Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le varianti genetiche ACE2 possono influenzare la progressione di malattia di coronavirus

I ricercatori in British Columbia hanno identificato un insieme delle varianti del gene che sono probabili influenzare la progressione di malattia dall'infezione di coronavirus 2 di sindrome respiratorio acuto severo (SARS-CoV-2) alla malattia COVID-19.

Hanno identificato un insieme raro delle varianti nei residui specifici dell'amminoacido la capacità sull'enzima di conversione dell'angiotensina 2 (ACE2) della proteina quel influenza della proteina virale della punta di legare a ed entrare nelle cellule umane.

Virus SARS-CoV-2 che lega ai ricevitori ACE2 su una cellula umana, la fase iniziale COVID-19 dell
Virus SARS-CoV-2 che lega ai ricevitori ACE2 su una cellula umana, la fase iniziale COVID-19 dell'infezione, credito dell'illustrazione 3D: Kateryna Kon/Shutterstock

Una proteina della punta è una proteina strutturale chiave sulla superficie in COVID-19) dei virions SAR-CoV e SARS-CoV2 (l'agente causativo che permette all'interazione con i ricevitori della cellula umana ed alla fusione con la membrana cellulare ospite.

I ricercatori dicono che, da due ACE2-binding i coronaviruses patogeni sono emerso negli ultimi dieci anni, è probabili che più emergeranno in futuro, significando che è importante capire questa interazione specifica dell'host-agente patogeno attualmente.

I risultati possono essere trovati in una versione della pubblicazione preliminare del documento (attualmente disponibile a bioRxiv), che sta subendo la revisione tra pari.

I fattori di rischio genetici umani devono studiare

Dato la velocità ed il disgaggio della pandemia COVID-19, le varianti genetiche virali conosciute per influenzare la progressione di malattia hanno ricevuto molto interesse della ricerca. Tuttavia, pochi studi hanno messo a fuoco sui fattori di rischio genetici che influenzano la predisposizione dei host umani.

“La velocità della pandemia ed il grande numero di casi commoventi universalmente giustificano gli sforzi per identificare tutti i fattori di rischio possibili per i risultati avversi, compreso gli sforzi per identificare i fattori genetici di predisposizione in host umani,„ scrive William Gibson dall'università di British Columbia e di colleghi.

I ricercatori recentemente hanno dimostrato che il dominio della peptidasi della proteina umana ACE2 è limitato dal dominio dell'ricevitore-associazione delle proteine della punta presenti sulla superficie di SARS-CoV-2 e di SAR-CoV.

Dato questa conoscenza priore e quell'interazione della proteina-proteina, modellare ha identificato i residui specifici su ACE2 a cui il SAR CoV-2 direttamente lega, Gibson dell'amminoacido e le varianti del gene esaminarici colleghi a questi siti che hanno sospettato potrebbero pregiudicare il rischio di SARS-CoV-2 che diventa la malattia COVID-19.

Poiché ACE2 è codificato sul cromosoma X, egualmente hanno sospettato le differenze fondate sul sesso nell'espressione ACE2 avrebbero significato che questo rischio avrebbe differito fra i maschi e le femmine.

Varianti di senso sbagliato di predizione

Per il loro studio, il gruppo ha usato il database dello gnomAD - una risorsa che cataloga le varianti genetiche di codifica per 141.456 adulti.

Hanno valutato le entrate su ACE2 nel database e nei file scaricati che predicono le varianti di senso sbagliato nella proteina. Il database ha catalogato 242 varianti di senso sbagliato di codifica, 15 di cui sono stati preveduti per essere situati o vicino alla sede del legame ACE2 per la proteina della punta SSARS-CoV-2.

Sul cumulo della frequenza di queste varianti, il gruppo ha stimato che si presentassero in circa 3,9 per 1.000 maschi e in 8,5 per 1.000 femmine. Tuttavia, la distribuzione di questi alleli rari è nemmeno attraverso le sottopopolazioni ed il solo terreno comunale uno era rs41303171 (pensiero per codificare p.Asn720Asp), che si è presentato in 1,7% dei maschi e in 3,2% delle femmine nel database.

