Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La droga sperimentale APN01 impedisce l'infezione COVID-19 in laboratorio

Con il mondo afferrato con la pandemia COVID-19 causata dal coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo, c'è un'attività  frenetica per trovare un'efficace droga che può essere usata per trattare la malattia.

I ricercatori dall'università di British Columbia, in collaborazione con altri, hanno trovato una droga sperimentale che può inibire il virus SARS-CoV-2 dall'infezione delle cellule ospiti. Il loro studio nominato, “inibizione di infezioni SARS-CoV-2 in tessuti umani costruiti facendo uso dell'essere umano solubile ACE2 del clinico-grado,„ è stato pubblicato nell'ultima emissione della cella del giornale.

Nelle colture cellulari analizzate nello studio corrente, hrsACE2 ha inibito il caricamento di coronavirus da un fattore di 1,000-5,000. Credito: IMBA/Tibor Kulcsar
Nelle colture cellulari analizzate nello studio corrente, hrsACE2 ha inibito il caricamento di coronavirus da un fattore di 1,000-5,000. Credito: IMBA/Tibor Kulcsar

Che cosa erano i punti culminanti dello studio?

A partire dall'oggi, il 6 aprile 2020th , il virus ha pregiudicato 1.341.907 persone universalmente ed ucciso 74.476. Molte di queste morti sono state causate dalla lesione di polmone severa.

Il Dott. Josef Penninger, la guida di studio ed il suo gruppo stanno lavorando ai modi inibire la capacità di SARS-CoV-2 di infettare le cellule ospiti umane. Scrivono quello nel loro studio precedente, avevano spiegato il meccanismo dell'infezione causato da questo virus e come il ricevitore dell'enzima di conversione dell'angiotensina 2 (ACE2) svolge un ruolo vitale nell'infezione. L'enzima ACE2 ha la capacità di proteggere i polmoni da ferite provocate dal virus. Ciò egualmente ha fornito una spiegazione per quanto riguarda il danno ai polmoni severo, l'arresto respiratorio, il rene ed i vasi sanguigni e la morte finale veduta in alcune delle persone.

Il gruppo ha scritto che il ricevitore ACE2 e l'interazione SARS-CoV-2 potrebbero essere una delle zone critiche per gli obiettivi della droga poiché questo è vitale affinchè il virus infettasse le cellule ospiti umane. Speculano che la sostanza solubile recombinante umana ACE2 (hrsACE2) potrebbe essere vitale da bloccare l'invasione della cellula ospite dal SAR CoV-2.

Penninger, un professore alla facoltà di UBC di medicina, Direttore delle scienze biologiche istituisce e la presidenza della ricerca del Canada 150 nella genetica funzionale a UBC, ha detto, “siamo promettenti i nostri risultati abbiamo implicazioni per lo sviluppo di una droga novella per il trattamento di questa pandemia senza precedenti.„ Ha aggiunto, “questo lavoro proviene da una collaborazione stupefacente fra i ricercatori accademici e le società, compreso il gruppo gastrointestinale del Dott. Ryan Conder alle tecnologie di STEMCELL a Vancouver, Nuria Montserrat in Spagna, DRS. Haibo Zhang ed arte Slutsky da Toronto e particolarmente dal gruppo contagioso di biologia di Ali Mirazimi in Svezia, che sta lavorando instancabile il giorno e la notte affinchè le settimane capisca meglio la patologia di questa malattia e per fornire le opzioni terapeutiche dell'innovazione.„

Che cosa è stato fatto?

Penninger ed il suo gruppo dall'università di Toronto e dall'istituto di biologia molecolare a Vienna hanno provato a trovare il collegamento fra la malattia cardiovascolare, il danno ai polmoni e la proteina. Hanno spiegato attualmente quello, non ci sono droghe antivirali che possono definitivo uccidere il virus e questo nuovo approccio potrebbe essere la sola opzione.

