Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio rivela i beni antivirali dei glycosaminoglycans contro SARS-CoV-2

Glycosaminoglycans può inibire l'invasione delle cellule dal coronavirus respiratorio acuto 2 (SARS-CoV-2) di sindrome e da altri coronaviruses, che supporta l'utilizzazione di tale terapeutica nella lotta contro la malattia di coronavirus (COVID-19) - rapporti un nuovo studio disponibile sul bioRxiv* del " server " della pubblicazione preliminare.

Poichè il mondo lotta con la pandemia COVID-19, la comunità scientifica si è trovata in mezzo della corsa per gli efficaci e trattamenti evolutivi, ma anche per un'opzione vaccino sicura. La domanda pertinente fin dall'inizio di questa crisi di salute pubblica era se potremmo usare alcune delle droghe che già dobbiamo affrontare la malattia.

Glycosaminoglycans ed i loro derivati

I glycosaminoglycans sono un gruppo di prodotti naturali polidispersi ed eterogenei corrente utilizzati come prodotti farmaceutici e nutraceuticals. Fra loro, l'eparina non frazionata, le eparine a basso peso molecolare e i heparinoids sono approvati clinicamente come anticoagulanti con la biodisponibilità eccellente, la stabilità ed i profili farmacocinetici della sicurezza.

D'importanza, i glycosaminoglycans ed i loro derivati (alcuni di cui mancanza qualsiasi attività significativa dell'anticoagulante) rappresentano una classe antivirale sottoutilizzata della droga, malgrado la mostra dell'attività di vasto-spettro contro una miriade dei virus differenti.

Più specificamente, gli studi precedenti hanno dimostrato i loro beni antivirali contro i virus di herpes, i flaviviruses, il virus dell'influenza ed il virus dell'immunodeficienza umana (HIV). Che cosa è pertinente per la nostra situazione attuale è che sono egualmente efficaci contro l'intera famiglia Coronaviridae, che comprende i coronaviruses SAR-associati.

Studio dell'interazione con SARS-CoV-2

“Glycosaminoglycans generalmente ben-è tollerato ed è stato usato con successo per molti anni con limitato e gli effetti secondari trattabili„, dicono gli autori di studio piombo dall'Mycrof-Ovest di Courtney dell'università di Keele e del Dott. il segno A. Skidmore di università di Keele e dell'università di Liverpool.

In questo nuovo sforzo della ricerca, hanno mirato a studiare la capacità del dominio dell'ricevitore-associazione (S1) della proteina della punta SARS-CoV-2 di interagire con i glycosaminoglycans e se quello influenzerà la strategia centrale del virus per fissare alle cellule ospiti.

I virus SARS-CoV-2 stanno legando ai ricevitori ACE-2 su una cellula umana, la fase iniziale dell
I virus SARS-CoV-2 stanno legando ai ricevitori ACE-2 su una cellula umana, la fase iniziale dell'infezione COVID-19. Credito concettuale dell'illustrazione 3D: Kateryna Kon/Shutterstock

La loro spettroscopia circolare di dicroismo usata approccio, che individua i cambiamenti in strutture secondarie della proteina che sorgono in una soluzione facendo uso di radiazione ultravioletta. Sopra l'associazione, tutti i cambiamenti conformazionali prontamente sono individuati e quantificati con l'uso delle tecniche spettrali di deconvolution.

Un percorso verso i trattamenti su misura

Ed effettivamente, i cambiamenti osservati dimostrati come i glycosaminoglycans hanno interagito con il dominio obbligatorio del ricevitore di SARS-CoV-2 S1 ed hanno indotto i cambiamenti conformazionali specifici all'interno di questa regione.

Ciò significa che il dominio obbligatorio del ricevitore di SARS-CoV-2 S1 interagisce con non solo l'eparina non frazionata e le eparine a basso peso molecolare, ma anche altri membri della famiglia glycosaminoglycan dei carboidrati.

“Questi risultati aprono la strada per ricerca futura agli sugli agenti antivirali di prossima generazione, su misura, basati glycosaminoglycan contro SARS-CoV-2 ed altri membri del Coronaviridae„, autori di studio spiegano il significato dei loro risultati.

Gli agenti antivirali di prossima generazione

Tutte queste comprensioni possono risultare essere importanti, poichè i processi di sviluppo tradizionali della droga sono lenti e non molto efficienti contro le minacce emergenti quale la pandemia in corso COVID-19. Ciò rende repurposing delle droghe quella che già abbiamo un tempestivo e un'alternativa fattibile.

“È considerevole che la vasta maggioranza dei preparati glycosaminoglycan disponibili nel commercio rimane una miscela polidispersa dei prodotti naturali, contenendo sia le strutture del saccaride dell'non anticoagulante che dell'anticoagulante„, dice gli autori di studio.

“Queste possono risultare essere una risorsa inestimabile per gli agenti di prossima generazione, biologicamente attivi, antivirali che video il potenziale trascurabile dell'anticoagulante, mentre il precedente rimane maneggevole alle strategie di assistenza tecnica facile, chimica (ed enzimatica) rimuovere le loro attività di anticoagulazione„, essi aggiungono.

Comunque, tali preparati medici saranno parenteralmente pieghevoli all'amministrazione sistematica, ma anche direttamente via le vie respiratorie usando le soluzioni nebulized che non avranno un assorbimento sistematico significativo.

Ciò significa che neppure una certa attività dell'anticoagulante del resto di determinati glycosaminoglycans non porrebbe un problema ed i preparati possono essere adatti a profilassi e a pazienti nell'ambito di ventilazione meccanica.

Di conseguenza, tali approcci del trattamento (anche se soltanto moderatamente efficace provato) possono diminuire sostanzialmente il carico sulle istituzioni di sanità universalmente e l'aiuto nell'affrontare questa malattia prima che abbiamo un vaccino pronto.

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, per non essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Tomislav Meštrović

Written by

Dr. Tomislav Meštrović

Dr. Tomislav Meštrović is a medical doctor (MD) with a Ph.D. in biomedical and health sciences, specialist in the field of clinical microbiology, and an Assistant Professor at Croatia's youngest university - University North. In addition to his interest in clinical, research and lecturing activities, his immense passion for medical writing and scientific communication goes back to his student days. He enjoys contributing back to the community. In his spare time, Tomislav is a movie buff and an avid traveler.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Meštrović, Tomislav. (2020, May 03). Lo studio rivela i beni antivirali dei glycosaminoglycans contro SARS-CoV-2. News-Medical. Retrieved on August 05, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20200503/Study-reveals-antiviral-properties-of-glycosaminoglycans-against-SARS-CoV-2.aspx.

  • MLA

    Meštrović, Tomislav. "Lo studio rivela i beni antivirali dei glycosaminoglycans contro SARS-CoV-2". News-Medical. 05 August 2020. <https://www.news-medical.net/news/20200503/Study-reveals-antiviral-properties-of-glycosaminoglycans-against-SARS-CoV-2.aspx>.

  • Chicago

    Meštrović, Tomislav. "Lo studio rivela i beni antivirali dei glycosaminoglycans contro SARS-CoV-2". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200503/Study-reveals-antiviral-properties-of-glycosaminoglycans-against-SARS-CoV-2.aspx. (accessed August 05, 2020).

  • Harvard

    Meštrović, Tomislav. 2020. Lo studio rivela i beni antivirali dei glycosaminoglycans contro SARS-CoV-2. News-Medical, viewed 05 August 2020, https://www.news-medical.net/news/20200503/Study-reveals-antiviral-properties-of-glycosaminoglycans-against-SARS-CoV-2.aspx.