Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il hardware libero di open source ha potuto essere utilizzato per combattere contro il coronavirus

Il hardware libero di open source e la stampa 3D hanno potuto contribuire ad alleviare il carico di Covid-19 sui sistemi globali di salubrità, secondo gli scienziati all'università di Sussex.

Lo studio in un 24 aprile 2020 di pubblicazione nella biologia del giornale PLOS di accesso aperto, nel professor Tom Baden e André Chagas all'università di Sussex ed in co-author dall'università di Cambridge e dell'istituto del torcicollo di Francis, ha suggerito che questa potrebbe essere un opzione realizzabile per fornire ai nostri servizi sanitari gli strumenti e strumentazione che hanno bisogno di così disperatamente.

Il hardware di open source e libero (FOSH) segue un ethos dove le cianografie per uno strumento sono messe a disposizione liberamente in moda da potere studiare chiunque, impararli, modificare, personalizzare e commercializzare.

Il nuovo studio fornisce una generalità delle cianografie che sono online libero attualmente disponibile e che potrebbero essere usate per aiutare nella lotta contro il coronavirus, la focalizzazione sui dispositivi di protezione individuale, i ventilatori ed i kit del test diagnostico.

Sebbene alcune delle progettazioni ancora debbano essere provate, molti altre già hanno ricevuto la verifica adatta, che è pubblicata in documenti pari-esaminati.

Gli autori quindi ritengono che FOSH dovrebbe essere considerato seriamente come metodo rapidamente di fornitura della strumentazione in cui ha avuto bisogno di.

Tom Baden ha detto: Il Now è il tempo che il hardware aperto potrebbe realmente splendere ed è così importante che otteniamo rapidamente a bordo.

Gli studi e le esperienze precedenti hanno indicato che il hardware di open source e libero è un'opzione brillante nelle situazioni di disastro. Le progettazioni possono essere divise globalmente, ha costi in genere più bassi di entrata in vigore che la fabbricazione di massa e possono adattarsi facilmente per incontrare le risorse locali.

Ma l'elettrico reale ed il modo che questo potrebbe realmente contribuire ad affrontare Covid-19 - è che una volta che uno strumento è stato progettato e collaudato stato, chiunque può costruirlo. Ciò oltrepassa la fabbricazione tradizionale e la distribuzione instrada e significa che può trasformarsi in in uno sforzo determinato comunità dove chiunque con la capacità di agire in tal modo può contribuire a produrre le attrezzature e le offerte tanto necessarie per i servizi di sanità.„

L'articolo descrive le progettazioni esistenti di FOSH dagli strumenti semplici come i facemasks di DIY alle valvole stampate 3D che possono regolamentare il flusso d'aria in tubi del ventilatore. Altri sono molto più complessi, compreso gli strumenti scientifici avanzati per i sistemi diagnostici, quali un robot di prelevamento automatizzato, i lettori della lastra grossa e un intervallo di altri strumenti ed offerte medici.

Ma per quelle progettazioni non verificate, la prova e l'approvazione possono essere un lungo trattamento. André Chagas autore ha detto: “I governi di una cosa potrebbero fare ora, deve capire un trattamento in cui possiamo legittimamente abbreviato la prova e la certificazione degli strumenti che scarseggiano.„

Per esempio, in Spagna un il gruppo già sta verificando le loro progettazioni del ventilatore con supporto dal governo. Mentre ogni paese avrà le norme e certificazioni differenti da incontrarsi, questo è un momento cruciale affinchè noi si riunisca e per capire un singolo insieme della certificazione in moda da potere muoversi l'entrata in vigore più velocemente.„

Andre Chagas, co-author di studio, università di Sussex

Prof. Tom Baden ha aggiunto: “Se i governi possono supportare questo attraverso contributo finanziario per arrampicarsi la produzione di migliori strumenti, quello sarebbe incredibilmente utile ora.

“Ma oltre a contributo finanziario, egualmente abbiamo bisogno del supporto da coloro che realmente sa circa l'uso di questi strumenti, piuttosto che appena la loro progettazione. Per fare correttamente e sicuro questa strumentazione, non abbiamo bisogno appena della gente tecnologia-di buon senso che la costruisce. Abbiamo bisogno della gente nel settore di sanità che sa questi strumenti dovrebbero funzionare e possono realmente esaminarli. Questa gente dovrebbe contattare i prodotti in corso per vedere se possono aiutare.„

Source:
Journal reference:

Chagas, A. M., et al. (2020), Leveraging open hardware to alleviate the burden of COVID-19 on global health systems. PLOS Biology. doi.org/10.1371/journal.pbio.3000730.