Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I partner di Emergex con la George Mason University per il virus a RNA altamente patogeno studia

Vaccini che giudicano limitati (" Emergex "), una società di Emergex di biotecnologia che sviluppa CD8+ che innesca i vaccini del punto vincente per impedire le malattie infettive serie, oggi annunciate che ha preso parte ad un accordo con la George Mason University, basata sulla Virginia, negli Stati Uniti.

L'accordo specifica che il centro universitario nazionale del muratore di George per la biodifesa e le malattie infettive forniranno la loro competenza e risorse uniche come partner nello sviluppo dei vaccini di Emergex contro i virus a RNA altamente patogeni. In particolare, la sicurezza biologica dell'università del muratore di George le 3 capacità, accoppiate con la loro esperienza trattando i virus a RNA, significa che sono un collaboratore ben adattato sugli studi vaccino di convalida come pure l'ottimizzazione di progettazione vaccino.

Ognuno nel mondo oggi ha o sarà influenzato dai virus a RNA altamente patogeni quali influenza aviaria, Ebola, COVID-19, ecc. Questi virus hanno causato la morbosità e la mortalità significative, particolarmente nei gruppi ad alto rischio come immunocompromised o negli anziani. Siamo quindi molto emozionanti annunciare oggi questo accordo con la George Mason University, che aggiunge una capacità importante al programma vaccino di Emergex.„

Il professor Thomas Rademacher, CEO e co-fondatore di Emergex

Il Dott. Aarthi Narayanan, professore associato di biologia di sistemi nell'istituto universitario dell'università del muratore di George di scienza, ha aggiunto, “i miei colleghi ed io stiamo aspettando con impazienza di partnering con Emergex e siamo soddisfatti particolarmente di prestare la nostra competenza agli sforzi per creare un vaccino durante questi periodi provocatori. Come i membri della facoltà di un'università prima della ricerca, noi lavorano con altre guide di pensiero per indirizzare le minacce globali. Ciò è come realizziamo i progressi e la collaborazione è la massima priorità per l'istituto universitario di scienza, l'istituto per l'innovazione di Biohealth e l'università complessivamente.„

I vaccini del punto vincente di Emergex sono stati destinati per offrire i vantaggi confrontati ai vaccini tradizionali. Questi vaccini modificano lo stato immune iniziale dei destinatari in un modo che “innesca„ i loro sistemi immunitari per riconoscere gli agenti infettante successivi tanto come un'infezione naturale farebbe e così impedendo una manifestazione acuta o severa della malattia. Fanno questo mediante la fornitura della risposta immunitaria comunicata per cellule (una risposta a cellula T) piuttosto che una risposta immunitaria umorale (una risposta immunitaria basata anticorpo) che dovrebbe stimolare l'immunità più duratura. Sono auto--adjuvanted e limitano o eliminano gli effetti secondari allergici, autoimmuni o anticorpo mediati connessi con i vaccini tradizionali. Sono egualmente 100% sintetico e non contengono alcun RNA o il DNA - non usi gli agenti patogeni inattivati o in tensione-attenuati - e quindi dovrebbe essere inerentemente più sicuro da svilupparsi ed usare.