Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

COVID-19 ed esposizione ad inquinamento atmosferico

Uno scienziato dai Paesi Bassi ha lavorato ad uno studio che ha esaminato l'associazione fra le infezioni COVID-19 e l'esposizione ad inquinamento atmosferico. Lo studio della BO Pieter Johannes Andrée del ricercatore ha intitolato “l'incidenza di COVID-19 e le connessioni con prova dell'esposizione di inquinamento atmosferico dai Paesi Bassi„ sono state rilasciate prima del trattamento della revisione tra pari sul " server " online Medrxiv.

La BO Andree è un ricercatore al dipartimento dell'economia spaziale dell'università Amsterdam del VU e di uno scienziato di dati con l'unità di conflitto e di violenza di fragilità alla banca mondiale.

Inquinamento industriale - un orizzonte industriale Rotterdam - nei Paesi Bassi. Credito di immagine: Steve Allen/Shutterstock
Inquinamento industriale - un orizzonte industriale Rotterdam - nei Paesi Bassi. Credito di immagine: Steve Allen/Shutterstock

Che cosa era lo studio circa?

L'autore spiega che il rischio di infezioni respiratorie virali quale COVID-19 è sollevato sostanzialmente in presenza di alto particolato - un indicatore di alta esposizione di inquinamento atmosferico. Ha scritto, “parecchi punti caldi della sindrome respiratorio acuto severo Coronavirus che 2 infezioni sono nelle aree connesse con gli alti livelli di inquinamento atmosferico.„

Coronavirus novello SARS-CoV-2: Questa immagine del microscopio elettronico a scansione mostra SARS-CoV-2 (oggetti rotondi dell

Coronavirus novello SARS-CoV-2: Questa immagine del microscopio elettronico a scansione mostra SARS-CoV-2 (oggetti rotondi dell'oro) che emerge dalla superficie delle celle coltivate in laboratorio. SARS-CoV-2, anche conosciuto come 2019-nCoV, è il virus che causa COVID-19. Il virus indicato è stato isolato da un paziente nel credito degli Stati Uniti: NIAID-RML

Andree ha scritto che questo era un documento di lavoro della ricerca di polizza che ha puntato su ottenere ai risultati rapido. Spiega che c'era stato una diffusione rapida della sindrome respiratorio acuto severo (SARS) causata dal coronavirus novello o dal coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo e ci sono parecchie aree sensibili che sono state identificate attraverso il mondo. Queste sono tutte le aree dove la maggior parte dei casi dell'infezione sono stati veduti.

“Vari di questi sono situati nelle aree connesse con gli alti livelli di inquinamento atmosferico. Questi studi essenzialmente sono stati intrapresi per esaminare l'associazione fra l'esposizione al particolato e l'incidenza COVID-19 in 355 comuni nei Paesi Bassi„.

Che cosa è stato fatto?

Questo studio ha esaminato l'associazione fra le esposizioni ad inquinamento atmosferico (sotto forma di particolato) e l'incidenza dell'infezione COVID-19 fra 355 aree del comune nei Paesi Bassi. I dati sono stati ottenuti dai casi confermati come pure le registrazioni e le ammissioni dell'ospedale secondo il luogo di residenza delle persone. I livelli di inquinamento atmosferico delle aree della residenza dei pazienti sono stati valutati facendo uso di PM 2,5 (particolato 2,5) ed il PM 10. oltre al quel, la densità di popolazione alla località ed altri stati di salute dei pazienti egualmente sono stati registrati. Le prove usate per valutare l'associazione hanno compreso “la dipendenza spaziale, la non linearità, distribuzioni alternative degli errori ed il trattamento di valore erratico,„ ha scritto il ricercatore. Andree ha spiegato che questi risultati hanno preso in considerazione parecchi fattori, compreso le malattie di preesistenza, la severità dei sintomi, variabili di controllo. Considerano le terra-misure e le misure satellite-derivate del particolato atmosferico.

Che cosa è stato trovato?

I risultati hanno indicato che quelli esposti a PM2.5 erano ad un elevato rischio di ottenere COVID-19. Hanno scritto, “PM2.5 è altamente un preannunciatore della sopraelevazione ferroviaria del fi di signi del numero dei casi rmed fi COVID-19 di raggiro e dei ricoveri ospedalieri riferiti.„ L'autore ha spiegato che l'organizzazione mondiale della sanità (WHO) descrive una linea guida di 10mcg/m3 come riferimento. Ha scritto che questo studio ha rivelato che i casi di COVID-19 sono aumentato di 100 per cento quando la concentrazione di inquinamento è aumentato di 20 per cento.

