Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori di BGU sviluppano il nuovo tipo di filtro dell'aria disterilizzazione

Con il fuoco mondiale sulla prevenzione e sulla trasmissione di coronavirus, un nuovo tipo di filtro dell'aria che auto-sterilizza e decontamina sta diventando all'università diBen-Gurion del Negev in Birra-Sheva, Israele ha basato sulla tecnologia di filtrazione dell'acqua.

La nuova nanotecnologia è basata sui filtri da acqua (LIG) indotti da laser del graphene che eliminano i virus ed i batteri in acqua. Questo nuovo concetto, costruito per aero-filtrazione potrebbe essere utilizzato in filtri dell'aria nel riscaldamento, nella ventilazione e nei sistemi del condizionamento d'aria (HVAC) o essere integrato nelle maschere di protezione per un effetto disterilizzazione. La maggior parte delle maschere saranno contaminate durante l'uso, compreso la maschera del respiratore N95 e se non usato correttamente o trattato, è un rischio di contaminazione.

LIG è una schiuma microporosa del graphene che può essere generata su molti tipi di materiali. LIG sui filtri da acqua assicurano una protezione attiva rimozione e la disinfezione simultanee di contaminazione. Il LIG è già resistente ai batteri ed attivamente uccide i microbi ed i virus facendo uso di una corrente elettrica a basso livello da un'alimentazione. I ricercatori prevedono il sistema protettivo duplice applicato aaero-filtrazione.

La superficie batterico-resistente del graphene protegge dai microrganismi in modo da non possono moltiplicarsi, mentre i microbi bloccati nel filtro si eliminano dagli effetti elettrici.„

Dott. Chris Arnusch, professore di seconda fascia e ricercatore all'istituto di BGU Zuckerberg per ricerca idrica, parte degli istituti di Jacob Blaustein per ricerca del deserto

Il Dott. Arnusch lavora a depurazione delle acque sviluppando le membrane con i beni antibatterici ed antivirali. Per i cinque anni scorsi, ha applicato con successo questa tecnologia nelle applicazioni di trattamento delle acque.

“Il materiale può completamente essere sterilizzato con la corrente elettrica, così un filtro dell'aria di LIG ha il potenziale di combinarsi con filtrazione avanzata dell'aria quali i filtri da HEPA. I filtri hanno potuto aggiungere un livello attivo di protezione come pure prolungano la vita della tecnologia costosa di HEPA. Di conseguenza, gli ospedali, le automobili, le edilizie ed il trasporto pubblico potrebbero tutti si trasformano in in spazi più sicuri.

Se un tal materiale è compreso in una maschera un di più alto livello della protezione per i fornitori medici come pure la popolazione in genere potesse essere possibile.„

Le maschere chirurgiche pricipalmente sono destinate per proteggere altre e possono realmente spargere i batteri quando sono umide o usate impropriamente. Un filtro dell'aria dell'attivo LIG in una maschera funzionerebbe durante inalazione e l'esalazione, permettendo la protezione per sia l'indossatore che altri in contatto vicino come pure elimina i rischi di manipolazione del materiale contaminato.

“Questa nuova direzione di ricerca nelle configurazioni del laboratorio di Arnusch sopra ricerca di collaborazione a BGU che combina i nanomaterials e filtrazione che fornisce una nuova soluzione nella nostra lotta contro COVID-19,„ dice Doug Seserman, il direttore generale ai dei soci americani basati a città di New York, università diBen-Gurion del Negev. “Speriamo che questo concetto della maschera della fronte nuova possa essere convalidato appena possibile e prodotto.„

La ricerca sta supportanda da una concessione come componente dello sforzo di risposta di BGU COVID-19, una del seme di 50 iniziative costituite un fondo per. Questo ciascuno richiede il contributo finanziario e AABGU ha annunciato il suo impegno per sollevare i fondi di emergenza, permettendo a BGU di partecipare completamente agli sforzi del mondo a diminuzione ed a contenimento. I contributi possono essere dati online a http://www.aabgu.org/donate-covid-19