Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La prestazione varia dell'anticorpo SARS-CoV-2 prova nella rilevazione dell'immunità protettiva

La prestazione dei test sierologici disponibili nel commercio in campioni pazienti reali e le componenti di immunità al coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo fornito dagli anticorpi di IgG sono ancora un aspetto del dibattito. Un nuovo documento della pubblicazione preliminare del bioRxiv interroga la prestazione in contraddittorio di parecchie analisi ed afferma la prova di neutralizzazione di riduzione della placca (PRNT) come metodo di scelta.

IgG1 anticorpo monoclonale (immunoglobulina). rappresentazione 3D basata sull
IgG1 anticorpo monoclonale (immunoglobulina). rappresentazione 3D basata sull'entrata 1igy della banca dati della proteina. Credito di immagine: StudioMolekuul/Shutterstock

La pandemia di malattia 2019 di Coronavirus (COVID-19) causata da SARS-CoV-2 ha richiesto gli sviluppi rapidi nelle tecnologie diagnostiche. Corrente, non ci sono vaccini o le droghe disponibili, così là sono parla di facendo uso di plasma convalescente per gli scopi del trattamento.

La prova di amplificazione dell'acido nucleico (quali reazione a catena della polimerasi o la PCR) rappresenta il metodo di scelta nelle fasi in anticipo di infezione.

Se il plasma convalescente è usato per questi scopi, sensibile e particolarmente analisi altamente specifiche dell'anticorpo sia necessario. Poichè la gamma di segni clinici SARS-CoV-2 è molto vasta e le infezioni asintomatiche sono riferite, acquisire conoscenza circa il seroprevalence di SARS-CoV-2 e provare ad immunità determinata (potenziale), c'è una domanda aumentante nella rilevazione degli anticorpi, particolarmente degli anticorpi di IgG.

Inoltre, c'è una necessità di individuare l'infezione passata per trovare adeguatamente le componenti della protezione immune. Ecco perché ricercatori dall'istituto per virologia medica all'ospedale universitario di Goethe e dal centro tedesco per ricerca di infezione a Francoforte, Germania, decisiva per valutare i test sierologici disponibili approfonditi.

“Per acquisire conoscenza circa il seroprevalence di SARS-CoV-2 e provare ad immunità determinata (potenziale), c'è una domanda aumentante nella rilevazione degli anticorpi - particolarmente degli anticorpi di IgG„, specificano in loro documento.

Potpourri virali per misurare di prestazione

I ricercatori raccolti continuano i campioni del siero o del plasma da complessivamente 69 persone con l'infezione PCR-diagnosticata SARS-CoV-2 ai punti differenti di tempo. La maggior parte dei campioni sono stati prelevati dai pazienti con il moderato alla malattia severa che ha avuto bisogno di una degenza in ospedale del ricoverato.

I campioni delle persone infettate con il coronavirus, il citomegalovirus ed il virus di Epstein-Barr umani endemici sono stati usati per valutare la reattività crociata potenziale ed il rischio di risultati erroneamente positivi. Ulteriormente, i campioni di seguito dei pazienti infettati con i SAR-CoV originali nello scoppio 2003 egualmente sono stati usati.

Mettendo a fuoco sugli anticorpi di IgG, la prestazione dei test diagnostici è stata analizzata per l'analisi laterale di flusso (i caricatore 35mm rapidi della prova di FasStep), ELISA o enzima-ha collegato le analisi dell'immunosorbente (ELISA di Euroimmun SARS-CoV-2 IgG e ELISA IgG di Vircell COVID-19), l'analisi dell'immunofluorescenza (IFA) e PRNT.

I risultati principali della prestazione erano la sensibilità (la capacità di un'analisi di identificare correttamente i pazienti con gli anticorpi COVID-19) e specificità (la capacità di un'analisi di identificare correttamente quelli senza gli anticorpi).

Verifichi gli stati specificità/della sensibilità in realtà

Nella fase in anticipo di infezione (cioè, fra 5 e 9 giorni dopo l'infezione PCR-confermata), IFA e il PRNT sviluppati interni hanno mostrato una sensibilità di 76,5%, il ELISA di Vircell una sensibilità di 70,6%, la sensibilità rapida della prova di tecnologia di assicurazione di 62,5% e il ELISA di Euroimmun una sensibilità di 58,8%.

Queste percentuali aumentate a più di 90% per il periodo successivo di infezione (cioè, a partire dai giorni 10-18), raggiungendo 100% in cui ELISA di Vircell, IFA interno ed assicurano le prove di tecnologia sono state usate. La specificità risulta per ELISA di Vircell, IFA interno e ELISA di Euroimmun erano 83,3%, 86,4% e 96,2%, rispettivamente.