Sebbene l'avvenimento di questo allele sia abbastanza frequente essere identificato negli studi genoma di ampiezza di associazione, non si trova nel dominio ACE2 probabilmente limitato da SARS-CoV-2 e quindi non è stato considerato un candidato proficuo per questa interazione.

La seconda variante comune era rs4646116 (pensiero per codificare p.Lys26Arg), che è stato preveduto per trovarsi accanto all'interfaccia della proteina di ACE2-Spike.

Frequenza delle varianti

Sulla considerazione del ACE2 varianti di senso sbagliato globale, i ricercatori dicono che la loro prevalenza stimata era 3,9 per 1.000 maschi e 8,5 per 1.000 femmine. Sulla calcolazione della prevalenza di diverse varianti, la prevalenza stimata di rs4646116 (p.Lys26Arg) era 1 in 70 fra i maschi ebrei di Ashkenazi e 1 in 172 fra i maschi europei non Finlandesi. La frequenza di questo allele era più alta fra le femmine. Questo allele si è presentato alla a a bassissima frequenza tra altre popolazioni ed era assente fra i partecipanti coreani e giapponesi.  Le varianti restanti interamente hanno accaduto molto raramente.

I ricercatori dicono loro studi in vitro delle cedole di studio di prova-de-principio ulteriori che esaminano l'associazione e la replica virali in celle incitate per esprimere le proteine umane di variante ACE2.

Obiettivi terapeutici potenziali

Ancora, “dati recenti dati che la sostanza solubile recombinante umana ACE2 (hrsACE2) può bloccare le fasi iniziali di infezioni SARS-CoV-2,„ dice che il gruppo “tutta la variante naturale dell'essere umano ACE2 che limitano più strettamente alla proteina virale della punta potrebbe servire da migliore esca del `' per la proteina virale e sarebbe un candidato per le molecole novelle hrsACE2 con potenziale terapeutico.„

I ricercatori egualmente precisano che da tre coronaviruses patogeni (SAR-CoV, MERS-CoV e SARS-CoV2) sono emerso più di di ultimi 20 anni e due che di loro le cellule ospiti umane di accesso via ACE2, è possibili “quello coronaviruses supplementari che legano a ACE2 sono probabili emergere in futuro.„

“Così, la conoscenza di questo host-agente patogeno che specifico l'interazione al livello molecolare è importante da avere attualmente,„ conclude il gruppo.

Journal reference:

ACE 2 Coding Variants: A Potential X-linked Risk Factor for COVID-19 Disease William T Gibson, Daniel M Evans, Jianghong An, Steven JM Jones bioRxiv 2020.04.05.026633; doi: https://doi.org/10.1101/2020.04.05.026633

Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally first developed an interest in medical communications when she took on the role of Journal Development Editor for BioMed Central (BMC), after having graduated with a degree in biomedical science from Greenwich University.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2020, April 15). Le varianti genetiche ACE2 possono influenzare la progressione di malattia di coronavirus. News-Medical. Retrieved on September 20, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200415/ACE2-genetic-variants-may-influence-coronavirus-disease-progression.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "Le varianti genetiche ACE2 possono influenzare la progressione di malattia di coronavirus". News-Medical. 20 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200415/ACE2-genetic-variants-may-influence-coronavirus-disease-progression.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "Le varianti genetiche ACE2 possono influenzare la progressione di malattia di coronavirus". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200415/ACE2-genetic-variants-may-influence-coronavirus-disease-progression.aspx. (accessed September 20, 2021).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2020. Le varianti genetiche ACE2 possono influenzare la progressione di malattia di coronavirus. News-Medical, viewed 20 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20200415/ACE2-genetic-variants-may-influence-coronavirus-disease-progression.aspx.