Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La medicina di Penn lancia la prova convalescente di terapia del plasma per i pazienti COVID-19

Terapia convalescente del plasma per i pazienti COVID-19 -- un approccio sperimentale di dare una trasfusione di plasma si è raccolto da un donatore che ha recuperato da COVID-19 ad un paziente con un'infezione attiva -- è il fuoco di nuova iniziativa in due parti della ricerca alla medicina di Penn. I ricercatori in primo luogo raccoglieranno il plasma dalla gente che ha recuperato dalla loro infezione nell'ambito di un protocollo erogatore della ricerca. La seconda parte comprende condurre i test clinici per verificare la sicurezza e l'efficacia di dare quel plasma a moderatamente e severamente pazienti ospedalizzati ill.

La gente che ha recuperato rapido da COVID-19 sviluppa le risposte dell'anticorpo. I rapporti iniziali suggeriscono che questi anticorpi del plasma possano amplificare la risposta immunitaria in pazienti severo-malati. Sviluppando ed applicando questi protocolli della ricerca in tandem, potremo usare ai i metodi scientifici e basati a prova per imparare se e come, la terapia convalescente del plasma aiuta i pazienti. Stiamo lavorando per iniziare il nostro test clinico non appena possibilmente possiamo, perché dobbiamo urgentemente determinare se questo approccio funziona e se è sicuro.„

Barra di Katharine, MD, assistente universitario delle malattie infettive a scuola di medicina del Perelman di Penn

La barra piombo il gruppo di test clinico all'ospedale dell'università della Pennsylvania e del centro medico presbiteriano di Penn. Nicole Aqui, MD, un professore associato di patologia clinica e medicina del laboratorio, piombo il gruppo della medicina della trasfusione che ha cominciato un protocollo della ricerca per raccogliere il plasma dai pazienti recuperati COVID-19 questo mese.

“Oltre ad essere domestico ai ricercatori principali con le decadi di esperienza, Penn di scienza di base del coronavirus del mondo ha una competenza di lunga durata nella raccolta di aferesi. Siamo fortunati avere l'opportunità di partner con gli specialisti della malattia infettiva per permettere ai test clinici estremamente importanti,„ Aqui ha detto.

I ricercatori cominceranno ad iscrivere i pazienti nel test clinico dopo approvazione dagli Stati Uniti Food and Drug Administration per una nuova applicazione d'investigazione della droga. La prima prova includerà 50 pazienti e prenderà a quattro mesi per completare. Fino a due unità, o 500 millilitri, di plasma saranno dati ad ogni paziente iscritto alla prova.

“Poiché utilizzeremo il plasma raccolto a Penn nei test clinici, stiamo andando conoscere l'informazione dettagliata circa la connessione fra il plasma erogatore ed il suo effetto sul destinatario paziente,„ ha detto Donald Siegel, il MD, il PhD, un professore di patologia e della medicina del laboratorio e Direttore della medicina della trasfusione e della patologia terapeutica. “Impareremo come individuare la presenza ed il tipo di anticorpi in un'unità data del plasma, come il paziente ha fatto dopo la ricezione che l'unità particolare ed eventualmente può completare la nostra comprensione dei giochi di immunità passiva di ruolo nella cura dei nostri pazienti.„

I medici stanno usando la terapia convalescente del plasma per trattare i virus per più di un secolo--includendo durante l'epidemia spagnola di influenza. Più recentemente, la terapia è stata usata per trattare SARS-1, MERS e l'influenza H1N1. Il plasma è raccolto generalmente in due modi, con un'organizzazione importante di distribuzione e della raccolta come la croce rossa americana o in una regolazione medica accademica come Penn.

“Il che adotta l'approccio investigativo di Penn all'più ad alto livello è l'associazione integrata fra gli immunologi, i microbiologi, i medici della medicina della trasfusione, i medici critici di cura, ricercatori della malattia infettiva ed i pulmonologists che stanno lavorando parallelamente con la grandi urgenza e precisione a più profondamente capiscono la malattia e l'impatto completo di questa e parecchi altri interventi,„ ha detto Emma Meagher, MD, decano vice ed ufficiale clinico principale della ricerca nella scuola di medicina di Perelman ed in un professore di medicina e di farmacologia.

“Abbiamo scienziati con le decadi di esperienza al banco che collaborano con i clinici di livello internazionale che forniscono la cura al lato del letto - questo è che cosa Penn fa il più bene.„ Andrew detto Fesnak, MD, un assistente universitario di patologia e medicina del laboratorio e un co-ricercatore sul protocollo erogatore.

Due documenti recenti hanno indicato i risultati positivi fra i pazienti critico-malati COVID-19 curati con la terapia convalescente del plasma. Uno studio di dieci pazienti severo-malati COVID-19 a Wuhan, Cina ha determinato quell'un'unità --200 millilitri--di plasma convalescente piombo al miglioramento dei sintomi clinici nei tre giorni ed alla scomparsa del virus dal sangue in sette giorni. Gli autori di studio hanno detto i risultati indicano che la terapia è un'opzione di promessa di salvataggio per i pazienti severamente malati. Un altro studio dalla Cina ha mostrato similmente il miglioramento clinico fra cinque pazienti critico-malati con COVID-19 e la sindrome di emergenza respiratoria acuta (ARDS). Tuttavia, entrambi erano studi incontrollati e d'osservazione che descrivono i piccoli gruppi di partecipanti.

Scott Hensley, PhD, un professore associato di microbiologia, ha sviluppato le analisi dell'anticorpo COVID-19 per determinare il livello di anticorpi nel plasma convalescente usato per curare i pazienti critico-malati e nel test clinico. Hensley egualmente piombo un progetto a Penn che supporterà la prova per i lavoratori di sanità sui fronti facendo uso di nuove prove di sierologia COVID-19, che determinano l'immunità di potenziale e di infezione al virus. I ricercatori a Penn egualmente stanno studiando altre opzioni del trattamento, come idrossiclorochina, stanno lavorando allo sviluppo del vaccino e stanno studiando la struttura ed il comportamento del virus al livello genomica.