Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Vantaggio inatteso dei lockdowns COVID-19 sull'ambiente e sulla salubrità

La pandemia che si diffonde il mondo ha pregiudicato finora oltre 185 paesi e territori, con oltre 2 milione casi e 134.354 morti. Nella risposta, molti paesi e regioni hanno applicato i lockdowns, oltre alle raccomandazioni quasi universali per distanziare sociale. Uno della maggior parte dei impatti significativi è stato l'effetto su attività economica dappertutto.

Un nuovo studio della pubblicazione preliminare pubblicato su medRxiv esamina l'effetto del lockdown pandemico-associato e della riduzione drastica risultante dell'attività economica, in termini di inquinamento ambientale. I ricercatori hanno trovato che l'inquinamento atmosferico sia al livello del suolo che ai livelli troposferici è stato ridotto di 20% attraverso 20 paesi. I parametri hanno misurato il diossido di azoto incluso, l'ozono ed il particolato fine. Queste riduzioni sono state collegate a miglioramento dei risultati di salubrità sopra l'a breve termine pure.

Lo sviluppo deve significare l'inquinamento

Molti paesi in via di sviluppo hanno trovato che l'attività economica e la crescita finanziaria sono collegate inestricabile all'uso dei combustibili fossili, con conseguente gas serra aumentati, particolato e, pertanto, inquinamento atmosferico aumentato.

L'inquinamento atmosferico ha conseguenze avverse severe sulle sanità e sull'ambiente. La ricerca indica che le 9 milione morti stimate accadono prematuramente ogni anno dovuto la presenza di particolato fine meno di 2,5 micrometri (PM2.5). Nel frattempo, il diossido di azoto (NO2) induce 4 milione nuovi casi di asma ad emergere ogni anno in bambini.

Il Lockdown diminuisce l'inquinamento atmosferico

Lo studio è stato basato sull'ipotesi che i lockdowns sono collegati ai livelli più bassi di inquinamento atmosferico durante febbraio e marzo 2020. Le immagini proveniente dal satellite hanno fornito i dati ai livelli globali di inquinamento atmosferico e le misure al suolo sono state derivate da 10.000 stazioni di qualità dell'aria, registrando per ottenere le variazioni nelle condizioni atmosferiche locali e globali.

I cambiamenti in vari inquinanti atmosferici poi sono stati esaminati col passare del tempo in relazione alla riduzione, all'occorrenza, del numero delle morti premature e dei nuovi casi di asma di infanzia confrontati all'incidenza prevista.

Manhattan, New York, U.S.A. - 28 marzo 2020: Nessuna folla in Times Square dopo auto-quarantena e distanziare del sociale è stata messa sul posto in New York. Credito di immagine: immagini di riserva/Shutterstock del haeryung
Manhattan, New York, U.S.A. - 28 marzo 2020: Nessuna folla in Times Square dopo auto-quarantena e distanziare del sociale è stata messa sul posto in New York. Credito di immagine: immagini di riserva/Shutterstock del haeryung
LONDRA, Regno Unito - 22 maggio 2018: Londra vuota. Circo di Oxford senza traffico o i pedoni. La zona commerciale occupata è normalmente a un impasse con traffico umano. Credito di immagine: pxl.store/Shutterstock
LONDRA, Regno Unito - 22 maggio 2018: Londra vuota. Circo di Oxford senza traffico o i pedoni. La zona commerciale occupata è normalmente a un impasse con traffico umano. Credito di immagine: pxl.store/Shutterstock
Mosca, Russia, il 5 aprile 2020. Quarantena di Coronavirus, COVID-19, a Mosca. Vie vuote nel centro urbano. Credito di immagine: Dmitry Bezrukov/Shutterstock
Mosca, Russia, il 5 aprile 2020. Quarantena di Coronavirus, COVID-19, a Mosca. Vie vuote nel centro urbano. Credito di immagine: Dmitry Bezrukov/Shutterstock

Dati provenienti dai satelliti

Quando i dati satellite-derivati sono stati osservati, i ricercatori hanno trovato un rapporto di riproduzione di 10% delle concentrazioni NO2 nella troposfera sopra le parti popolate del mondo, con un declino di 30% sopra Europa e una caduta di 12% sopra la Cina. I livelli dell'ozono hanno mostrato un leggero aumento di 2,4%, che spiegano come dovuto il declino nelle emissioni dell'ossido di azoto, causante il consumo diminuito di ozono dalla reazione con ozono (titolazione locale del ` di ozono'), con la formazione fotochimica di ozono catalizzata dagli ossidi di azoto.

