Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Trattamento del azithromycin e dell'idrossiclorochina in 80 pazienti COVID-19: risultati a breve termine

La pandemia COVID-19 ancora sta spargendosi intorno al mondo e sta pregiudicando quasi 2,4 milione di persone, con oltre 164.000 morti finora. Con nè la droga terapeutica vaccino nè provata che è disponibile finora, il bisogno dell'ora è per l'efficace trattamento. Ora, un nuovo studio riferisce l'utilizzabilità potenziale di una combinazione di idrossiclorochina e di azithromycin come trattamento nei casi delicati dell'infezione COVID-19 e sollecita l'esigenza di ulteriore valutazione e di uso molto diffuso se i sui risultati sono confermati.

Perché abbiamo bisogno di una maturazione COVID-19?

COVID-19 ha cominciato nel dicembre 2019, causato da un coronavirus novello chiamato SARS-CoV-2, nella città di Wuhan, provincia di Hubei, in Cina. Ha distribuito rapido in 185 paesi e territori ed è stato dichiarato una pandemia sui 12th del marzo 2020. Il tasso di mortalità di caso globale è circa 2,3%, ma in gente più anziana, questo è 8% e 15% in quelli di 70-79 anni e 80 anni più, rispettivamente. Il fatto che fino a 80% dei casi sono asintomatici o leggermente sintomatici significa che il tasso di mortalità reale può essere molto di meno.

Coronavirus novello SARS-CoV-2: Questa immagine del microscopio elettronico a scansione mostra SARS-CoV-2 (oggetti rotondi dell

Coronavirus novello SARS-CoV-2: Questa immagine del microscopio elettronico a scansione mostra SARS-CoV-2 (oggetti rotondi dell'oro) che emerge dalla superficie delle celle coltivate in laboratorio. SARS-CoV-2, anche conosciuto come 2019-nCoV, è il virus che causa COVID-19. Il virus indicato è stato isolato da un paziente nel credito degli Stati Uniti: NIAID-RML

Tuttavia, abbia bisogno del resti di contenere la diffusione del virus, che può essere fatto mediante la limitazione della durata del carrello del virus. Le più vecchie droghe di Repurposing per uso contro il virus è una strategia tenuta in gran considerazione perché queste droghe sono già approvate per uso in esseri umani. La loro sicurezza, effetti secondari della tollerabilità e interazioni della droga sono stabiliti. Fra queste droghe, gli antibiotici simili a azithromycin e l'idrossiclorochina immunomodulatory della droga, hanno guadagnato l'attenzione diffusa.

Più di un terzo dei medici già prescriva o che credi che dovrebbero prescrivere l'idrossiclorochina o il azithromycin per le infezioni COVID-19. Ciò lo rende urgente per scoprire se queste sono effettivamente efficaci.

Gli studi preclinici hanno indicato che il fosfato della clorochina ed il solfato dell'idrossiclorochina inibiscono l'attività virale in vitro. Lo studio corrente crea il rapporto che un altro dei loro studi mostrano un effetto sinergico quando sia il azithromycin che l'idrossiclorochina sono usati sulle celle infettate con il SARS-CoV-2, ai livelli simili alle concentrazioni probabili in esseri umani dosati con queste droghe. Alcuni studi egualmente hanno indicato che la clorochina diminuisce la febbre e piombo ad un miglioramento nei segni di CT sulla rappresentazione come pure ritarda la progressione dei sintomi. Ciò piombo alcuni ricercatori cinesi raccomandare ad un trattamento basato a clorochina per COVID-19, di tutti i severities.

Il virus è sparso per una mediana dei 20 giorni in superstiti (8-37 giorni), ma fino alla morte nei casi interni. Il trattamento è richiesto così per accorciare questo periodo e per produrre la maturazione clinica senza una progressione ai sintomi severi.

Lo studio corrente

Un piccolo studio pilota su 20 casi ha mostrato una risoluzione 100% con mg dell'idrossiclorochina 600 al giorno. Il giorno 6, il carrello virale è stato diminuito ed i tamponi rinofaringei erano negativi in 70% dei casi, contrariamente a 12,5%. Un altro studio non è riuscito ad evidenziare alcuna differenza significativa, ma questo studio ha provato parecchie altre droghe pure.

Lo studio corrente è uno studio d'osservazione incontrollato in 80 pazienti COVID-19 con l'infezione delicata. Tutti sono stati trattati con le due droghe, idrossiclorochina ed azithromycin per tre o più giorni. I ricercatori hanno valutato il risultato clinico, il grado di transmissibility come misurato dalla PCR e dalla cultura virale ed il periodo di soggiorno paziente nell'unità della malattia infettiva.

Che cosa lo studio ha mostrato?

L'età media dei 80 pazienti con COVID-19 confermato era di 52 anni. 57% di loro ha avuto una o più condizioni mediche croniche, che sono considerate un fattore di rischio per COVID-19 severo. I pazienti sono stati ospedalizzati i cinque giorni in media dall'inizio dei sintomi. I sintomi più comuni erano più in basso respiratori in 54% e nei sintomi respiratori superiori in 41%. La febbre era presente in soltanto 15%. 92% di loro è stata valutata come a basso rischio per la progressione. Circa 54% ha avuto risultati di CT indicativi di polmonite.

