Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

COVID-19 può avviare i problemi cardiovascolari in relazione con infiammatoria seri

La malattia di coronavirus (COVID-19) è potenzialmente interna per le popolazioni vulnerabili come gli anziani che oltre 60 anni e quelle con le condizioni mediche di fondo, come la malattia di cuore, il diabete e l'affezione polmonare. I rapporti indicano che i pazienti stanno soffrendo dal danno del cuore causato da COVID-19. Un nuovo studio fa luce sull'effetto del coronavirus novello sul cuore, causante i problemi cardiovascolari, anche in quelli senza condizioni del cuore di fondo.

Il gruppo dei cardiologi da Pechino, Cina, ha trovato che i pazienti COVID-19 sono a rischio di danno cardiovascolare, richiedente i trattamenti protettivi cardiovascolari di migliorare i risultati ed accelerare il loro ripristino. Il gruppo raccomanda l'uso delle terapie antinfiammatorie cardiovascolari dimostrate ed approvate sui pazienti infettati con il coronavirus 2 (SARS-CoV-2), il virus di sindrome respiratorio acuto severo che causa la malattia COVID-19.

Problemi del cuore di grilletto

Pubblicato nelle frontiere del giornale nella medicina cardiovascolare, lo studio fornisce una comprensione negli effetti del SARS-CoV-2 sul cuore, che può spiegare perché molti pazienti soffrono da arresto cardiaco o da infarto improvviso. Il gruppo ha descritto i vari modi che il coronavirus avvia i problemi cardiovascolari in relazione con infiammatoria seri. Da là, sperano di fornire a medici orientamento nel trattamento dei problemi del cuore come complicazioni della malattia.

“Siamo i primi per discutere completamente l'applicazione dei trattamenti cardiovascolari e antinfiammatori per i pazienti influenzati severamente da COVID-19. Il nostro studio ha precisato l'orientamento per la selezione delle terapie antinfiammatorie cardiovascolari specifiche per i pazienti COVID-19, secondo la severità della malattia e della risposta di un paziente alla terapia. Inoltre, evidenziamo i rischi conosciuti all'apparato cardiovascolare dei trattamenti corrente che sono provati sui pazienti con COVID-19,„ il professor Shuyang Zhang, autore principale di questa ricerca, basato al dipartimento della cardiologia, ospedale Pechino, Cina dell'istituto universitario medico del sindacato di Pechino, ha detto.

Che cosa accade al cuore?

In mezzo della pandemia di coronavirus, molti scienziati, medici ed esperti in salubrità corrono per capire il comportamento del virus e come pregiudica gli organi importanti nell'organismo. Poiché il virus in primo luogo pregiudica le vie respiratorie, i sintomi iniziali comprendono una gola irritata, una tosse e una febbre. Il paziente può sviluppare la polmonite e la sindrome di emergenza respiratoria successiva e acuta (ARDS).

Tuttavia, molti pazienti con COVID-19 sviluppano le complicazioni che pregiudicano il cuore. I ricercatori hanno spiegato che l'infiammazione svolge un ruolo chiave nello sviluppo della malattia cardiovascolare. I pazienti che sviluppano tutti i segni della risposta infiammatoria al virus sono più probabili soffrire gli eventi cardiovascolari seri e sono ad un elevato rischio della morte.

Il gruppo ha identificato un gran numero di modi che il SARS-CoV-2 può avviare le malattie cardiovascolari o i problemi. In primo luogo, il virus può direttamente causare l'infiammazione dei tessuti del cuore. Ciò può peggiorare i problemi attuali del cuore. Secondariamente, il virus può indurre il sistema immunitario dell'organismo a reagir in modo esageratoe all'infezione, causante una tempesta di citochina. Questo fenomeno accade quando il sistema immunitario dell'organismo si avvi attaccare i tessuti sani nell'organismo.

Per esempio, molti medici che lavorano nelle linee di battaglia hanno osservato le lesioni al cuore dei pazienti COVID-19. Alcuni pazienti sviluppano l'attacco di cuore, l'infiammazione del muscolo di cuore e perfino le aritmia interne del cuore.