Il diossido di azoto dura soltanto circa un giorno nell'atmosfera, che permette che le fluttuazioni locali siano vedute chiaramente. L'ozono dura le settimane per volta e le sue variazioni sono influenzate col passare del tempo dal tempo pure. La quantità limitata di luce solare durante i mesi del lockdown di febbraio e marzo egualmente diminuisce la tariffa delle reazioni fotochimiche dell'ozono nell'atmosfera sopra i paesi più freddi del mondo. Nelle regioni più calde del globo, i livelli di ozono possono aumentare ed accumularsi in profonda misura.

La concentrazione di PM2.5 è rispecchiata dalla profondità ottica dell'aerosol (AOD). Ciò egualmente è andato su, sebbene leggermente, da 13%, ma da questo fosse principalmente sopra lo strato limite e non rappresentasse i cambiamenti al livello del suolo.

Sao Paulo, SP/Brasile - 22 marzo 2020: Le vie ed i viali vuoti sono veduti a São Paulo del centro, Brasile. Credito di immagine: Il Nelson Antoine/Shutterstock
Sao Paulo, SP/Brasile - 22 marzo 2020: Le vie ed i viali vuoti sono veduti a São Paulo del centro, Brasile. Credito di immagine: Il Nelson Antoine/Shutterstock

Dati di livello del suolo

Al livello del suolo, i cambiamenti dal riferimento previsto nei livelli di NO2, l'ozono e PM2.5 erano -23%, +5,4% e -17%, rispettivamente. Il cambiamento è sia maggior che nella direzione opposta nel caso di PM2.5, una volta confrontato ai dati satellite-generati, mostranti quanto importante è di prendere entrambi i tipi di dati in considerazione.

La riduzione dei livelli NO2 e PM2.5 è evidente dalla metà di gennaio ed aumenta da allora in poi, in grado di, secondo i ricercatori, essere a causa del lockdown iniziale a Wuhan e poi nella provincia di Hubei all'inizio della pandemia, seguito aumentando il numero dei lockdowns dappertutto. Egualmente hanno precisato le aberrazioni, quali le riduzioni molto più significative in Australia e nel Messico. Mentre il primo può essere il risultato degli incendi più in anticipo della boccola in Australia, i secondi, dicono, sono “più difficili da spiegare.„

8 aprile 2020 - Cape Town, Sudafrica: Vista aerea sopra Cape Town durante il lockdown COVID-19. Credito di immagine: fivepointsix/Shutterstock
8 aprile 2020 - Cape Town, Sudafrica: Vista aerea sopra Cape Town durante il lockdown COVID-19. Credito di immagine: fivepointsix/Shutterstock

Come queste deviazioni sono collegate al lockdown ed ai risultati di salubrità?

Il punto seguente era di analizzare soltanto le concentrazioni al suolo di ogni agente inquinante su una base estesa a tutto il paese e per soltanto le prime 2 settimane del lockdown piuttosto che la media nei mesi di febbraio e marzo. I ricercatori hanno registrato per ottenere tempo e le circostanze climatiche locali, in grado di contrassegnato pregiudicare questi parametri.

I risultati hanno indicato rispettivamente che NO2 ed i livelli dell'ozono sono andato giù quasi da un terzo e da un decimo. I livelli PM2.5, tuttavia, sembrano essere influenzati più tramite la generazione di energia, l'agricoltura e l'uso residenziale di potenza che il trasporto terrestre e l'attività economica su scala ridotta. La polvere minerale esaurita distanze immense dai venti egualmente sembra svolgere un ruolo significativo nella determinazione del PM2.5, che maschera le riduzioni locali di questo agente inquinante.

