Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Cartolina dalla barriera: Venditori ambulanti di L.A. che non possono smettere di lavorare

Un giorno la settimana scorsa, su un pomeriggio soleggiato e bello di Los Angeles, reparto di 23 anni di impostazione di Alex Salvador Morales su un marciapiede vicino del centro, vendendo ananas, mango ed anguria di recente tagliati in tazze di plastica quarto di taglia per $5.

Prima della pandemia, i supporti di frutta gradiscono le sue vie punteggiate i giorni come questa, un ogni poco blocco sugli allungamenti occupati. Con milioni di persone che restano domestici in mezzo della pandemia COVID-19, tuttavia, l'affare era così cattivo che molti di colleghi venditori della frutta di Salvador Morales non si erano preoccupati di rivelare.

Ma Salvador Morales ha detto che non potrebbe permettere di smettere di lavorare perché la sua famiglia nel Guatemala conta su lui per inviare la moneta di nuovo a casa. Egualmente deve pagare il suo affitto. Era mercoledì scorso dovuto e non ha avuto abbastanza per lanciare dentro i suoi $500 per l'appartamento che divide con un compagno di camera.

Con le vie circostanti principalmente svuoti, Salvador Morales si era piantato fuori di un ramo di banca di America - un affare “essenziale„ che stava ottenendo il traffico di piede relativamente regolare a causa del BANCOMAT.

Ha detto che, prima della crisi di coronavirus, ha fatto $700 un la settimana che lavora ogni giorno eccetto martedì. Ma da quando i clienti hanno diminuito a metà marzo, è giù agli appena tre giorni ed a fare $200 - $300 un la settimana.

A differenza della maggior parte dei Americani, che presto otterranno gli assegni dello stimolo e dei circa 10 milione lavoratori che file per le indennità di disoccupazione nelle due settimane scorse, Salvador Morales non prevede l'assistenza affatto del genere.

Capisce che questi vantaggi siano per la gente che è legalmente nel paese e le sue circostanze intensificano soltanto la sua determinazione per continuare a vendere sulla via, anche se teme per la sua salubrità e non ha assicurazione.

“Continuerò lavorare fino alla polizia dico che non posso,„ Salvador Morales ha detto. “Ora, non stanno dicendo nulla e forse è perché capiscono che la gente debba lavorare.„

Nel 2019, Los Angeles ha avuto i 15.000 - 20.000 venditori stimati del marciapiede, ha detto Paul Gomez, un portavoce per il dipartimento della città dei lavori pubblici.

La interruzione dell'economia a causa del coronavirus novello ha reso la vita hardscrabble di quei venditori ancora più dura, ha detto Rudy Espinoza, direttore esecutivo di atto incluso per la città, un senza scopo di lucro di sviluppo della comunità basato su L.A.

“Stiamo portando via la loro capacità di lavorare e non stiamo offrendo un altro viale loro,„ ha detto.

Il lancio aiutato organizzazione di Espinoza un fondo di emergenza per i lavoratori come Salvador Morales per ricevere $400 su una scheda di contanti. Martedì pomeriggio, il fondo ha avuto oltre $130.000, sostenuto dalle grandi donazioni dalle fondamenta e da una campagna di GoFundMe. Ma non è abbastanza per accomodare il grande numero di gente che abbia fatto domanda per l'aiuto.

Altre organizzazioni attraverso la California e gli Stati Uniti egualmente stanno raccogliendo i fondi per gli immigrati che non si qualificano per le prestazioni collettive, compreso il fondo e Pasadena con sede a San Francisco del bene di missione, alla la rete d'organizzazione basata a California del lavoratore di festa nazionale.

Il martedì, la California il Gov. Gavin Newsom ha detto che aiuto di stato agli immigrati non documentati “sta considerando,„ ma egualmente ha fatto sorgere il dubbio negli ultimi giorni circa potere pagare qualche cosa oltre le funzioni di base di governo nel mezzo di una crisi finanziaria crescente.

Per i venditori immigrati che sono cittadini degli Stati Uniti, la situazione è difficile ma non abbastanza come terribile.

Jose Rivera, 70, che ha gestito un reparto di fiore vicino Los Angeles del centro per 37 anni, stava vendendo la settimana scorsa l'ultimo dei suoi mazzi con l'aiuto della sua nipote su un marciapiede virtualmente vuoto l'un giorno. Poiché il servizio all'ingrosso in cui compra i suoi fiori già aveva interrotto, pianificazione smettere di lavorare ed andare a casa una volta che avesse venduto la sua azione restante.

Rivera non può permettersi l'affitto $2.000 per la sua stanza frontale di negozio perché il suo reddito è evaporato nelle ultime settimane. Ma è promettente lui otterrà un assegno dello stimolo e quello dei prestiti di piccola impresa che il governo federale ha autorizzato.

“Ho speranze,„ ha detto. “Pago le tasse.„

Mentre i commerci del mattone-e-mortaio si chiudono, alcuni lavoratori licenziati stanno girando verso il marciapiede che vende per la prima volta.

Marlon Castro, 35, utile $550 un la settimana in un parrucchiere della sosta di Huntington finché non perda il mese scorso il suo processo. Ha detto che farà il suo affitto di aprile ma è incerto lui potrà fare a maggio lo stessi.

Ha provato a restare domestico dopo che il parrucchiere lo ha lasciato andare, per fare la sua parte per rallentare la diffusione del virus. Ma Castro, che è non documentato, ha realizzato rapidamente che non potrebbe fare quello perché supporta il suoi figlio e famiglia allargata di 10 anni nel Guatemala. Così ha cominciato a vendere le maschere su un marciapiede di Koreatown per $3 per uno, mentre indossava uno egli stesso del fabbricato.

Vicino diritto una fermata dell'autobus mercoledì scorso, Castro stava facendo un affare attivo, appena alcune ore prima che sindaco Eric Garcetti di Los Angeles raccomandasse tutte le coperture della fronte di taglio del panno di usura dei Angelenos all'aperto per impedire la diffusione del virus dalla gente che non può conoscere che lo hanno.

“Sto vendendo questi ad un buon prezzo, aiutare la mia comunità pure,„ Castro ha detto. “So che sto rischiando la mia vita, ma non sono impaurito perché il signore è con me.„

Ma ha detto che la sua famiglia era triste che deve essere sul marciapiede e costantemente gli dicono di catturare la cura se stesso. Ha chiesto di contemplare il suo futuro, Castro ha strappato su.

“Sono stato qui per 18 anni e niente come questo è accaduto mai prima,„ ha detto. “Ma non stiamo andando abbandonare la speranza.„

Notizie di salubrità di KaiserQuesto articolo è stato ristampato da khn.org con l'autorizzazione delle fondamenta di Henry J. Kaiser Family. Le notizie di salubrità di Kaiser, un servizio di notizie editorialmente indipendente, sono un programma delle fondamenta della famiglia di Kaiser, un organismo di ricerca indipendente di polizza di sanità unaffiliated con Kaiser Permanente.