Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Eviti COVID-19, resti a partire dai posti dell'interno occupati, dica la modellistica degli scienziati

Alla luce della pandemia in corso COVID-19, i dipartimenti di salubrità dappertutto stanno evidenziando distanziare del sociale, evitante particolarmente gli spazi ammucchiati come i supermercati, i cinema e gli uffici. Uno studio recente da un gruppo di ricercatori finlandesi rinforza questi principi fornendo la prova che gli aerosol dalle persone infettate possono spargersi in lungo e in largo e rimane nell'aria a lungo. Ciò presenta un rischio sanitario ad altre persone nello stesso spazio che è superiore a precedentemente ha pensato.

La potenza della diffusione respiratoria della gocciolina

L'estesa ricerca è stata effettuata sulla diffusione degli agenti patogeni come il coronavirus attraverso le reti sociali. I cluster dei casi sono trovati dove una singola persona ha infettato parecchi sconosciuti in un luogo pubblico. Questi risultati possono essere rintracciati di nuovo alle nuvole dell'aerosol, che hanno il potenziale di infettare tantissima gente dovuto la loro capacità di diffondersi una considerevole distanza molto in un periodo ridotto e di fornire così le vie respiratorie degli spettatori multipli.

Gli studi modellanti epidemiologici egualmente hanno indicato che la diffusione di un virus può essere rallentata o persino interrotta significativamente impedendo l'ammucchiatura della gente ai luoghi pubblici come i ristoranti, i centri commerciali e gli arresti di trasporto pubblico.

Come la ricerca è stata effettuata?

Lo studio finlandese è stato basato sulla modellistica della diffusione delle particelle dell'aerosol da una persona che tossisce in una navata laterale fra gli scaffali, come uno trovato in un supermercato, con ventilazione simulata dell'aria. Lo studio mostra come gli aerosol patogeni possono diffondersi una grande distanza e rimanere per un considerevole periodo alle altezze differenti nell'aria, così mettere in pericolo altri anche dopo che la persona infettata ha passato.

I ricercatori hanno modellato una situazione in cui una persona tossisce giù un corridoio scaffale-limitato tipico delle drogherie. Foto: Petteri Peltonen/università di Aalto
I ricercatori hanno modellato una situazione in cui una persona tossisce giù un corridoio scaffale-limitato tipico delle drogherie. Foto: Petteri Peltonen/università di Aalto

Il gruppo di ricerca comprende intorno 30 membri dall'università di Aalto, dall'istituto meteorologico finlandese, centro da ricerca tecnico di VTT della Finlandia e l'università di Helsinki. Appartengono alle diverse discipline, compreso la virologia, la fisica dell'aerosol, la dinamica fluida, le reti sociali, la ventilazione e l'assistenza tecnica biomedica. Tutti e tre i centri sono ben versato con il modo le particelle sospese nell'aria estremamente che piccole vanno via dai polmoni di una persona durante gli atti come la tosse, starnutendo, o parlando ed allora portato attraverso l'aria. Queste particelle hanno potuto portare i microbi come il coronavirus novello.

Un nuovo, un rapido studia sul coronavirus e le particelle sospese nell
Un nuovo, un rapido studia sul coronavirus e le particelle sospese nell'aria ha rilasciato i primi risultati. Lo studio ha incluso i ricercatori dall'università di Aalto, l'istituto meteorologico finlandese (FMI), centro VTT di innovazione e tecnico ed università di Helsinki. Crred: Università di Aalto/istituto meteorologico finlandese/VTT/università di Helsinki: Animazione: Mikko Auvinen ed Antti Hellsten

I gruppi di ricerca ad ogni simulazione indipendente effettuata concentrare che modella con lo stesso punto di partenza. Tutti e tre i modelli hanno raggiunto lo stesso risultato iniziale - uno scenario dove l'aerosol si diffonde in una grande nuvola e si diluisce nell'aria circostante. Questa nuvola riguarda così un'ampia area intorno alla persona infettata. Il trattamento richiede parecchi minuti, secondo l'assistente universitario Ville Vuorinen dell'università di Aalto, lasciante “le particelle estremamente piccole dell'aerosol che portano il coronavirus,„ che hanno il potenziale di infettare altri nelle vicinanze per parecchi minuti dopo che la persona infettata ha lasciato lo spazio.