Problemi di gestione del cuore

La malattia COVID-19 non ha maturazione o vaccino e la maggior parte del fuoco disponibile di oggi di opzioni del trattamento sull'alleviamento dei sintomi. I ricercatori raccomandano che medici ed i clinici esaminino i trattamenti correnti e di promesse COVID-19, compreso le terapie antinfiammatorie cardiovascolari. Per aiutare nel ripristino dei pazienti, il gruppo evidenzia facendo uso di trattamenti potenzialmente efficaci, anche quelli che possono contribuire a diminuire l'infiammazione nei tessuti del cuore.

“Molti test clinici sono stati condotti negli ultimi dieci anni direttamente per verificare la possibilità di usando gli agenti antinfiammatori differenti per la protezione cardiovascolare nelle varie circostanze, accumulanti i supporti di prova la loro capacità di migliorare i risultati cardiovascolari,„ Zhang ha detto.

“Facendo uso delle conoscenze attuali delle terapie antinfiammatorie cardiovascolari potrebbe essere grande valore nella gestione di COVID-19 e raccomandiamo di riferirci a questi conoscenza ed esperienza di pratica clinica e conduciamo i test clinici relativi COVID-19,„ ha aggiunto.

Tuttavia, il gruppo egualmente avverte circa applicare le nuove terapie che ancora stanno subendo le prove. Queste droghe ancora non sono state approvate per uso sui pazienti COVID-19 e possono avere emissioni su efficacia e sulla sicurezza. Poiché non ci sono i trattamenti disponibili per la malattia, molti paesi hanno ricorso a usando le droghe antivirali. La preoccupazione delle emissioni del gruppo circa il loro uso e raccomanda che i medici dovrebbero usarli con prudenza poiché queste medicine sono state collegate ad un rischio aumentato di danno cardiovascolare.

Alcune delle droghe includono la ribavirina, il azithromycin, lopinavir/ritonavir e l'idrossiclorochina.

“Considerando che queste droghe possano essere essenziali nella gestione clinica dei pazienti COVID-19, particolarmente gli agenti antivirali, strategie protettive cardiovascolari sono necessari urgentemente per migliorare la prognosi globale,„ Zhang ha aggiunto.

Journal reference:

Wang, L., Zhang, Y., and Zhang, S. (2020). Cardiovascular impairment in COVID-19: learning from current options for cardiovascular anti-inflammatory therapy. Frontiers in Cardiovascular Medicine. https://www.frontiersin.org/articles/10.3389/fcvm.2020.00078/full

Angela Betsaida B. Laguipo

Written by

Angela Betsaida B. Laguipo

Angela is a nurse by profession and a writer by heart. She graduated with honors (Cum Laude) for her Bachelor of Nursing degree at the University of Baguio, Philippines. She is currently completing her Master's Degree where she specialized in Maternal and Child Nursing and worked as a clinical instructor and educator in the School of Nursing at the University of Baguio.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Laguipo, Angela. (2020, April 27). COVID-19 può avviare i problemi cardiovascolari in relazione con infiammatoria seri. News-Medical. Retrieved on October 20, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200427/COVID-19-can-trigger-serious-inflammatory-related-cardiovascular-problems.aspx.

  • MLA

    Laguipo, Angela. "COVID-19 può avviare i problemi cardiovascolari in relazione con infiammatoria seri". News-Medical. 20 October 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200427/COVID-19-can-trigger-serious-inflammatory-related-cardiovascular-problems.aspx>.

  • Chicago

    Laguipo, Angela. "COVID-19 può avviare i problemi cardiovascolari in relazione con infiammatoria seri". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200427/COVID-19-can-trigger-serious-inflammatory-related-cardiovascular-problems.aspx. (accessed October 20, 2021).

  • Harvard

    Laguipo, Angela. 2020. COVID-19 può avviare i problemi cardiovascolari in relazione con infiammatoria seri. News-Medical, viewed 20 October 2021, https://www.news-medical.net/news/20200427/COVID-19-can-trigger-serious-inflammatory-related-cardiovascular-problems.aspx.