Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La maggior parte dei pazienti COVID-19 perdono l'odorato entro il terzo giorno, manifestazioni studiano

Un'università di ricercatore di Cincinnati dice che uno studio su perdita di manifestazioni dei pazienti COVID-19 dell'odorato è più probabile da accadere entro il terzo giorno dell'infezione con il virus novello. La maggior parte di questi pazienti egualmente stanno avvertendo una perdita del senso del gusto.

Lo studio futuro e settoriale del telefono ha esaminato le caratteristiche ed i sintomi di 103 pazienti che sono stati diagnosticati con COVID-19 su un periodo di sei settimane a Kantonsspital Aarau a Aarau, Svizzera.

Ai pazienti sono stati chiesti quanti giorno i sintomi COVID-19 ed anche chiesto di descrivere la sincronizzazione e la severità di perdita o l'odorato diminuito con altri sintomi.

Almeno 61% dei pazienti riferiti ha diminuito o perso l'odorato, dice Ahmad Sedaghat, il MD, il PhD, un professore associato nell'istituto universitario del UC del dipartimento della medicina della chirurgia del collo e della Otorinolaringoiatria-Testa e di un medico di salubrità del UC che si specializza nelle malattie del radiatore anteriore e dei seni, che era il ricercatore principale dello studio. L'inizio medio per riduzione o perdita nel senso di dell'odore era dei 3,4 giorni.

I risultati sono accessibili in linea in ambulatorio della Otorinolaringoiatria-Testa e del collo del giornale da studioso. Il primo autore della ricerca è Marlene Speth, MD, all'ospedale della Svizzera.

Egualmente abbiamo trovato in questo studio che la severità della perdita di odore è correlata con quanto cattivo i vostri altri sintomi COVID-19 saranno. Se l'anosmia, anche conosciuta come perdita di odore, è peggiore, i pazienti hanno riferito la dispnea peggiore e febbre e tosse più severe.

Se che pazienti di preoccupazione?„ dice Sedaghat. “La relazione fra l'odorato in diminuzione ed il resto del COVID-19 è qualcosa essere informata di. Se qualcuno ha un odorato in diminuzione con COVID-19 sappiamo che hanno luogo nella prima settimana del corso di malattia e ci sono ancora un'altra settimana o due da prevedere.„

Ahmad Sedaghat, MD, PhD, professore associato, dipartimento della Otorinolaringoiatria-Testa e chirurgia del collo, istituto universitario del UC di medicina

Sedaghat dice una droga antivirale sperimentale, remdesivir, sviluppato da Gilead Sciences inizialmente per trattare Ebola, sta mostrando una certa promessa nella cura dei pazienti COVID-19. È stato accordato l'approvazione di emergenza dagli Stati Uniti Food and Drug Administration per curare i pazienti severamente malati COVID-19, dall'istituti nazionali del test clinico Salubrità-patrocinato ha indicato che i pazienti hanno avvertito un più breve tempo di recupero quando cattura il remdesivir confrontato ad un placebo.

Sedaghat dice quello avere un trattamento antivirale disponibile per COVID-19 può significare che è molto più importante avere un indicatore della prognosi e fin dove la malattia ha progredito in pazienti.

“I farmaci antivirali hanno funzionato storicamente il più bene una volta dati presto durante l'infezione virale. Lo stesso è supposto per essere vero per remdesivir,„ dice Sedaghat. “Il nostro studio indica che un odorato in diminuzione può essere un indicatore dei pazienti presto nel corso di malattia come pure di coloro che può continuare a sviluppare i sintomi più severi, come dispnea, in seguito.

“Una volta che il remdesivir diventa più ampiamente - l'odorato disponibile e in diminuzione può quindi identificare i pazienti che sarebbero candidati eccellenti per il farmaco,„ lui dice.

Sedaghat avverte che mentre la perdita di odore è un indicatore di COVID-19, non è il solo fattore. “Quando cominciate avvertire i sintomi seri di COVID-19 che comprendono la dispnea e l'emergenza respiratoria, quello è quando dovreste essere allarmato,„ lui aggiunge.

Lo studio egualmente ha trovato che i più giovani pazienti e donne nello studio erano egualmente più probabili avvertire una perdita in diminuzione di odore, dice Sedaghat.

Inoltre, circa 50% dei pazienti di studio ha sperimentato un radiatore anteriore soffocante e 35% ha sperimentato un radiatore anteriore semiliquido. Sedaghat dice che questo è importante perché gli studi precedenti hanno indicato che questi sintomi nasali erano rari in COVID-19 e questi sintomi sono stati attribuiti all'allergia e non al coronavirus novello.

“Questo significa appena che la maggior consapevolezza è necessaria dei sintomi nasali di COVID-19 in modo dalla gente non sta andando in giro per lo starnuto in pubblico e pensarlo è approvazione poiché questa è appena allergie,„ dice Sedaghat. “Molto bene potrebbe essere COVID-19 ed indossare le maschere come l'attrezzo protettivo per altri voi incontra è una buona idea.„

Sedaghat dice che capendo più circa perdita di odore e di COVID-19 è importante per una prospettiva di salute pubblica.

“Nessuno sta andando morire a causa di una perdita dell'odorato e non è il sintomo che uccida chiunque,„ dice Sedaghat. “Tuttavia, è importante perché ci aiuta ad identificare questi pazienti COVID-19 poichè i portatori asintomatici in modo da essi non spargono la malattia ad altre. Ora possiamo potenzialmente identificarli presto durante la malattia per iniziare i farmaci antivirali ed infine per massimizzare la nostra capacità efficacemente di curare questi pazienti.„