Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Dopo COVID-19: Medici riflettono il migliore consiglio mentre i pazienti recuperano dal coronavirus

Quando David Vega si è ammalato con il coronavirus novello a metà marzo, la febbre, i freddi e la nausea hanno lasciato all'Indiana di 27 anni lo studente di medicina accartocciato a letto per i giorni.

Dopo che una prova ha confermato ha avuto COVID-19, la malattia causata dal coronavirus, il suo medico ha consigliato Vega di isolarsi a casa per una settimana supplementare. La settimana passata e Vega sono migliorato. Il suo medico lo ha rimosso per ottenere indietro alle sue routine regolari senza prova supplementare dopo che era andato i tre giorni senza sintomi.

Ma ottenere un cessato allarme dal suo fornitore medico completamente non ha attenuato i timori di Vega. Come può essere sicuro che più non porta il virus? È per lui sicuro essere con altri? Uno dei suoi compagni di camera ha deciso di andare via, disse, ed ancora agisce prudentemente intorno lui.

“Anche dopo la quarantena era eccessivo ed ho ritenuto recuperato,„ ha detto in un messaggio, “ho ritenuto il paranoico e molto [cosciente] del fatto che avessi COVID-19.„

Come con tanti altri aspetti di questo coronavirus novello, determinare quando un paziente ha recuperato è ancora carica di incertezze. Sebbene i funzionari federali abbiano pubblicato gli orientamenti, le informazioni sulla malattia sono limitate. I medici hanno detto che non possono offrire i pazienti apparentemente recuperati cui non sono riprovati alcune garanzie circa se potranno trasmettere il virus.

“Ritengo che il pubblico sia genere come di mia mamma di 91 anni,„ ho detto il Dott. Gary LeRoy, Presidente dell'accademia americana dei medici di famiglia. Il pubblico “sta chiedendoci queste domande e poichè i clinici non hanno le risposte come siamo usati a.„

Questo frangente evidenzia come gli scienziati ancora mancano di una maschera completa di come COVID-19 è trasmesso, medici hanno detto. Generando più dati su tali misteri come quanto del virus una persona emette nelle fasi differenti dell'infezione potrebbe dare a medici un più chiaro senso del rischio di un paziente di nauseare altri.

Il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie federale dice che medici possono verificare se un paziente sia abbastanza in buona salute andare via di casa l'isolamento in due modi. Un metodo richiede ai pazienti di verificare la quantità negativa dai campioni occors almeno diverso 24 ore.

Ma la scarsità nazionale delle prove lo ha reso difficile affinchè medici controlli i pazienti nel ripristino con un esame, un fatto le linee guida riconosciute. Parecchi stati compreso il Minnesota hanno limitato la prova alle popolazioni sicure, quali i pazienti ed i lavoratori ospedalizzati di sanità.

“È ancora genere di caccia dell'uovo di Pasqua Per la disponibilità dei materiali di prova e kit della prova per effettuare le prove COVID-19,„ ha detto LeRoy.

Il secondo metodo permette che i pazienti escano dall'isolamento almeno i sette giorni dopo che i sintomi cominciano o dopo la diagnostica ed i tre giorni dopo che sono senza sintomi.

Questa opzione “impedirà la maggior parte, ma non può impedire tutte le istanze della diffusione secondaria,„ secondo il sito Web del CDC. “Il rischio di trasmissione dopo che il ripristino è molto sostanzialmente probabile di meno che quello durante la malattia.„

L'agenzia ha rifiutato una richiesta per un'intervista.

Le sui autorità statali e medici di elasticità di raccomandazione la flessibilità emendare il loro approccio hanno basato sulle loro circostanze.

“Le linee guida sono linee guida,„ ha detto il Dott. Kathryn Edwards, un professore della pediatria alla Vanderbilt University che si specializza nelle malattie infettive. “Ma non sono i dieci ordini.„

Un pezzo vitale del puzzle di ripristino parecchi medici citati sta capendo quando e quanto tempo la gente con COVID-19 può trasmettere il virus - specialmente coloro che non sviluppa i sintomi affatto.

Il numero dei pazienti asintomatici ha potuto essere importante. Direttore il Dott. Robert Redfield di CDC ha detto in un'intervista con il NPR quell'altrettanto come 25% di coloro che verifica il positivo a virus non sviluppa i sintomi. Ed i pazienti che finalmente sviluppano i sintomi possono spargere il virus fino a 48 ore prima che comincino sentiresi male, lui hanno aggiunto.

La ricerca iniziale ha suggerito che i pazienti che hanno recuperato da COVID-19 potessero anche continuare a spargere il virus.

Anche Vega, ora senza sintomi, ha detto che esita ad ottenere vicino ad altri quando va su un'esecuzione o prende le drogherie.

“Penso che sia ancora qualcosa nella parte posteriore della mia mente,„ ha detto. “Penso che migliori con tempo.„

La necessità di impedire la trasmissione deve essere equilibrata contro il vantaggio della persona che ritorna alla loro vita quotidiana, ha detto Edwards, particolarmente se stanno funzionando in un'industria essenziale come la sanità.

“Siamo sempre fra una roccia e un posto duro,„ ha detto.

Altri fattori contribuiscono a determinare quando un paziente è pronto a lasciare l'isolamento. Un fornitore può scegliere di lasciare una persona nell'isolamento domestico più lunga se funzionano con una popolazione ad alto rischio, come gli anziani, o se hanno un coniuge con le circostanze di preesistenza, ha detto LeRoy.

Infine, i fornitori medici probabilmente adegueranno al loro consiglio lo stile di vita del paziente, hanno detto il Dott. Marcus Plescia, capo ispettore sanitario dell'associazione dello stato e dei funzionari della sanità territoriali.

“Queste sono domande difficili che probabilmente si occuperebbero di caso per caso,„ lui hanno detto.

La gente si è preoccupata per ottenere il virus da qualcuno che avesse recuperato o non avesse sintomi potesse diminuire il loro rischio praticando il sociale che distanzia e la buona igiene, quale il frequente a mano lavaggio, ha detto Plescia.

Malgrado l'incertezza, Plescia ha detto, è importante non ostracizzare coloro che abbia recuperato. È interessato che potrebbero essere stigmatizzati.

“Nella parte posteriore di ognuno la mente, se vogliono ringraziarlo o non, la gente sta andando essere spaventosa circa qualcosa che non sappiano,„ ha detto LeRoy.

Notizie di salubrità di KaiserQuesto articolo è stato ristampato da khn.org con l'autorizzazione delle fondamenta di Henry J. Kaiser Family. Le notizie di salubrità di Kaiser, un servizio di notizie editorialmente indipendente, sono un programma delle fondamenta della famiglia di Kaiser, un organismo di ricerca indipendente di polizza di sanità unaffiliated con Kaiser Permanente.