Praticamente tutti i campioni hanno verificato il positivo nelle analisi disponibili nel commercio indicate i beni di neutralizzazione nel PRNT (con i titoli superiori al 1:20), stipulante un'immunità protettiva potenziale.

Ciò è importante, come alcuni ricercatori avvertono circa la prova su grande scala dell'anticorpo per lo sviluppo politico finché non capiamo la percentuale esatta di pazienti COVID-19 con gli anticorpi di neutralizzazione.

Consistenza e considerazioni pratiche

In termini di sensibilità, i dati ottenuti dal gruppo di ricerca dalla Germania sono coerenti con i risultati precedentemente pubblicati. Un problema è che il titolo stato necessario per immunità protettiva potenziale ancora non è definito ufficialmente. Egualmente, è provato che l'immunità T-cella-mediata svolge un ruolo in COVID-19 (accanto ad immunità umorale).

Il vantaggio delle analisi laterali di flusso è che possono essere utilizzati dal personale meno con esperienza in una regolazione di punto-de-cura, fornente provocano relativamente un fotogramma di periodo ridotto. Ciò nonostante, le componenti dell'infezione virale possono essere individuate in alcuni campioni soltanto usando IFA e PRNT come sistema monetario aureo.

Osservazioni di conclusione

Sebbene la reattività crociata sia osservata con i campioni SAR-CoV dallo scoppio di SAR nel 2003 con IFA e ELISA di Vircell, questa è di poca importanza poiché questo virus è sradicato. Tuttavia, gli sforzi supplementari dovrebbero essere fatti per migliorare la specificità delle analisi disponibili ulteriori, poichè tutto il risultato del falso positivo fornisce una sensazione di sicurezza falsa.

“Tutti nelle nostre analisi esaminate studio sono ammissibili per la rilevazione degli anticorpi di SARS-CoV-2 IgG, indicante un'immunità protettiva potenziale„, sottolineano gli autori di studio in loro documento.

“Nel migliore dei casi, ottenere la sensibilità massima, difficile dovrebbe essere eseguito nella fase più tarda di infezione (≥ 10 giorni) dopo la PCR-conferma o inizio di malattia di COVID-19„, aggiungono.

Questo studio ha indicato che IFA, ELISA di Vircell e PRNT hanno avuti il più alta sensibilità fra il nostro armamentario diagnostico. Eppure, il PRNT è corrente ancora il metodo di scelta per i dibattiti per quanto riguarda immunità potenziale SARS-CoV-2; quindi, dovrebbe essere eseguito una volta disponibile.

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Tomislav Meštrović

Written by

Dr. Tomislav Meštrović

Dr. Tomislav Meštrović is a medical doctor (MD) with a Ph.D. in biomedical and health sciences, specialist in the field of clinical microbiology, and an Assistant Professor at Croatia's youngest university - University North. In addition to his interest in clinical, research and lecturing activities, his immense passion for medical writing and scientific communication goes back to his student days. He enjoys contributing back to the community. In his spare time, Tomislav is a movie buff and an avid traveler.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Meštrović, Tomislav. (2020, May 11). La prestazione varia dell'anticorpo SARS-CoV-2 prova nella rilevazione dell'immunità protettiva. News-Medical. Retrieved on April 23, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200511/Varied-performance-of-SARS-CoV-2-antibody-tests-in-detecting-protective-immunity.aspx.

  • MLA

    Meštrović, Tomislav. "La prestazione varia dell'anticorpo SARS-CoV-2 prova nella rilevazione dell'immunità protettiva". News-Medical. 23 April 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200511/Varied-performance-of-SARS-CoV-2-antibody-tests-in-detecting-protective-immunity.aspx>.

  • Chicago

    Meštrović, Tomislav. "La prestazione varia dell'anticorpo SARS-CoV-2 prova nella rilevazione dell'immunità protettiva". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200511/Varied-performance-of-SARS-CoV-2-antibody-tests-in-detecting-protective-immunity.aspx. (accessed April 23, 2021).

  • Harvard

    Meštrović, Tomislav. 2020. La prestazione varia dell'anticorpo SARS-CoV-2 prova nella rilevazione dell'immunità protettiva. News-Medical, viewed 23 April 2021, https://www.news-medical.net/news/20200511/Varied-performance-of-SARS-CoV-2-antibody-tests-in-detecting-protective-immunity.aspx.