Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo scienziato dell'università di Keele invita il WHO a cambiare la sua definizione ufficiale di osteoporosi

Un'università di Keele accademica fa parte di un gruppo dei ricercatori che stanno richiedendo l'organizzazione mondiale della sanità (WHO) per cambiare la sua definizione ufficiale dell'osteoporosi debole di stato dell'osso per aumentare la consistenza della diagnosi internazionalmente ed anche aumentare la comprensione del trattamento.

Il Dott. Zoe Paskins, un professore di seconda fascia e reumatologo del consulente dal banco di Keele di cura primaria, della Comunità e del sociale è costituito un fondo per insieme dall'istituto nazionale per il premio dello scienziato del clinico della ricerca di salubrità (NIHR) e dalla società reale di osteoporosi e co-ha creato un articolo editoriale descrivente la chiamata nel giornale dell'età e di invecchiare.

Il Dott. Paskins ed il suo Dott. David Armstrong dei co-author ed il Dott. Terence Ong egualmente sono stati supportati dal programma delle guide d'aspirazione reale della società di osteoporosi.

L'osteoporosi è uno stato delle ossa deboli in cui una persona è più probabile rompere un osso dopo uno scatto secondario o cadere. È stimato che queste ossa rotte costino al Regno Unito £4.4 miliardo e possano causare le emissioni fisiche, psicologiche e sociali significative.

Molte fratture sono evitabili con le droghe di osteoporosi, ma negli ultimi anni “una crisi di osteoporosi„ è stata descritta dai academics principali nel campo, caratterizzato dall'assorbimento difficile del trattamento e dagli alti livelli conseguenti della frattura evitabile.

Il Dott. Paskins sostiene che molta gente con osteoporosi non riceve il trattamento che abbiano bisogno di dovuto le contraddizioni con come la circostanza è diagnosticata intorno al mondo, che può causare la confusione per sia i clinici che i pazienti.

Secondo il WHO, l'osteoporosi è determinata esaminando la densità ossea di un paziente facendo uso di una scansione di densità ossea. Tuttavia, molti altri fattori possono influenzare la fragilità dell'osso ed i pazienti che presentano con questi altri fattori di rischio possono essere medicinali osteoporotic prescritti, conforme alle linee guida di osteoporosi.

Il Dott. Paskins ha detto:

Corrente, una grande percentuale di gente che ha ossa tagliate osteoporotic ed è raccomandata medicine di osteoporosi realmente non risponde ai criteri da diagnosticare con la circostanza, che siano basati rigorosamente sui valori di densità ossea da solo.

Ciò provoca egualmente la confusione per i professionisti ed i pazienti di sanità e che può significare che la gente non cattura le medicine che siano raccomandate.

Pensiamo che sia tempo affinchè il WHO riconsideri la definizione di osteoporosi, che ora ha più di 25 anni. Una nuova definizione è necessaria riconoscere che è possibile, in alcune circostanze, dare una diagnosi clinica di osteoporosi in coloro che ha fratture osteoporotic. Nel nostro punto di vista questo contribuirebbe ad indirizzare la confusione corrente ed a migliorare la comprensione dei trattamenti.„