La visualizzazione ha modellato il movimento delle particelle che misurano meno di 20 micrometri. Ciò comprende le goccioline emesse tramite una tosse a secco, un sintomo tipico del coronavirus corrente, misurante meno di 15 micrometri. Gli studi più iniziali su influenza A indicano che questo virus può essere trovato nelle più piccole particelle dell'aerosol a 5 micrometri. Gli studi hanno indicato che tali piccole particelle sono abbastanza leggere fluttuare nello stesso luogo in cui sono state rilasciate o muoversi lungo le correnti di aria, invece di affondamento al pavimento. Quindi, rimangono dispersi nell'aria e una minaccia contro altre lungamente dopo che la persona infettata ha lasciato l'area.

Come gli spazi limitati contribuiscono alla diffusione COVID-19?

Molti ricercatori hanno esaminato il ruolo degli spazi dell'interno occupati nella diffusione della malattia. È conosciuto, dalla numerosa infezione modella, che quando la gente smette di muoversi intorno o riunirsi ai punti nodali come i reparti, i centri commerciali ed il trasporto pubblico concentra, la trasmissione virale rallenta o viene ad un arresto complessivamente. Allo stesso modo, il modello corrente può contribuire a concentrare più attenzione del pubblico come pure ad incorniciare le polizze appropriate sull'uso dei posti dell'interno occupati attualmente. La presenza di molta gente in uno spazio limitato aumenta il rischio di trasmissione della gocciolina, a cui è la causa principale del coronavirus sparsa fino corrente è conosciuta.

A 3D model of a person coughing in an indoor environment – how an aerosol cloud travels in the air

Cooperazione scientifica, risultati soddisfacenti

Lo studio dipendeva molto dalla capacità di simulare come le goccioline disperse nell'aria delle goccioline potenzialmente contenenti virus potrebbero essere portate dalle vie respiratorie di una persona infettata, da un supercomputer messo a disposizione dal CSC - centro finlandese dell'IT per scienza srl. I risultati poi sono stati visualizzati in 3D. I primi risultati sono stati forniti dentro intorno ad una settimana, soprattutto dovuto la potenza di calcolo e la collaborazione intensa fra le discipline differenti.

Il consorzio della ricerca aspetta con impazienza di raffinare la modellistica a più esattamente predice come le particelle dell'aerosol si comporteranno nelle aree della rete sociale. I risultati si pensano che siano utili agli esperti nella virologia e nella malattia infettiva mentre riuniscono più informazioni sulla pandemia COVID-19.

Secondo Jussi equilibrato, lo specialista principale, l'istituto finlandese per salubrità ed il benessere, la modellistica è protezione insufficiente per formulare le nuove raccomandazioni. Tuttavia, i risultati rinforzano le linee guida prescritte dall'istituto, consigliante la gente malata di restare a casa come pure mantenente una distanza fisica da ognuno, tossendo in un manicotto o un tessuto e lavaggio o sterilizzante frequentemente le mani. “Questi risultati sono una parte importante del tutto e dovrebbero essere paragonati ai dati dagli studi epidemici in vivo, 'equilibrato aggiunge.

Source:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2020, April 12). Eviti COVID-19, resti a partire dai posti dell'interno occupati, dica la modellistica degli scienziati. News-Medical. Retrieved on October 18, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200412/Avoid-COVID-19-stay-away-from-busy-indoor-places-say-modeling-scientists.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Eviti COVID-19, resti a partire dai posti dell'interno occupati, dica la modellistica degli scienziati". News-Medical. 18 October 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200412/Avoid-COVID-19-stay-away-from-busy-indoor-places-say-modeling-scientists.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Eviti COVID-19, resti a partire dai posti dell'interno occupati, dica la modellistica degli scienziati". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200412/Avoid-COVID-19-stay-away-from-busy-indoor-places-say-modeling-scientists.aspx. (accessed October 18, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2020. Eviti COVID-19, resti a partire dai posti dell'interno occupati, dica la modellistica degli scienziati. News-Medical, viewed 18 October 2021, https://www.news-medical.net/news/20200412/Avoid-COVID-19-stay-away-from-busy-indoor-places-say-modeling-scientists.aspx.