmente per questi assi come pure sintomi negativi correnti dell'umore. La nostra speranza è che la valutazione di forza maggiore di infanzia e la cronologia della depressione e dell'ansia si trasformerebbero in in parte della discussione prechirurgica del rischio-vantaggio fra i pazienti ed i loro medici.

Molte donne mi hanno detto nel corso degli anni che il loro medico non li ha avvertiti circa gli effetti potenziali del cervello di subire una menopausa chirurgica. Mentre queste donne possono prendere la stessa decisione per quanto riguarda chirurgia data la sua vita che conserva i vantaggi, hanno indicato che desiderano che fossero state informate circa gli effetti potenziali dell'umore e conoscitivi in modo che potessero essere preparate ed il trattamento di ricerca più presto.„

Dott. Neill Epperson, principale inquirente e professore e presidenza di psichiatria all'università di scuola di medicina di colorado