Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

IRB Barcellona ed Amazon uniscono le forze per sviluppare lo strumento di calcolo nella lotta contro COVID-19

Ci sono corrente più di 10.000 articoli scientifici relativi alle infezioni di coronavirus. Infatti, nelle ultime settimane, la ricerca per combattere COVID-19 è accelerato e più di 4.000 nuovi documenti accademici sono stati pubblicati sui vaccini potenziali, sulle terapie e sui trattamenti. Elaborare questo volume di informazioni sarebbe manualmente incontrollabile potere avanzare questa ricerca urgentemente stata necessaria abbastanza velocemente. Il laboratorio di biologia strutturale di bioinformatica e della rete di IRB Barcellona, piombo dal ricercatore Patrick Aloy di ICREA, ha unito le forze con Amazon per sviluppare uno strumento di calcolo che accelererebbe il trattamento. Facendo uso di intelligenza artificiale, questo strumento “indicato„ tutti questi articoli ed estrarre attinente all'informazione tutto il pertinente alle molecole ed ai trattamenti studiati.

Con un esame limitato della letteratura scientifica più pertinente, i ricercatori a IRB Barcellona finora hanno identificato più di 150 composto-con i livelli differenti di sperimentale prova-che sia potenzialmente attivo contro COVID-19. L'obiettivo ora è di trovare altre droghe con le caratteristiche simili a questi, quindi ampliando il portafoglio delle molecole di interesse ed aumentando le possibilità dell'identificazione dell'uno con l'efficacia alta. I risultati sono già disponibili a https://sbnb.irbbarcelona.org/covid19/.

Di che cosa ora abbiamo bisogno è per i gruppi di ricerca che lavorano con i trattamenti COVID-19 per introdurre i loro risultati. Le nuove molecole saranno incorporate automaticamente una volta al giorno e l'intera comunità scientifica avrà aggiornato così i dati, che contribuiranno ad evitare la duplicazione e genereranno le nuove ipotesi che contribuirebbero a trovare il trattamento definitivo.„

Patrick Aloy, ricercatore di ICREA

Collaborazione veloce per la scoperta della droga

Il controllore chimico è uno strumento di calcolo che offre le informazioni su 1 milione molecole con potenziale farmacologico. “Il controllore chimico mira ad elaborare e codificare i dati complessi sugli effetti che i composti chimici differenti hanno sugli organismi viventi, di modo che possono essere incorporati nelle nuove tecnologie di intelligenza artificiale,„ dice Miquel Duran, ricercatore del gruppo di IRB Barcellona e primo autore dello studio.

In appena sopra una settimana, il laboratorio ed il Amazon di Aloy hanno stabilito una collaborazione che ha permesso a di regolare questo strumento di bioinformatica. “È stato un piacere affinchè noi metta la nostra capacità di intelligenza artificiale al servizio della scoperta della droga contro COVID-19,„ dice Hugo Saragozza, dalla scienza di ricerca di Amazon e dal gruppo di AI. L'esperienza Amazon ha con testo-estrazione mineraria, apprendimento automatico e la comprensione del linguaggio naturale ha permesso che l'analisi automatica degli articoli scientifici fosse compresa rapidamente nel controllore chimico. “La collaborazione con Amazon è stata chiave ottenere questo strumento in servizio così rapidamente. Senza sue capacità di computazione della nuvola di AWS e di trattamento del testo, sarebbe stato impossibile,„ dice Aloy.

IRB Barcellona impegnata in ricerca su COVID-19

Il laboratorio di biologia strutturale della rete e di bioinformatica egualmente sta partecipando al progetto europeo RiPCoN, votato all'identificazione delle proteine umane che il virus usa per la sua espansione. Questo progetto cerca di identificare le droghe (già sul servizio o nei test clinici) che possono modulare l'attività del virus e fermare la sua replica.

IRB Barcellona egualmente sta lavorando ad altri progetti relativi a COVID-19. Uno è votato allo sviluppo di un test diagnostico rapido e semplice individuare il virus, mentre gli altri fuochi sullo sviluppo di un trattamento dello spruzzo per COVID-19. Un altro progetto concentra sulla diminuzione del tasso di mortalità di COVID-19 trovando un trattamento per la sindrome di emergenza respiratoria acuta, la causa della morte principale da questo virus.