Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le reazioni allergiche possono accadere senza essere avviato da un allergene, ritrovamenti studiano

Le reazioni allergiche possono accadere senza essere avviato da un allergene quale il coregone lavarello della betulla o dell'erba - è abbastanza affinchè il paziente sia indietro nello stesso luogo in cui lui o lei precedentemente è stata esposta all'allergene, come i ricercatori all'università di Tübingen hanno trovato.

Tuttavia, questo genere di reazione condizionata ad una situazione intrinsecamente neutrale ed inoffensiva accade soltanto dopo una fase di sonno che segue il condizionamento.

Lo studio nuovo sull'influenza dei fattori psicologici sulle reazioni allergiche piombo dal Dott. Luciana Besedovsky e dal professor gennaio sopportato dall'istituto della psicologia medica e della neurobiologia comportamentistica.

I risultati vanno un certo modo verso la spiegazione perché le reazioni allergiche sono osservate frequentemente come modulo della reazione del placebo quando l'allergene originale è nemmeno presente. Lo studio è stato pubblicato negli ultimi atti dell'Accademia nazionale delle scienze.

Il gruppo di ricerca ha reclutato i volontari con rinite allergica, che poi sono stati dati uno spray nasale che contiene i loro rispettivi allergeni (coregone lavarello della betulla o dell'erba) in una sala di collaudo neutrale. La resistenza della reazione allergica che accade nelle persone della prova è stata misurata dalla quantità di enzima specifico nella secrezione nasale.

La metà delle persone della prova è andato a dormire per otto ore dopo questo esperimento, mentre l'altra metà ha dovuto restare sveglia fino alla seguente sera. Una settimana dopo, l'esperimento è stato ripetuto nella stessa sala di collaudo. Ma questo volta nessun allergene è stato dato.

Le persone della prova hanno reagito con rinite allergica già poco tempo dopo entrare nella stanza - ma soltanto in quelle dal gruppo che ha dormito.

Dott. Luciana Besedovsky, istituto di psicologia medica e di neurobiologia comportamentistica, università di Tübingen

Esamini le persone che sono rimanere sveglie non hanno avute una reazione allergica sopra il ritorno alla stanza in cui l'esperimento è stato eseguito, Besedovsky aggiungono. Né hanno fatto i membri del gruppo che ha dormito soffre una reazione in un altro posto che sono stati catturati nella seconda settimana.

Il cervello è un principiante veloce

Appena come in un apprendimento convenzionale, la fase di sonno ha svolto un ruolo decisivo nel nostro studio. Soltanto con sonno ha fatto il cervello saldamente connettono un determinato ambiente con una reazione allergica,„ dice gennaio sopportato, aggiungendo che questa è la prima prova sperimentale che una posizione specifica da solo può avviare una reazione allergica.

I ricercatori ritengono che - come in molti trattamenti memoria costruzioni - l'ippocampo svolga un ruolo nel condizionamento dell'organismo per rispondere al suo ambiente. E le funzioni dell'ippocampo in un modo sonno-dipendente.

È sorprendente quanto il sistema immunitario impara rapidamente la reazione mal adattata. Nell'esperimento, una singola dose dell'allergene era sufficiente per collegare la reazione allergica con l'ambiente.

Dott. Luciana Besedovsky, istituto di psicologia medica e di neurobiologia comportamentistica, università di Tübingen

Decifrare questo meccanismo di apprendimento è una spinta da ricercare su entrambe le allergie e da dormire. Tuttavia, è duro trarre le conclusioni semplici su come migliorare la situazione delle vittime di allergia. Dopo tutto, devono dormire - particolarmente poichè il sonno ha un effetto positivo su altro, reazioni immuni utili.

Source:
Journal reference:

Besedovsky, L., et al. (2020) Human sleep consolidates allergic responses conditioned to the environmental context of an allergen exposure. Proceedings of the National Academy of Sciences. doi.org/10.1073/pnas.1920564117.