Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Uguagliando COVID-19 con l'edema polmonare di elevata altitudine può avere implicazioni pericolose

I rapporti iniziali dei sintomi COVID-19 e la necessità coercitiva di identificare rapidamente le opzioni del trattamento e di porre freno il numero crescente dei pazienti criticamente malati piombo ai confronti erronei e potenzialmente pericolosi fra COVID-19 ed altre malattie respiratorie come l'edema polmonare di elevata altitudine, o HAPE. “Nella lesione di polmone COVID-19 e nell'edema polmonare di elevata altitudine:  Un'equazione falsa con le implicazioni pericolose,„ gli autori invita i clinici a contare su prova scientifica di guidare il trattamento. Il documento è stato inviato presto online negli annali della società toracica americana.

Uguagliando COVID-19 con l

Ci sono alcune similarità fra COVID-19 e HAPE poichè ci sono similarità fra COVID-19 ed altre malattie respiratorie che causano l'arresto respiratorio: l'ossigeno molto basso livella nel sangue, nella difficoltà significativa che respirano, il grado a cui là è rigidezza nei polmoni e nei risultati anormali sulle scansioni di CT del torace. Tuttavia, ci sono differenze fondamentali fra COVID-19 e HAPE.

HAPE si sviluppa quando la gente sale a ad elevata altitudine. I bassi livelli dell'ossigeno nell'ossigeno basso di causa dell'atmosfera livella nei sacchi di aria dei polmoni,„ ha detto Andrew Luks, il MD, professore di medicina nella divisione della medicina polmonare e critica di sonno e di cura al centro medico di Harborview ed all'università di Washington. “In tutta la gente, questa piombo i vasi sanguigni nei polmoni per restringersi e sollevato la pressione sanguigna nei polmoni (pressione dell'arteria polmonare). Nella gente che sviluppa HAPE, questa risposta è eccessiva. C'è lontano troppi vasocostrizione ed aumento lontano troppo grande nella pressione dell'arteria polmonare, che piombo il liquido per colare dai vasi sanguigni nel tessuto polmonare, ma questa si presenta senza infiammazione.

Nella lesione di polmone dovuto COVID-19, il virus attacca le celle che compongono i sacchi di aria dei polmoni. Ciò piombo ad una grande risposta infiammatoria che danneggia i sacchi di aria (alveoli), piombo il liquido per colare dai vasi sanguigni anche sotto le pressioni molto più basse, cause gli alveoli sprofondare, interferisce con lo scambio di gas e rende i polmoni più rigidi e più duri espandersi che il normale.„

Andrew Luks, MD, il professor di medicina nella divisione della medicina polmonare e critica di sonno e di cura al centro medico di Harborview ed all'università di Washington

Queste differenze fondamentali necessitano gli approcci differenti del trattamento. Mentre il trattamento con ossigeno può risolvere i sintomi di HAPE, l'ossigeno da solo è inefficace per la lesione di polmone connessa con COVID-19. Nifedpine e il acetazolamide, due farmaci usati per trattare il mal di montagna, possono avere conseguenze pericolose in pazienti COVID-19.

Se dato ad un paziente con la lesione di polmone dovuto COVID-19, [nifedpine] ha il potenziale realmente di peggiorare i livelli dell'ossigeno nel sangue e di abbassare la pressione sanguigna del corpo intero sistematico o.„

Dott. Andrew Luks

Trattando con il acetazolamide può causare un mucchio di problemi, loro “fatica del diaframma, inducendo il sangue a diventare più acido e su ad abbastanza concentrazioni nel sangue, alterando il trasporto e l'eliminazione dell'anidride carbonica, che renderà i pazienti ancor più senza fiato.„

COVID-19 ha pregiudicato come le informazioni delle azioni di comunità medica e che cosa la comunità sta imparando circa la malattia possono cambiare rapidamente. I clinici e le famiglie stanno cercando i dati per aiutare la cura per i pazienti. Il Dott. Luks ed i suoi co-author avverte che senza esame attento, l'informazione sbagliata può spargersi rapidamente. Ora più che mai, è critico che i clinici contano sui dati accumulati col passare del tempo e sulla prova scientifica relativa a trattare la lesione di polmone acuta.

Source:
Journal reference:

Luks, A.M & Swenson, E.R (2020) COVID-19 Lung Injury and High Altitude Pulmonary Edema: A False Equation with Dangerous Implications. Annals of the American Thoracic Society. doi.org/10.1513/AnnalsATS.202004-327FR.