Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli atteggiamenti nei confronti della vaccinazione variano significativamente attraverso Europa

I ricercatori in Francia hanno riferito i risultati derivando da un'indagine del web chiamata Vaccinoscopie 2019 che ha chiesto a 1.500 genitori attraverso cinque paesi europei come ritengono circa e che cosa conoscono circa la vaccinazione.

La percentuale di genitori che erano positivi circa l'idea della vaccinazione obbligatoria del bambino ha variato fra i paesi. La proporzione che ha ritenuto meno bene informata circa la vaccinazione egualmente ha variato per pæse, con i genitori in Francia che ritiene il più minimo il bene informato.

Credito di immagine: didesign021/Shutterstock
Credito di immagine: didesign021/Shutterstock

La copertura della vaccinazione è caduto

Da qualche anno, la copertura della vaccinazione in Europa è caduto ad un livello suboptimale, che piombo alla rinascita delle malattie quali il morbillo e le epidemie che sarebbero stati altrimenti evitabili dai vaccini.

La spiegazione principale per la copertura diminuita della vaccinazione è la perplessità dei genitori sopra fare il loro vaccinare bambino/bambini.

Poiché la fabbricazione di carta ora screditata 1998 di Andrew Wakefield il reclamo non sostenuto che il morbillo, la parotite epidemica ed il vaccino di rosolia (MMR) sono stati collegati ad autismo, genitori attraverso il globo è diventato sempre più si è preoccupata per la vaccinazione. Ciò piombo all'emergenza del movimento “di anti-VAX„, con le opinioni della gente che ha rifiutato di essere vaccinata o ha loro essere echeggiato vaccinato bambini ed ampliato mediante i media sociali.

L'anno scorso, l'organizzazione mondiale della sanità (WHO) ha quotato “la perplessità vaccino„ come una delle dieci minacce principali contro la salubrità della gente universalmente. La gente nel gruppo vaccino di perplessità più di meno è determinata nei loro atteggiamenti che anti--vaxxers - pendendo più verso il indecisiveness ed interrogando piuttosto che un'obiezione completa.  Questo gruppo è, quindi, molto più difficile da segnare, con loro che tende a non esprimere i loro pareri sui media sociali ed a non preferire tenere i loro pensieri a se stessi dovuto timore della critica. Tuttavia, rappresentano un gruppo estremamente preoccupantesi ai professionisti di sanità e medici.

L'anno scorso, l'indagine globale del video di Wellcome che valuta 2018 dati ha trovato che quell'in tre genti in Francia ha pensato che i vaccini fossero pericolosi. Soltanto la metà della gente che vive in Ucraina si è fidata della vaccinazione ed in entrambi i paesi, ci sono stati scoppi di morbillo recentemente. Nel Regno Unito, la percentuale di bambini che ricevono entrambi i colpi di MMR dall'età di cinque era caduto per il quarto anno in una riga e nel giugno 2018, la salute pubblica Inghilterra ha annunciato che la prevalenza del morbillo era aumentato entro quasi quattro volte, rispetto a 2017.

L'indagine di Vaccinoscopie 2019

Ora, Alain Martinot dall'ospedale di Lille in Francia ed i colleghi hanno confrontato le opinioni dei genitori circa i vaccini attraverso cinque paesi europei, vale a dire Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito. L'indagine di Vaccinoscopie è stata compilata da 1,500 persone - 300 da ogni paese - che erano genitori agli infanti invecchiati fra 0 anni e 35 mesi.

Per ogni paese, 100 dei genitori hanno avuti bambini invecchiati 0-11 mesi, 100 hanno avuti mesi dei bambini aged12-23 e 100 hanno avuti infanti invecchiati 24-35 mesi.

I risultati di studio

La percentuale di genitori che hanno ritenuto che positivo circa la vaccinazione abbia variato fra i paesi, da in basso quanto 73% in Francia con 94% in Spagna, sebbene la figura per la Spagna sia ancora sotto il 95% che il WHO dice è necessaria per la protezione sufficiente della popolazione.