Il Dott. Art Slutsky, uno scienziato al centro di ricerca di Keenan per scienza biomedica dell'ospedale di St Michael e professore all'università di Toronto, che fa parte di questo studio spiegato, “il nostro nuovo studio fornisce la prova diretta molto tanto necessaria che una droga -- APN01 chiamato (enzima di conversione dell'angiotensina solubile recombinante umano 2 - hrsACE2) -- presto essere provato nei test clinici dal Biologics europeo di Apeiron della società di Biotech, è utile come terapia antivirale per COVID-19.„

APN01 è un enzima di conversione dell'angiotensina umano recombinante 2 (rhACE2) in fase di sviluppo clinico Phase-2 in ALI (lesione di polmone acuta) ed in PAH (ipertensione arteriosa polmonare). Recentemente, ACE2 è stato indicato per essere il ricevitore cellulare dell'entrata per il coronavirus novello SARS-CoV-2. Di conseguenza APEIRON ora ha iniziato uno studio clinico di fase II in Austria, in Germania ed in Danimarca per il trattamento di COVID-19 e pianificazione uno studio clinico in Cina in pazienti infettati con SARS-CoV-2. Biologics AG di APEIRON.

Per questo studio, il gruppo usato biomedico ha costruito i organoids in laboratorio che ha imitato i vasi sanguigni ed i reni umani. Questi sono essenzialmente mucchi di celle che fungono da intero organo all'interno del corpo umano e si sviluppano dalle cellule staminali umane. Su questi organoids, il gruppo poi ha usato hrsACE2 ed ha trovato che potrebbe impedire l'entrata del coronavirus nelle cellule ospiti. La diminuzione nel caricamento virale che pregiudica le cellule ospiti era da un fattore di 1,000-5,000, essi ha scritto.

Núria Montserrat, professore all'istituto per la bioingegneria della Catalogna in Spagna, parte di ICREA del gruppo, aggiunta, “facendo uso dei organoids permette che noi proviamo nelle terapie molto agili di un modo che già stanno applicande per altre malattie, o che sono vicine alla convalida. In questi momenti in cui il tempo è brevi, organoids umani salvi il tempo che spenderemmo per provare una nuova droga nella regolazione umana.„

Per questo studio, hanno usato un paziente svedese che ha verificato il positivo a COVID-19 all'inizio del febbraio 2020. Il virus SARS-CoV-2 è stato isolato dai campioni rinofaringei del paziente. Hanno coltivato il virus nelle celle di Vero E6 ed hanno esaminato la sua sequenza genetica facendo uso dell'ordinamento di prossima generazione (numero di accessione di Genbank MT093571).

Che cosa è stato trovato?

I ricercatori hanno scritto, “qui noi indicano che il clinico-grado hrsACE2 ha ridotto il ripristino SARS-CoV-2 dalle celle di Vero di un fattore di 1,000-5,000.„ Hanno aggiunto che usando un equivalente del mouse rsACE2 sulle celle ha avuto non tale effetto inibitorio del virus sui organoids umani. Aggiungono, “egualmente indichiamo che SARS-CoV-2 può direttamente infettare i organoids umani costruiti del vaso sanguigno e i organoids umani del rene, che possono essere inibiti da hrsACE2.„

Hanno scritto, “hrsACE-2 può inibire l'infezione SARS-CoV-2 in un modo dipendente dalla dose hrsACE2 già ha subito la prova di fase clinica 1 e di fase 2 e sta considerando per il trattamento di COVID-19.„

Per questo studio, hanno trovato l'efficacia del clinico-grado hrsACE2. Hanno infettato le celle Vero-E6 con differenti caricamenti virali di SARS-CoV-2. Li hanno nominati “103 unità diformazione (PFUs; MOI 0,02), 105 PFUs (MOI 2) e 106 PFUs (MOI 20),„ rispettivamente. Infezione delle celle dopo che un'ora dell'amministrazione di hrsACE2 seguito lavando e da incubazione senza hrsACE2 ha indicato che a 15 ore di post-infezione, c'era un'infezione significativa SARS-CoV-2 nelle celle. Hanno provato il RNA virale nelle celle facendo uso di qRT-PCR.

