Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori di WVU sviluppano le alternative fattibili alle maschere N95

La pandemia novella di coronavirus quasi ha esaurito le riserve dell'attrezzo medico negli Stati Uniti. Dispositivi di protezione individuale, come le maschere, servire da difesa prima linea per i professionisti medici con un sedile della prima fila a COVID-19.

Venendo all'aiuto di quei medici ed infermieri è un gruppo degli scienziati dalla West Virginia University e dell'istituto nazionale per il salute e sicurezza sul lavoro, che ha sviluppato due coperture alternative della fronte di taglio che sono come efficaci al coronavirus novello di didascalia che quelle maschere alto-desiderate N95.

Potete anche avere alcuni dei materiali per farli: un filtro domestico dalla fornace e una stampante 3D.

Quando COVID-19 ha cominciato ad insinuare nella Virginia dell'Ovest, i funzionari della sanità e la protezione nazionale dello stato hanno cominciato rimescolare affinchè le soluzioni salvaguardino i primi radar-risponditore, fornitori di cure mediche e pazienti influenzati da una mancanza di PPE.

Hanno cercato la competenza nel centro di WVU per tossicologia di inalazione piombo da Timothy Nurkiewicz. il iTOX comprende la funzione avanzata in cui i ricercatori possono verificare gli effetti delle particelle inalate, anche di inalazione di WVU goccioline simulate COVID-19.

Nurkiewicz ed il suo gruppo hanno concluso che materiale dalle fornaci domestiche - di filtro dell'aria sapere, quelle che dimenticaste di cambiare ogni tre mesi - può efficacemente ostruire le particelle di coronavirus.

I filtri dalla fornace di HVAC - particolarmente i filtri più di alta qualità che eliminano gli allergeni e gli acari della polvere - possono eseguire bene nel blocco del COVID-19. Possiamo mettere a strati quello su ed usarlo con le progettazioni a disposizione del pubblico 3D per le maschere del respiratore che coprirebbero la vostra fronte di taglio. Che la combinazione assicura la protezione significativa a chiunque ha esposto alle goccioline COVID-19.„

Timothy Nurkiewicz, presidenza di fisiologia e di farmacologia alla scuola di medicina di WVU

L'orafo di Travis, ingegnere senior della ricerca del iTOX, ha lanciato il progetto esaminando le modalità verificare rapido i materiali non convenzionali del filtrante. il iTox ha funzionato insieme con il Veronica Cyphert, Julie O'Neil ed il Dott. Robert Gerbo, della medicina del lavoro di WVU, per identificare che il materiale di filtro dell'aria in una maschera 3D-printed ha funzionato abbastanza bene.

Dott. Matthew Dietz, dall'ortopedia di WVU, portata in competenza supplementare 3D-printing e guarnizioni comuni aggiunte porta/della finestra alla maschera. Questa aggiunta utile alla maschera la designazione “del passaggio„ per la prova clinica di misura eseguita da medicina del lavoro.

Il gruppo ha trasmesso quelle raccomandazioni alla protezione nazionale della Virginia dell'Ovest, che è nel corso della produzione delle quelle maschere. La protezione nazionale ha una rete delle stampanti che corrente stanno utilizzande, Nurkiewicz ha detto.

Per la seconda riuscita alternativa, il gruppo di Nurkiewicz ha sviluppato un convertitore che può essere 3D-printed e modificato per misura universalmente tutta la maschera di protezione. L'orafo e Kevin Engels, della fisiologia e della farmacologia, in primo luogo hanno sviluppato un prototipo. Oxana ed il segno Tseytlin dalla biochimica di WVU e Walter McKinney ed Erik Sinsel da NIOSH a Morgantown hanno funzionato rapidamente per sviluppare il prototipo in un prodotto 3D-printed e per provarlo fuori su una maschera di CPAP. Il gruppo ha scoperto che efficacemente ha bloccato le goccioline simulate di coronavirus dalla filtrazione da parte a parte.

Nurkiewicz ha detto che i modelli di progettazione saranno messi a disposizione liberamente del pubblico nelle prossime settimane come il gruppo migliora i file.

“Senza la competenza dei ricercatori e della facoltà esperta dell'università della Virginia dell'Ovest, non saremmo in una posizione da muoverci in avanti con la nostra rete delle istituzioni accademiche, comunità ed industrie pubbliche e private degli istituti tecnici superiori, che possono a 3D-print queste progettazioni provate soddisfare l'esigenza sempre crescente del PPE nel nostro stato,„ ha detto maggiore. Gen. James Hoyer, aiutante maggior della protezione nazionale della Virginia dell'Ovest. “Questa collaborazione sottolinea l'importanza di sviluppo delle associazioni forti fra l'accademia e gli enti governativi per trovare le soluzioni innovarici alle emissioni stampanti che affrontano il nostro popolo, compreso la nostra lotta corrente contro COVID-19 nello stato della montagna.„

In generale, il gruppo ha verificato più di 20 materiali e progettazioni della maschera. Mentre i professionisti del settore medico-sanitario preparano per un picco previsto nei casi novelli di coronavirus nella Virginia dell'Ovest nelle prossime settimane, il gruppo di Nurkiewicz sta riflettendo i livelli locali del PPE ed è pronto a assistere se avuto bisogno di.

La funzione di inalazione di WVU misura, identifica e scopre come le particelle noi respirano l'influenza la nostra salubrità. Fornisce ai ricercatori le capacità di video in tempo reale, mentre i molti tipi di particelle che respirabili può accomodare durante gli esperimenti simultanei gli rendono una persona fuori dal comune internazionalmente.

“Abbiamo la capacità di generare le atmosfere artificiali delle goccioline e delle particelle e possiamo valutare la distribuzione per ampiezza degli aerosol. Valutiamo normalmente l'impatto della loro inalazione sul cardiopolmonare ed i sistemi riproduttivi„ Nurkiewicz hanno detto. “Ora, stiamo determinando indipendentemente da fatto che un filtro sta eseguendo una funzione della barriera. Nel corso delle settimane ultime, abbiamo provato praticamente tutto.„

Dentro la funzione di inalazione, il gruppo di Nurkiewicz conduce le esposizioni della generazione dell'aerosol, che usa gli impulsi di ultrasuono per muovere le particelle e spolvera senza contatto fisico. I ricercatori precedentemente hanno usato la funzione del iTOX per studiare i nanomaterials e le particelle inalabili dalle e-sigarette, dalle emissioni automatiche e dai militari bruciano i pozzi.

“La necessità è la madre dell'invenzione,„ Nurkiewicz ha detto nella riflessione sulle settimane ultime. “Sogniamo e forniamo un mazzo di idee pazze ma lavorare con i militari realmente è stato chiarente e rewarding. Sono un gruppo di persone impressionante e siamo molto fortunati avere loro servizio.„

Nurkiewicz ha detto che la ricerca non sarebbe stata possibile senza uno sforzo dedicato da un diverso gruppo degli esperti che vengono insieme come uno.