Nel Regno Unito ed in Germania, 3% della popolazione di studio ha obiettato a tutti i vaccini, mentre la percentuale di oppositori in altri paesi era meno di 1%.

Attraverso tutti i paesi, più di 90% erano positivi circa l'idea dei vaccini obbligatori contro almeno alcune malattie, sebbene la Germania ed il Regno Unito avessero la percentuale più significativa di persone resistenti.

Per quanto riguarda conoscenza della vaccinazione, i genitori in Francia hanno ritenuto che fossero il più minimo il bene informato (soltanto 77% ha ritenuto bene informato), rispetto ai genitori negli altri quattro paesi (90 - 94% ritenuto bene informato). Ancora, soltanto 58% dei genitori in Francia aveva consultato Internet per informazione, rispetto a 70 - 81% in altri paesi.

La fiducia nei servizi sanitari era egualmente più bassa in Francia, con soltanto 68% che valuta il loro livello di fiducia a 7 - 10 su 10, rispetto a 88% in altri paesi.

La sorgente di informazioni più comune che le decisioni per vaccinare sono state basate sopra era una consultazione del pediatra o del GP (variata per pæse da 50% a 87%), seguita da Internet (14% - 40%, secondo i sistemi sanitari dei paesi) ed amici e famiglia (9% - 30%.)

I ricercatori concludono che i genitori che approvano la vaccinazione sono sembrato essere associati con una conoscenza migliore-percepita circa la vaccinazione.

“Se il vaccinator di sanità fosse la prima fonte di informazione, Internet era una risorsa apprezzata e gli amici e le famiglie potrebbero essere influenti,„ scrive il gruppo.

Martinot ed i colleghi consigliano che per aumentare la fiducia nella vaccinazione, le caratteristiche locali dovrebbero essere considerate.

“La valutazione dovrebbe essere armonizzata ad un a livello europeo, concedendo dividere le strategie di best practice di salute pubblica,„ conclude il gruppo.

Sources:
Journal reference:
  • Families IDM Research and Insights 2020 - Oral Presentation. Comparison of vaccine opinion of parents in 5 key European countries: learnings from Vaccinoscopie Europe, European Congress of Clinical Microbiology and Infectious Diseases (ECCMID), Jean Paul Stahl, Robert Cohen, Joel Gaudelus, Bertrand Leboucher, Damien Subtil, Patricia Pujol, Véronique Picquet, Hélène Lepetit, Laetitia Longfier, Alain Martinot
Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally has a Bachelor's Degree in Biomedical Sciences (B.Sc.). She is a specialist in reviewing and summarising the latest findings across all areas of medicine covered in major, high-impact, world-leading international medical journals, international press conferences and bulletins from governmental agencies and regulatory bodies. At News-Medical, Sally generates daily news features, life science articles and interview coverage.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2020, April 20). Gli atteggiamenti nei confronti della vaccinazione variano significativamente attraverso Europa. News-Medical. Retrieved on August 05, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20200420/Attitudes-towards-vaccination-vary-significantly-across-Europe.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "Gli atteggiamenti nei confronti della vaccinazione variano significativamente attraverso Europa". News-Medical. 05 August 2020. <https://www.news-medical.net/news/20200420/Attitudes-towards-vaccination-vary-significantly-across-Europe.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "Gli atteggiamenti nei confronti della vaccinazione variano significativamente attraverso Europa". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200420/Attitudes-towards-vaccination-vary-significantly-across-Europe.aspx. (accessed August 05, 2020).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2020. Gli atteggiamenti nei confronti della vaccinazione variano significativamente attraverso Europa. News-Medical, viewed 05 August 2020, https://www.news-medical.net/news/20200420/Attitudes-towards-vaccination-vary-significantly-across-Europe.aspx.