Conclusioni ed implicazioni

Penninger ha aggiunto, “il virus che causa COVID-19 è un fratello germano vicino al primo virus di SAR. Il nostro lavoro precedente ha contribuito ad identificare rapido ACE2 come il portone dell'entrata per SARS-CoV-2, che spiega molto circa la malattia. Ora sappiamo che un modulo solubile di ACE2 che cattura il virus potrebbe essere effettivamente una terapia molto razionale che specificamente mira al portone il virus deve catturare per infettarci. C'è speranza per questa pandemia orribile.„

Il gruppo conclude quello come tale, non può essere preveduto che gli effetti del hrsACE2 rimarrebbero gli stessi durante l'intero corso della malattia. Che cosa può essere veduto è la prevenzione del virus dall'infezione delle cellule ospiti, hanno scritto. Egualmente avvertono che questo studio non ha verificato l'effetto della droga di prova sui organoids del polmone e poichè i polmoni sono uno degli organi principali che sono nociuti a, lo studio ha bisogno di ulteriore prospezione. Inoltre, le prove umane sono necessarie vedere l'effetto della droga sui pazienti reali di COVID-19. Firmano fuori, “per affrontare queste emissioni, ulteriori studi sono necessari illuminare l'effetto di hrsACE2 agli stadi avanzati dell'infezione in vitro e in vivo.„

Lo studio è stato costituito un fondo per dal governo federale canadese.

Sources:
Journal reference:
  • Inhibition of SARS-CoV-2 infections in engineered human tissues using clinical-grade soluble human ACE2, Vanessa Monteil, Hyesoo Kwon, Patricia Prado, Astrid Hagelkrüys, Reiner A. Wimmer, Martin Stahl, Alexandra Leopoldi, Elena Garreta, Carmen Hurtado del Pozo, Felipe Prosper, J.P. Romero, Gerald Wirnsberger, Haibo Zhang, Arthur S. Slutsky, Ryan Conder, Nuria Montserrat,, Ali Mirazimi, Josef M. Penninger - https://www.cell.com/pb-assets/products/coronavirus/CELL_CELL-D-20-00739.pdf
Dr. Ananya Mandal

Written by

Dr. Ananya Mandal

Dr. Ananya Mandal is a doctor by profession, lecturer by vocation and a medical writer by passion. She specialized in Clinical Pharmacology after her bachelor's (MBBS). For her, health communication is not just writing complicated reviews for professionals but making medical knowledge understandable and available to the general public as well.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mandal, Ananya. (2020, April 06). La droga sperimentale APN01 impedisce l'infezione COVID-19 in laboratorio. News-Medical. Retrieved on April 21, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200406/Experimental-drug-APN01-prevents-COVID-19-infection-in-the-lab.aspx.

  • MLA

    Mandal, Ananya. "La droga sperimentale APN01 impedisce l'infezione COVID-19 in laboratorio". News-Medical. 21 April 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200406/Experimental-drug-APN01-prevents-COVID-19-infection-in-the-lab.aspx>.

  • Chicago

    Mandal, Ananya. "La droga sperimentale APN01 impedisce l'infezione COVID-19 in laboratorio". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200406/Experimental-drug-APN01-prevents-COVID-19-infection-in-the-lab.aspx. (accessed April 21, 2021).

  • Harvard

    Mandal, Ananya. 2020. La droga sperimentale APN01 impedisce l'infezione COVID-19 in laboratorio. News-Medical, viewed 21 April 2021, https://www.news-medical.net/news/20200406/Experimental-drug-APN01-prevents-COVID-19-infection-in-the-lab.aspx.