La maggior parte dei pazienti hanno iniziato il trattamento il giorno dell'ammissione o del giorno successivo. Quasi tutti sono stati trattati giornalmente per un massimo dei 10 giorni. Un paziente ha fermato presto il trattamento dovuto il rischio di interazione della droga con un altro farmaco. La sicurezza e la tollerabilità erano accettabili.

In 65 pazienti, cioè, 81%, pazienti sono stati scaricati con un buon risultato clinico. L'ossigenoterapia è stata richiesta per 15% durante la loro degenza in ospedale. L'ammissione di terapia intensiva è stata richiesta per tre pazienti, di cui due sono migliorato e ritornato al reparto. Un paziente è morto nel reparto ed uno era ancora nel ICU.

Ha fatto il lavoro combinato del idrossiclorochina-azithromycin?

L'amministrazione di idrossiclorochina e di azithromycin ha determinato un miglioramento in tutto solo un paziente (chi era anziano, ha avuto sintomi severi ed ha avuto una malattia irreversibile). Il miglioramento è sembrato essere migliore di quello descritto in altri gruppi ospedalizzati.

I risultati della cultura e di PCR mostrano il transmissibility diminuito

Il caricamento virale nella nasofaringe ha diminuito rapido secondo qPCR, con 83% e 93% dei pazienti che hanno un tampone negativo di giorno sette e giorno otto, rispettivamente. Il numero dei pazienti contagiosi era due dai dieci giorni e da zero di giorno 12, ma aveva diminuito contrassegnato di giorno 6.

Più in 97% dei pazienti, i tamponi respiratori hanno provato la quantità negativa su cultura di giorno 5. Soltanto due culture erano ancora positive dopo il giorno 5, un di giorno 8 e nessuno di giorno 9.

La maggior parte dei pazienti sono restato in ospedale per i cinque giorni in media prima dello scarico.

Che cosa può essere arguito circa la combinazione della droga?

I ricercatori sottolineano la necessità di trattare la circostanza efficacemente per evitare il peggioramento progressivo dei sintomi del polmone, tipicamente intorno al giorno 10th , che può cessare nella sindrome di emergenza respiratoria acuta, della prognosi difficile, particolarmente in gente più anziana.

I ricercatori indicano il miglioramento sintomatico rapido, con la riduzione parallela del caricamento virale del DNA, sia dalla PCR che da cultura, come prova per il potenziale di queste droghe di produrre un risultato favorevole.

La sicurezza di queste droghe non è in questione, alle dosi raccomandate, ma il video di ECG è raccomandato poiché l'idrossiclorochina è stata riferita occasionalmente per causare il blocco cardiaco in pazienti con le condizioni del cuore di fondo. Il video attento dei pazienti ad alto rischio ECG e guardando per le interazioni della droga possibili dovrebbe essere sufficiente per evitare questa complicazione.

I ricercatori pianificazione una prova più grande nella loro istituzione per convalidare i loro risultati iniziali. Riassumono, “abbiamo fornito la prova di un effetto benefico dell'co-amministrazione di idrossiclorochina azithromycin nel trattamento di COVID-19 e nella sua efficacia potenziale nella riduzione iniziale del contagiousness. Dato il bisogno terapeutico urgente ed il costo trascurabile sia di idrossiclorochina che di azithromycin, crediamo che ci sia un bisogno urgente di valutare questa strategia più ulteriormente.„

Journal reference:

Gautret, P., Lagier, J.-C., Parolam P., Hoang, V. T. et al. (2020). Clinical and Microbiological Effect of a Combination Of Hydroxychloroquine And Azithromycin In 80 Covid-19 Patients With At Least A Six-Day Follow Up: A Pilot Observational Study. Travel Medicine and Infectious Disease (2020), doi: https://doi.org/10.1016/j.tmaid.2020.101663.

Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2020, April 19). Trattamento del azithromycin e dell'idrossiclorochina in 80 pazienti COVID-19: risultati a breve termine. News-Medical. Retrieved on January 20, 2022 from https://www.news-medical.net/news/20200419/Hydroxychloroquine-and-azithromycin-treatment-in-80-COVID-19-patients-short-term-outcomes.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Trattamento del azithromycin e dell'idrossiclorochina in 80 pazienti COVID-19: risultati a breve termine". News-Medical. 20 January 2022. <https://www.news-medical.net/news/20200419/Hydroxychloroquine-and-azithromycin-treatment-in-80-COVID-19-patients-short-term-outcomes.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Trattamento del azithromycin e dell'idrossiclorochina in 80 pazienti COVID-19: risultati a breve termine". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200419/Hydroxychloroquine-and-azithromycin-treatment-in-80-COVID-19-patients-short-term-outcomes.aspx. (accessed January 20, 2022).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2020. Trattamento del azithromycin e dell'idrossiclorochina in 80 pazienti COVID-19: risultati a breve termine. News-Medical, viewed 20 January 2022, https://www.news-medical.net/news/20200419/Hydroxychloroquine-and-azithromycin-treatment-in-80-COVID-19-patients-short-term-outcomes.aspx.