Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli ovociti delle donne obese hanno concentrazioni più basse di acidi grassi omega-3

I ricercatori dal UPV/EHU, dall'ospedale di Cruces, IVI dalla clinica Bilbao e da Biocruces Bizkaia hanno scoperto che gli ovociti - le uova acerbe dalle donne obese e di peso eccessivo hanno concentrazioni più basse di acidi grassi omega-3. Uno studio sulla composizione lipidica di 922 uova ottenute durante il trattamento di IVF da 205 donne di configurazione normale e chi erano di peso eccessivo o obese ha trovato che gli ovociti sia delle donne obese che di peso eccessivo hanno una composizione lipidica molto differente; lo studio piombo da Roberto Matorras-Weinig, conferenziere alla facoltà di UPV/EHU di medicina e di professione d'infermiera ed è stato pubblicato nella fertilità e nella sterilità del giornale.

Gli acidi grassi Omega-3 sono essenziali nella dieta umana, cioè devono essere ingeriti perché l'organismo non può sintetizzarli. L'assunzione di loro tende ad essere bassa nella dieta occidentale. Inoltre, come Dott. Matorras del dipartimento delle specialità mediche e chirurgiche al UPV/EHU precisa, “gli acidi grassi omega-3 fanno concorrenza metabolicamente a omega-6 un e l'assunzione degli ultimi tende ad essere troppo alta nella dieta occidentale. Così l'alta assunzione degli acidi grassi omega-6 contribuisce verso i bassi livelli di omega-3 quelli. Presumibilmente questo è il meccanismo responsabile dei loro bassi livelli nelle uova„.

L'obesità di infanzia ha potuto dare dei calci a dentro prima della concezione

L'obesità è un problema sanitario di salute pubblica ben noto con le numerose ripercussioni sugli organi differenti.

Una delle sue implicazioni nella gravidanza è la nascita dei bambini macrosomic (con un alto peso) ed il rischio successivo di infanzia e di obesità dell'adulto. Finora, questo era stato attribuito all'effetto dell'obesità materna durante la gravidanza come pure alle diete inadatte durante l'infanzia. Ma questi risultati sollevano la possibilità che i problemi di questi bambini possono cominciare anche prima della concezione, dovuto la composizione lipidica più difficile delle uova che le hanno generate.

Su un'altra parte anteriore, il ricercatore ha aggiunto che “i pazienti obesi tendono ad avere risultati più difficili di IVF, che sono stati attribuiti a un'intera gamma di motivi. Questa scoperta evidenzia un'altra causa possibile di questi risultati più difficili„.

Dott. Roberto Matorras-Weinig, conferenziere alla facoltà di UPV/EHU di medicina e di professione d'infermiera

Source:
Journal reference:

Matorras, R., et al. (2020) Oocytes of women who are obese or overweight have lower levels of n-3 polyunsaturated fatty acids compared with oocytes of women with normal weight. Fertility & Sterility. doi.org/10.1016/j.fertnstert.2019.08.059.