Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le istruzione di AHA raccomandano lo scenario di best practice per occuparsi dei pazienti con infarto

Il trattamento per infarto dovrebbe prendere in considerazione i fattori determinanti sociali di un paziente di salubrità - il loro ambiente vivente globale, stato socioeconomico come pure i bisogni dei badante di famiglia non pagati, secondo due nuove istruzione scientifiche dall'associazione americana del cuore, pubblicata simultaneamente oggi nella circolazione del giornale della nave ammiraglia dell'associazione.

L'infarto, che pregiudica 6,5 milione Americani, è una malattia lenta e progressiva in cui il cuore non pompa il sangue efficacemente. Sebbene non ci sia maturazione, la gente con infarto può vivere vite complete con l'aiuto del farmaco, dei cambiamenti di stile di vita e del supporto sociale.

I badante sono necessari mentre la malattia progredisce e quando una persona non può più gestire le attività della vita del quotidiano o dei regimi medici complessi.

L'istruzione scientifica, “indirizzare i fattori determinanti sociali di salubrità nella cura dei pazienti con infarto,„ fornisce una generalità di ricerca scientifica che dimostra come la contea in cui un paziente vive, personale ed i fattori sociali, quale stato di assicurazione, stato di inabilità, la corsa, diseguaglianza di reddito e di origine etnica, possono urtare i pazienti dalla ricezione della cura avanzata per il loro infarto.

I pazienti che non hanno copertura di assicurazione, abbastanza da mangiare, lottare con trasporto, non hanno un luogo sicuro da essere fisicamente attivo, non possono permettersi i farmaci e/o avere meno copertura di assicurazione e/o di formazione può avere risultati significativamente più difficili dell'infarto, confrontati alla gente che non avverte quei fattori.

È importante che chiediamo ai pazienti riguardo alle emissioni ed alle sfide che di vita possono affrontare; queste emissioni hanno un impatto diretto sulla capacità del paziente di aderire a tutta la pianificazione di cura.„

Connie Bianco-Williams, Ph.D., R.N., presidenza del comitato di scrittura di istruzione,

Bianco-Williams è egualmente il Direttore senior dei servizi di professione d'infermiera e della clinica temporanea di cura dell'infarto all'università di Alabama all'ospedale di Birmingham.

Per aiutare superi le barriere non sanitarie ad efficace cura per la gente con infarto, l'istruzione suggerisce uno scenario di best practice in cui un personale sanitario di assistenza interprofessionale lavora insieme per supportare i pazienti, le loro famiglie ed i badante.

Questo supporto dovrebbe indirizzare le numerose sfide di vita che possono urtare i risultati di salubrità, quale la situazione vivente del paziente, disponibilità del badante, capacità di pagare i farmaci e come un paziente ed il loro badante capiscono le informazioni mediche.

“Indirizzare i fattori determinanti sociali di salubrità può essere risorsa-intensivo e molte pratiche cliniche non dispongono dei mezzi né sono installano per occuparsi di queste sfide. Tuttavia, quando gli infermieri, i medici, gli assistenti sociali, i farmacisti ed i professionisti di salute mentale lavorano insieme, un'efficace pianificazione di cura può essere destinata per tenere i pazienti dell'infarto più sani e dall'ospedale,„ Bianco-Williams ha detto. “Questo è un modello che dovremmo lavorare verso applicare ove possibile.„

I fornitori di cure mediche di stimoli di istruzione per discutere ordinariamente situazione vivente del camice di un paziente dell'infarto per identificare le sfide che pregiudicano la loro assistenza medica. Ove possibile, i fornitori di cure mediche dovrebbero:

  • assista i pazienti che cercano la copertura di assicurazione, il concorso finanziario, l'alloggio accessibile o l'occupazione;
  • presenti le informazioni di salubrità nei formati adattati per incontrare il linguaggio di ogni persona, il livello di istruzione ed il saper leggere e scrivere di salubrità;
  • supporti dalle le cliniche di collaborazione guidate da infermiere che assistono i pazienti in migliori amministratori diventanti della loro propria salubrità;
  • programmi di accesso del farmaco di uso da contribuire a fornire le droghe dallo sbraccio finanziario dei pazienti; e
  • partner con i gruppi illuminazione diffusa di alimento locali da contribuire a fornire le drogherie ai pazienti alimento-insicuri.

“Riconoscere l'importanza dei fattori determinanti sociali di salubrità è un primo punto critico verso ottenere i sistemi di salubrità impegnati negli approcci di sviluppo attenuare le molte conseguenze avverse di questi fattori nelle impostazioni differenti,„ ha detto Bianco-Williams.

