Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Una prova primo in umana con la promessa del vaccino di coronavirus di MERS

In questi ultimi 20 anni, i coronaviruses sono stati responsabili di grandi scoppi, con conseguente malattia respiratoria severa ed una serie di morti. Questi comprendono lo scoppio di coronavirus di SAR nel 2002, lo scoppio di coronavirus di MERS nel 2012 e lo scoppio SARS-CoV-2 che corrente sta spargendosi rapido universalmente. Gli scienziati al centro medico Amburgo-Eppendorf (UKE) ed al centro tedesco per la ricerca di infezione (DZIF) ora hanno condotto una prova primo in umana con un vaccino contro “MERS„ (sindrome respiratoria di Medio Oriente). Il vaccino di MVA-MERS-S è stato tollerato bene ed ha avviato lo sviluppo degli anticorpi e dell'immunità a cellula T.

I risultati di questa prova vaccino sono egualmente importanti e promettenti riguardo allo sviluppo di un vaccino contro SARS-CoV-2, il nuovo coronavirus. Lo sviluppo del vaccino di MERS fornisce una base sopra cui al DZIF possiamo sviluppare rapido un vaccino contro il nuovo coronavirus.„

Prof. Marylyn Addo, direttore della divisione delle malattie infettive al UKE e scienziato al DZIF

Il coronavirus di MERS, identificato per la prima volta nel 2012, è elencato sulla lista della cianografia dell'organizzazione mondiale della sanità per gli agenti patogeni che sono considerati una minaccia particolare contro la salute pubblica. Il virus è trasmesso dai cammelli del dromedario agli esseri umani ed è egualmente ereditario fra gli esseri umani. Le infezioni con il virus causano la malattia respiratoria con una mortalità di fino a 35 per cento. Universalmente, vicino a 2.500 casi di MERS sono stati individuati in 27 paesi con gli più alti numeri che sono in Arabia Saudita. Fin qui, nè un efficace vaccino contro il coronavirus di MERS nè una droga specifica esiste.

Il candidato vaccino MVA-MERS-S

“Nel 2014, insieme a DZIF partners, noi ha iniziato a sviluppare un vaccino contro il coronavirus di MERS in preparazione di più grandi scoppi del virus in futuro,„ Addo spiega. Il vaccino è basato su un virus attenuato (MVA: vaccinia-virus modificato Ankara), che precedentemente era stato utilizzato in una campagna della vaccinazione dell'estirpazione della vaiolo ed ora è stato alterato per contenere le componenti proteiche dal coronavirus di MERS. Questo a vaccino basato a vettore recombinante e cosiddetto, scientifico definito MVA-MERS-S in breve, deve amplificare l'immunità contro i coronaviruses di MERS. Prof. Gerd Sutter dall'università di Ludwig-Maximilians di Monaco di Baviera ha sviluppato questo vaccino in collaborazione con l'università di Philipps di Marburgo e del centro medico Rotterdam di ERASMUS. Il vettore di MVA ora servisce da base per sviluppare un vaccino contro SARS-CoV-2, il nuovo coronavirus.

La prova vaccino

La prova vaccino è stata condotta in collaborazione con il centro di test clinico a nord (ctc a nord). Complessivamente 23 volontari di prova in buona salute sono stati vaccinati due volte con MVA-MERS-S, il vaccino sperimentale, con un intervallo di quattro settimane fra le vaccinazioni. La prova era di rispondere a due domande: È il vaccino sperimentale MVA-MERS-S tollerato bene ed uso della cassaforte in esseri umani? Avvia le risposte immunitarie umorali e cellulari in esseri umani, cioè uno sviluppo degli anticorpi e delle celle di T che possono impedire l'infezione di MERS-CoV o porre freno il corso della malattia?

I risultati più importanti

“La tollerabilità e la sicurezza del candidato vaccino come pure delle risposte immunitarie risultanti molto stanno promettendo,„ spiega il Dott. Till Koch, uno dei primi autori della prova e di un stipendio-supporto di DZIF. Il vaccino è stato tollerato bene. Gli effetti secondari locali (cioè dolore al sito dell'iniezione, del eritema delicato e del calore) hanno accaduto il più delle volte ed hanno presentato in 69 per cento degli oggetti di prova. Nessun effetto secondario severo ha accaduto. “Dopo la seconda iniezione di MVA-MERS-S, di formazione di anticorpi e delle risposte di cellula T si è presentato in 87 per cento degli oggetti di prova,„ riassume il primo Dott. Christine Dahlke del co-author.

Prof. Stephan Becker è piacevole, “questi risultati indica che il nuovo vaccino potrebbe potenzialmente essere utilizzato negli scoppi futuri di MERS.„ Le risposte dell'anticorpo degli oggetti di prova sono state studiate nel suo laboratorio all'università di Marburgo. Al DZIF, Stephan Becker coordina l'area di ricerca “infezioni emergenti„ e sostanzialmente è coinvolgere in tutti i progetti vaccino.

Il percorso ad un vaccino

Dopo, una prova di Ib di fase, costituita un fondo per da CEPI (coalizione per l'innovazione epidemica di preparazione), sarà condotta in cui il vaccino sarà analizzato in 160 oggetti di prova a Amburgo e Rotterdam. Al centro tedesco per la ricerca di infezione, i risultati e le prove da questa prova saranno usati per iniziare lo sviluppo di un vaccino contro il nuovo coronavirus al più presto possibile. Gli scienziati useranno lo stesso vettore virale (MVA) in cui inseriranno una proteina della punta SARS-CoV-2 per sostituire la proteina della punta di MERS-CoV.