I ricercatori dicono che appena due settimane del lockdown, che hanno portato la maggior parte di industrie e del traffico ad un arresto quasi-completo, ha provocato una riduzione netta di 7.400 morti premature e 6.600 casi di asma in bambini in 27 paesi in cui tali misure erano in vigore. 6.800 delle morti evitate erano dovuto PM2.5, 540 a NO2 e 50 alle riduzioni dell'ozono. Per asma in bambini, le riduzioni di corrispondenza sono 850, 5700 e 50, rispettivamente.

Quando i dati dall'India e dalla Cina da solo sono esaminati, il numero delle morti premature dovuto la presenza di PM2.5 nell'aria è andato giù da 5.300 e da 1.400, rispettivamente. Questi sono i paesi con i livelli elevati di inquinamento e la più grande densità di popolazione.

È equo supporre che se questa tendenza dovesse essere mantenuta per il tutto di 2020, ci sarebbero stati circa 0,80 milione meno morti premature e 1,6 milione casi di asma in bambini. Le piccole riduzioni di PM2.5 contribuirebbero a molto di questo vantaggio, a 0,6 milione morti evitate e a 1,1 milione casi pediatrici evitati di asma.

Che cosa lo studio mostra?

Lo studio presenta parecchie limitazioni dovuto il tipo di dati usati, vale a dire, facendo uso delle tendenze della multi-città o a livello urbano generalizzare sopra un'intera popolazione. Secondariamente, non possono predire se le morti premature dicessero di essere evitate fossero accaduto nel periodo coperto. Lo studio egualmente non rappresenta altre esposizioni come fumo dalle stufe dell'interno del combustibile solido.

Malgrado questo, i ricercatori concludono che la riduzione di inquinamento atmosferico diminuendo le emissioni relative alle attività economiche regolari è associata con potenziale significativo per i miglioramenti dei risultati di salubrità. La durata totale più lunga del lockdown nella maggior parte dei paesi e nell'interazione fra inquinamento atmosferico e le morti COVID-19 deve ancora essere conosciuta e questi preventivi possono, quindi, essere ai limiti più bassi dei vantaggi reali.

Attività economica non può, essere sospeso ovviamente indefinitamente, eppure dovrebbe il mondo ritornare al suo “affare come„ reticoli usuali che determina chiaramente l'inquinamento atmosferico e le morti relative? Mentre i lockdowns sono stati intesi per minimizzare il numero delle morti da COVID-19, l'evitare risultante le morti premature dovuto inquinamento atmosferico è stato un vantaggio collaterale. Concludono, “trovando economicamente e le alternative socialmente sostenibili aa trasporto ed all' industria basati a combustibile fossili sono gli altri mezzi di raggiungimento dei declini che dell'agente inquinante abbiamo 235 osservati durante la risposta globale a COVID-19.„

Avviso importante

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, per non essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:

Venter, Z. S., Aunan, K., Chowdhury, S., and Lelieveld, J. (2020). COVID-19 Lockdowns Cause Global Air Pollution Declines With Implications for Public Health Risk. medRxiv preprint doi: https://doi.org/10.1101/2020.04.10.20060673

Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2020, May 03). Vantaggio inatteso dei lockdowns COVID-19 sull'ambiente e sulla salubrità. News-Medical. Retrieved on September 24, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200415/Unexpected-benefit-of-COVID-19-lockdowns-on-the-environment-and-health.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Vantaggio inatteso dei lockdowns COVID-19 sull'ambiente e sulla salubrità". News-Medical. 24 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200415/Unexpected-benefit-of-COVID-19-lockdowns-on-the-environment-and-health.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Vantaggio inatteso dei lockdowns COVID-19 sull'ambiente e sulla salubrità". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200415/Unexpected-benefit-of-COVID-19-lockdowns-on-the-environment-and-health.aspx. (accessed September 24, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2020. Vantaggio inatteso dei lockdowns COVID-19 sull'ambiente e sulla salubrità. News-Medical, viewed 24 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20200415/Unexpected-benefit-of-COVID-19-lockdowns-on-the-environment-and-health.aspx.