Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Reaumatismo: Nuove bugne circa la prevalenza di determinato profilo genetico in europei

Un pezzo di ricerca dal gruppo umano di biologia evolutiva al UPV/EHU-University del Paese Basco fornisce le bugne circa la prevalenza di determinato profilo genetico nella popolazione europea.

Fra i 14th e 19th secoli c'era un periodo di instabilità di clima conosciuto come la piccola era glaciale che pricipalmente ha pregiudicato l'emisfero nord. Questo periodo ha veduto un aumento nell'attività della tempesta e una caduta nella temperatura tra compreso 1º e 2º C, che, malgrado non essere particolarmente severi, hanno avuti conseguenze devastanti. Il clima delicato durante i secoli precedenti, che avevano determinato la crescita demografica considerevole, si è trasformato in più dura che quello piombo per raccogliere gli errori e la morte degli animali; in breve, fame. E con le carestie la salubrità delle popolazioni si è trasformata in in diffusione di malattie e più debole. È sufficiente richiamare la pandemia di morte nera che ha devastato Europa nello XIV secolo con conseguente morte di circa un terzo della popolazione.

Le malattie di risultato e del mutamento climatico hanno influenzato la genetica umana? In odierna popolazione europea lo stirpe mitocondriale del DNA, cioè il materiale genetico che è trasmesso via il matriline, è più frequentemente del haplogroup di H. Perché è quello?

Il gruppo umano di biologia evolutiva della facoltà di UPV/EHU di scienza e tecnologia ha trovato i punti al sito medievale di San Miguel de Ereñozar che potrebbe contribuire a spiegare questo. 163 persone sono state stese per riposare in questo cimitero nel distretto di Busturialdea-Urdaibai della provincia della datazione di Bizkaia fra la tredicesima e degli XVI secoli e 73% di loro appartengono al haplogroup di H, una frequenza che supera che cosa corrente è trovato in Europa.

Già era stato postulato nella letteratura che alcuni stirpi mitocondriali potrebbero essere collegati ai vari tipi di malattie ed inoltre, potrebbe video un comportamento differenziale riguardo allo sviluppo delle malattie stessi.„

Imanol Martín

Imanol Martín ha condotto la ricerca come componente della sua tesi. I haplogroups di T e così di J proteggerebbero dallo sviluppo dell'osteoartrite, mentre il haplogroup di H aumenterebbe il rischio di sviluppare le malattie reumatiche.

Così i ricercatori di UPV/EHU hanno cercato le tracce di reaumatismo negli scheletri delle 163 persone sepolte a Ereñozar e le hanno trovate in 47 di loro. E poichè il tempo deve trascorrere prima che le malattie reumatiche lasciassero le tracce nell'osso, hanno selezionato il resti di altri 43 adulti nel cimitero sopra l'età di 45 come gruppo di controllo ed hanno analizzato i vari stirpi mitocondriali. “Haplogroup H era più frequente fra le persone con le manifestazioni reumatiche che nel gruppo di controllo e questo haplogroup mitocondriale era similarmente il più frequente fra le persone influenzate dallo spondyloarthritis (gruppo di malattie reumatiche infiammatorie delle giunzioni),„ Martín aggiunto.

In breve, lo studio conferma il collegamento fra le malattie reumatiche e il haplogroup H ed egualmente fornisce le bugne all'alta prevalenza di questo haplogroup nella popolazione europea: “In quel periodo di penurie alimentari le persone del haplogroup H hanno presentate un vantaggio selettivo sopra quelle con altri haplogroups, perché la H è più efficiente quando ottiene energia proveniente dalla dieta.„ Tuttavia, quel metabolismo altamente efficiente egualmente genera le cosiddette specie reattive dell'ossigeno (radicali liberi, ioni dell'ossigeno, ecc.) liberanti la disfunzione ed il apoptosis delle cellule, che a lungo termine piombo alla degradazione di cartilagine ed allo sviluppo delle malattie di un tipo reumatico. La sopravvivenza viene sempre ad un prezzo.

Il gruppo umano di biologia evolutiva

Imanol Martín (Bilbao, il 2 settembre 1988) è un laureato nella biologia e si accinge a ha letto la sua tesi nel gruppo umano di biologia evolutiva piombo da prof. Concepción de la Rúa. Questo gruppo mette a fuoco sull'analisi delle cause e dell'origine di diversità biologica in popolazioni umane correnti e sviluppa due righe di ricerca: palaeogenomics, che ricostruisce la cronologia evolutiva umana analizzando il DNA antico (aDNA) e lo studio sui tratti fenotipici umani di interesse evolutivo e biomedico e della loro partecipazione ad una selezione naturale positiva possibile. Tesi di Imanol Martín e questa caduta specifica del lavoro nel quadro della seconda riga.

Source:
Journal reference:

Laza, I.M., et al. (2020) Environmental factors modulated ancient mitochondrial DNA variability and the prevalence of rheumatic diseases in the Basque Country. Scientific Reports. doi.org/10.1038/s41598-019-56921-x.