Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori trovano il nuovo modo identificare i geni implicati nel morbo di Alzheimer

Il morbo di Alzheimer (AD) è conosciuto per comprendere le interazioni fra molti geni differenti, rendente lo difficile segnare i meccanismi con esattezza specifici. Ma ora, i ricercatori dal Giappone hanno trovato un nuovo modo identificare i geni implicati in neurodegeneration in ANNUNCIO.

In uno studio pubblicato questo mese nella genetica molecolare umana, i ricercatori dall'università di Osaka, l'università di Niigata ed il centro nazionale per la geriatria e la gerontologia hanno rivelato i geni che avviano i cambiamenti specifici nelle connessioni fra le proteine, chiamati le reti del dominio della proteina (PDNs), che sono associate significativamente con il neurodegeneration in ANNUNCIO.

L'analisi di rete è efficace per l'identificazione delle funzionalità dell'ANNUNCIO in esseri umani come pure identificare i geni che gestiscono le mutazioni patologiche nei beni della rete. I ricercatori hanno condotto l'analisi di rete dei cambiamenti in PDNs per determinare se questo trattamento potrebbe essere usato per rivelare i cambiamenti genetici connessi con patologia dell'ANNUNCIO in tutto le fasi differenti della malattia.

“PDNs può variare ampiamente fra i tessuti ed i tipi delle cellule ed avere strutture differenti nel normale contro gli stati di malattia,„ spiega Masataka Kikuchi, autore principale dello studio. “Abbiamo voluto vedere se potessimo usare un approccio integrato della rete per identificare i nuovi geni connessi con il crollo di PDNs in ANNUNCIO,„ aggiungiamo Michiko Sekiya, autore del co-cavo.

Per fare questo, i ricercatori hanno esaminato i dati di interazione della proteina ed i dati di espressione genica dai campioni post mortem del cervello dai pazienti con l'ANNUNCIO per generare PDNs. Hanno trovato che il deterioramento di PDNs si è presentato nelle fasi specifiche dell'ANNUNCIO ed hanno identificato RAC1 come gene specifico che svolge un ruolo chiave nell'alterazione di PDNs. Poi hanno esaminato gli effetti della disattivazione del RAC1 nella drosofila della mosca di frutta.

Abbiamo trovato i livelli diminuiti di RAC1 nei campioni post mortem del cervello dai pazienti con l'ANNUNCIO e questi cambiamenti sono stati convalidati pubblicamente dai livelli di espressione genica dall'insieme di dati disponibile di a -. Più ulteriormente, RAC1 d'inibizione in drosofila ha indotto i cambiamenti età-dipendenti nel comportamento, accompagnato dal neurodegeneration.„

Koichi M. Iijima, autore senior

Inoltre, hanno trovato che il numero delle interazioni che costituiscono PDNs in tre regioni dai cervelli dell'ANNUNCIO è diminuito con ogni fase dell'ANNUNCIO.

“Questi dati forniscono ulteriore prova che crollo di PDNs durante la progressione dell'ANNUNCIO,„ dice Norikazu Hara, autore del co-cavo. “Così, i cambiamenti in PDNs possono essere un elemento chiave di disfunzione e del neurodegeneration di un neurone che si presenta in ANNUNCIO.„

Questi risultati indicano che un approccio integrato della rete è vantaggioso nella determinazione dei fattori che piombo al neurodegeneration in ANNUNCIO, che può migliorare le probabilità di scoprire i nuovi biomarcatori ed i trattamenti terapeutici.

Source:
Journal reference:

Kikuchi, M., et al. (2020) Disruption of a RAC1-centred network is associated with Alzheimer’s disease pathology and causes age-dependent neurodegeneration. Human Molecular Geneticsdoi.org/10.1093/hmg/ddz320.