Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La droga d'investigazione può tenere il vantaggio per i pazienti con il polmone ed i cancri ovarici

In una comunicazione principiante di IPN60090, un inibitore della piccolo-molecola del glutaminase metabolico degli enzimi (GLS1), i ricercatori dalla divisione di scoperta della terapeutica dell'università del Texas di MD di Anderson del centro del Cancro e dai Biopharmaceuticals di Ipsen hanno riferito la scoperta e la fase iniziale precliniche lo sviluppo clinico di questa droga novella. IPN60090, ora in esame in una prova di fase I, può tenere il vantaggio per i pazienti sicuri con il polmone ed i cancri ovarici.

Il programma del GLS1 di Anderson di MD è stato iniziato ed avanzato stato da un gruppo degli scienziati nell'istituto affinchè scienza applicata del Cancro (SIGC) e la ricerca di traduzione avanzi la terapeutica e l'innovazione in piattaforme dell'oncologia (TRAZIONE), entrambi i motori all'interno della scoperta di terapeutica. Lo sviluppo del programma continua in collaborazione con Ipsen, che ha conceduto una licenza nel 2018 al terapeutico.

I risultati e le informazioni sulla prova in corso saranno presentati oggi alla riunione annuale virtuale dell'Associazione per la ricerca sul cancro di 2020 americani I da Jeffrey Kovacs, Ph.D., guida del gruppo dell'istituto con TRAZIONE e co-dirigenti del programma GLS1.

Questo sforzo è un grande esempio della nostra strategia all'interno della scoperta di terapeutica, adottante un approccio completo a medicina personale. I nostri dati preclinici suggeriscono che IPN60090 possa essere efficace nei gruppi underserved di pazienti che hanno bisogno di migliori opzioni del trattamento e guardiamo in avanti ai risultati dai nostri test clinici in corso.„

Jeffrey Kovacs, Ph.D., guida del gruppo con TRAZIONE e co-dirigenti del programma GLS1

Dysregulation di metabolismo cellulare è un marchio di garanzia dello sviluppo del cancro e l'enzima GLS1 svolge un ruolo chiave in molti trattamenti metabolici. Quindi, fa un obiettivo attraente per la terapia del cancro, Kovacs spiegato.

Gli scienziati di droga scoperta di SIGC hanno identificato IPN60090 come inibitore potente e selettivo di GLS1 adatto a test clinici ed i ricercatori di traduzione in TRAZIONE hanno dimostrato la sua attività contro i sottoinsiemi dei modelli preclinici del cancro ovarico e del polmone.

Ulteriore analisi ha rivelato i biomarcatori della risposta, che sono stati fatti leva per identificare i pazienti molto probabilmente per avvantaggiarsi. Nei cancri polmonari, le mutazioni nel KEAP1 ed i geni NFE2L2, che regolamentano la risposta allo sforzo ossidativo, sensibilizzano le celle al trattamento con IPN60090.

Similmente, l'espressione bassa della sintetasi metabolica dell'asparagina della proteina (ASNS) nei cancri ovarici predice la risposta a IPN60090 nei modelli preclinici.

“Identificare questi biomarcatori premonitori presunti della risposta è critica affinchè i nostri sforzi clinici in corso si assicuri che possiamo offrire a pazienti le terapie più pertinenti,„ ha detto Timothy A. Yap, M.B.B.S., Ph.D., F.R.C.P., professore associato di terapeutica d'investigazione del Cancro e Direttore medico di SIGC. “Questi gruppi pazienti in particolare, che rappresentano i posti adatti distinti all'interno di quei tipi del cancro, sono necessitante le opzioni più efficaci del trattamento.„

Per esempio, i pazienti con i cancri polmonari che harboring le mutazioni KEAP1/NRF2 non hanno tratto giovamento dal trattamento con gli inibitori immuni del controllo ed hanno risultati più difficili globalmente, Yap spiegato, che piombo il test clinico IPN60090 al MD Anderson.

IPN60090 corrente è in esame negli I studi di dose-escalation e di dose-espansione di fase per i pazienti con i tumori solidi avanzati che harbor le mutazioni KEAP1/NFE2L2 o hanno bassi livelli di ASNS.

Il gruppo ha sviluppato il romanzo CLIA-ha certificato le analisi per identificare i pazienti probabilmente per avvantaggiarsi e riflettere quanto efficacemente la droga sta agendo. I dati iniziali dal test clinico indicano che IPN60090 efficacemente sta inibendo l'attività GLS1 in celle mononucleari di sangue periferico dai pazienti.

I gruppi di prova futuri pianificazione studiare IPN60090 congiuntamente agli inibitori del controllo, alla chemioterapia ed alle terapie mirate a identificati dai ricercatori come avendo vantaggi sinergici potenziali con inibizione GLS1.