Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I fattori di rischio modificabili hanno potuto svolgere il ruolo importante nel morbo di Alzheimer, ritrovamenti di studio

L'amiloide è una caratteristica fondamentale del morbo di Alzheimer, ma la capitalizzazione di queste proteine appiccicose non può essere il solo fattore di rischio per il morbo di Alzheimer di sviluppo, secondo un nuovo studio pubblicato questa settimana. Altro, fattori di rischio modificabili, quale la quantità di grassi nel nostro sangue e quanto i nostri organismi generano efficientemente energia potrebbe anche svolgere i ruoli importanti.

Uno di più grandi studi sul morbo di Alzheimer (AD) nella gente con sindrome di Down (DS-AD), questo studio ha rivelato le alterazioni metaboliche in DS-AD è simile a quelli veduti nel morbo di Alzheimer recente di inizio (LOAD) trovato nella popolazione in genere.

Abbiamo trovato quella gente con sindrome di Down, che egualmente hanno morbo di Alzheimer, mostriamo un deficit nel metabolismo energetico che è simile alla gente con il morbo di Alzheimer nella popolazione in genere. Questi risultati suggeriscono che la capitalizzazione dell'amiloide, che si presenta dalla nascita in sindrome di Down, non possa essere il solo fattore che determina il rischio di Alzheimer.„

Tracci Mapstone, il Ph.D., il primo autore, il dipartimento della neurologia alla scuola di medicina di UCI ed il membro della MENTE di UCI

Lo studio, uno della prima all'indagine basata a sangue su grande scala sui fattori metabolici connessi con invecchiamento e lo stato conoscitivo in adulti con sindrome di Down ed il morbo di Alzheimer sono stati pubblicati oggi nel giornale, nel Alzheimer & nella demenza dell'associazione del Alzheimer: Video di diagnosi, di valutazione & di malattia. È stato basato su un grande gruppo degli adulti con sindrome di Down che sono stati iscritti alla sindrome del Consorzio-Giù del biomarcatore del Alzheimer (ABC-DS), un multi-sito, studio di gruppo longitudinale degli adulti con il DS sopra l'età 25.

“La rottura della funzione metabolica è una funzionalità riconosciuta del morbo di Alzheimer recente di inizio,„ ha detto Mapstone. “La nostra scoperta ha potuto aprire i nuovi viali per impedire questo deficit metabolico in tutta la gente a rischio della malattia.

Sindrome di Down è il disordine neurodevelopmental più comune che pregiudica oltre 250.000 persone negli Stati Uniti. La gente con sindrome di Down ha molto un ad alto rischio del morbo di Alzheimer di sviluppo e quasi tutte hanno la patologia del cervello (placche dell'amiloide) di Alzheimer alla morte.

“Il loro rischio è pensato per venire dal fatto che abbiano tre copie del cromosoma 21, dove un gene chiave che produce l'amiloide è trovato. Poiché hanno tre copie del gene, invece di due, overproduce l'amiloide che è la patologia chiave del morbo di Alzheimer,„ hanno detto Mapstone. “Studiando il rischio di Alzheimer nella gente con sindrome di Down, possiamo capire come l'amiloide importante è allo sviluppo della malattia.„

Source:
Journal reference:

Mapstone, M., et al. (2020) Metabolic correlates of prevalent mild cognitive impairment and Alzheimer's disease in adults with Down syndrome. Alzheimer's & Dementia: Diagnosis, Assessment & Disease Monitoring. doi.org/10.1002/dad2.12028.