Connessione dell'area sensibile

La BO Andree dice che il rischio di alcuni virus dispersi nell'aria potrebbe aumentare se ci sono quantità elevate delle particelle ambientali del Ne del fi.  Queste particelle fini possono restare sospese nell'aria per lungamente ed anche viaggiare lontano da un posto ad un altro. Una volta inalate, queste particelle possono anche raggiungere in profondità all'interno dei tessuti polmonari che causano il danno.

Il morbillo è un tale virus che ha indicato una tendenza aumentata a causare l'infezione nelle regioni dove c'è più inquinamento atmosferico. Uno studio precedente ha indicato che in Cina, il rischio di ottenere il morbillo è aumentato dopo i 1 - 3 giorni dell'esposizione alle più alte concentrazioni di PM10 e di SO2 (anidride solforosa). Il rischio relativo di ottenere l'influenza egualmente è aumentato se i livelli elevati di inquinamento atmosferico fossero nelle città cinesi, ha trovato i ricercatori. L'effetto era più significativo nei due - tre giorni dopo l'esposizione al particolato fine.

“Se l'inquinamento atmosferico svolge un simile ruolo nell'incidenza di SARS-CoV-2, ci dovrebbe essere una relazione positiva fra i casi rmed fi COVID-19 di raggiro e le concentrazioni nel particolato.„

Ha aggiunto che la Cina è una delle nazioni inquinanti peggio con la quantità elevata delle concentrazioni PM2.5. La provincia di Hubei, in cui le infezioni COVID-19 in primo luogo prodotte, è egualmente una delle regioni inquinanti peggio. In un'altra nazione duramente colpita Italia, una delle zone inquinate peggiori è l'area della Lombardia nella valle nordica di Po. Questa regione ha alcuna della qualità peggiore di aria nel tutto di Europa, dice i ricercatori. Alcuni studi indicano che la maggior parte dei casi severamente commoventi di COVID-19 in Italia provenivano da questa regione. Tuttavia, non tutte le aree densamente popolate sono influenzate male tramite l'infezione, dicono che i ricercatori e la connessione potrebbero essere la qualità di aria.

Conclusioni e raccomandazioni di futuro

Questo studio rivela una forte connessione fra inquinamento atmosferico e COVID-19. Hanno scritto che questi risultati lo rendono evidente che c'è una necessità per ulteriori studi di esaminare l'associazione fra il rischio di inquinamento atmosferico e di infezione di SAR CoV-2. La BO che Andree dice, “se il particolato svolge un ruolo della sopraelevazione ferroviaria del fi di signi nell'incidenza della malattia COVID-19, ha forti implicazioni per le strategie di diminuzione tenute per evitare la diffusione, specialmente nelle aree che hanno alti livelli di inquinamento.„

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, per non essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Ananya Mandal

Written by

Dr. Ananya Mandal

Dr. Ananya Mandal is a doctor by profession, lecturer by vocation and a medical writer by passion. She specialized in Clinical Pharmacology after her bachelor's (MBBS). For her, health communication is not just writing complicated reviews for professionals but making medical knowledge understandable and available to the general public as well.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mandal, Ananya. (2020, May 05). COVID-19 ed esposizione ad inquinamento atmosferico. News-Medical. Retrieved on July 11, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20200505/COVID-19-and-exposure-to-air-pollution.aspx.

  • MLA

    Mandal, Ananya. "COVID-19 ed esposizione ad inquinamento atmosferico". News-Medical. 11 July 2020. <https://www.news-medical.net/news/20200505/COVID-19-and-exposure-to-air-pollution.aspx>.

  • Chicago

    Mandal, Ananya. "COVID-19 ed esposizione ad inquinamento atmosferico". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200505/COVID-19-and-exposure-to-air-pollution.aspx. (accessed July 11, 2020).

  • Harvard

    Mandal, Ananya. 2020. COVID-19 ed esposizione ad inquinamento atmosferico. News-Medical, viewed 11 July 2020, https://www.news-medical.net/news/20200505/COVID-19-and-exposure-to-air-pollution.aspx.