Un'istruzione scientifica relativa, “famiglia Caregiving per le persone con infarto„ presenta una generalità delle sfide affrontate dai membri della famiglia non pagati che serviscono da badante per i pazienti con infarto.

Poiché l'infarto è una malattia progressiva con i periodi alternanti di stabilità, le domande del badante cambiano col passare del tempo. A seguito di una diagnosi iniziale di infarto, i badante possono avere bisogno di di fornire il supporto emozionale per aiutare i pazienti a fare fronte alla loro diagnosi dell'infarto, isolamento sociale potenziale e perdita di indipendenza.

Mentre la malattia progredisce, i pazienti hanno bisogno spesso della guida con le attività della vita quotidiana, come il bagno, toileting, vestirsi, l'aderenza del farmaco e navigazione del sistema sanitario. In infarto avanzato, i badante sono impegnati spesso assistere alla gestione delle terapie di terapia intensiva quale supporto circolatorio meccanico che precedentemente sarebbe stato intrapreso dai professionisti di sanità nelle impostazioni cliniche.

“C'è una necessità critica per i fornitori di cure mediche di capire chiaramente le domande di caregiving e come questi cambiano in tutto la traiettoria di infarto. Sviluppo degli strumenti per schermare ed identificare i badante che sono ad ad alto rischio per la depressione e l'emergenza egualmente è necessaria,„ ha detto Lisa Kitko, Ph.D., R.N., presidenza del comitato caregiving di scrittura della famiglia e professore associato e decano di socio di formazione laureata all'istituto universitario di Pennsylvania State University di professione d'infermiera nella sosta dell'università, Pensilvania.

“È egualmente importante valutare le capacità del badante, compreso la loro motivazione per fornire la cura; il loro fisico, sensitivo, motore e capacità conoscitiva per eseguire le mansioni richieste; il loro livello di emergenza e di depressione. Ciò comprende la fabbricazione dei rinvii per ottenere i servizi complementari, quale cura di dilazione e di consiglio a nome del badante,„ ha detto Kitko.

I fornitori di cure mediche dovrebbero includere i badante quando lavora con il paziente per prendere le decisioni difficili, come se impiantare chirurgicamente gli apparecchi medici destinati per aiutare il cuore per pompare più efficacemente o decidendo quando è tempo di disattivare queste unità e di diventare cura del centro ospedaliero o del palliativo. “I curante del centro ospedaliero e/o del palliativo possono anche disporre dei mezzi per supportare i badante,„ ha detto Kitko.

È stimato che i badante passare una media di 22 ore alla settimana che si occupa dei pazienti con infarto e così, svolgono un ruolo integrale e strumentale nella fornitura della cura. I badante non pagati avvertono spesso la perdita di reddito, di vantaggi e di prospettive di carriera, che possono essere finanziariamente pesanti all'intera famiglia.

Questi costi possono essere sopportati sproporzionatamente dagli adulti più anziani, dalle donne e dalle persone nella corsa/gruppi etnici underserved già all'elevato rischio per insicurezza finanziaria.

Oltre ai costi finanziari, i rischi sanitari significativamente più su fisici e psicologici, quali isolamento e rottura sociali delle relazioni esterne, sono stati osservati fra la gente che si occupa dei membri della famiglia con le malattie croniche quale infarto.

“In nostro sistema sanitario corrente, c'è una mancanza di incentivi affinchè i clinici valuti i bisogni del badante e per offrire il supporto diretto.

La più grande barriera è la mancanza di pagamento e meccanismi di risarcimento che permetterebbero che i clinici forniscano il supporto diretto ai badante,„ ha detto Kitko.

“Altre barriere comprendono una mancanza di meccanismi sistematici per identificare i badante e fare i rinvii per quelli con il più alta emergenza ed i bisogni insoddisfatti; sistemi della cartella sanitaria che possono accomodare la valutazione, l'intervento e tenere la carreggiata del badante; finanziamento limitato per le agenzie a livello comunitario che forniscono i servizi del badante; tempo minimo per le interazioni cliniche con i pazienti, che limita le preoccupazioni o l'emergenza del badante di indirizzo di abilità; e mancanza di chiare linee guida per la disposizione di sostegno del badante.„

Source:
Journal reference:

Havranek; EP., et al. (2020) Addressing the Social Determinants of Cardiovascular Health for All: Defining the Problem and Creating Solutions. Circulation. doi.org/10.1161/CIR.0000000000000228.